SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Zeppole di San Giuseppe: ricetta napoletana per il 19 marzo… e non solo!

La rubrica di cucina di Senigallia Notizie propone, grazie a Maria De Crescenzo, il dolce partenopeo "del papà"

Zeppole di San Giuseppe

Viene dalla tradizione culinaria partenopea la ricetta che vi propone questa settimana Senigallia Notizie, grazie al contributo di Maria De Crescenzo, studentessa della classe 4C enogastronomia e alunna del professor Vittorio Serritelli dell’I.I.S. “A. Panzini” di Senigallia, che ci presenta ingredienti e procedimento per preparare le Zeppole di San Giuseppe, un tipico dessert napoletano azzeccato per la Festa del Papà del 19 marzo, ma che non stona mai.

Ingredienti
Pasta choux
300 ml di acqua
125gr di burro o margarina
un pizzico di sale

Crema
1 uovo intero (bianco e rosso)
180 gr di zucchero
un pizzico di sale
vanillina
buccia grattugiata di limone
60 gr di amido o farina
500 ml di latte

Maria De Crescenzo PanziniProcedimento
Mettere sul fuoco l’acqua e il burro, portare a bollore ,spegnere il fuoco e aggiungere subito la farina girando velocemente poi mettere di nuovo sul fuoco con la fiamma bassa e far amalgamare ancora finchè non diventa una palla e sotto nella pentola si forma una patina bianca poi a questo punto spegnere e lasciar raffreddare pochissimi minuti e incominciare a mettere le uova ma solo uno per volta finchè l’impasto non assorba ogni uovo, aggiungere l’aroma alla vaniglia e una grattugiata di buccia di limone.

Mettere l’impasto nella sac-à-poche con bocchetta a stella e fare delle ciambelline su carta forno. Infornare a forno statico a 200°C ,con forno già preriscaldato.
La zeppola durante la cottura deve diventare biondo scuro per circa 25 minuti.

Per la crema: Mettere il latte sul fuoco con buccia di limone grattugiata ,unire le uova con lo zucchero,aggiungere anche la farina e quando il latte bolle mettere il composto all’interno del latte e mescolare.
Far raffreddare la crema, metterla sulla zeppola con una sac-à-poche e come guarnizione mettere una amarena.

Buon appetito!

 

Maria De Crescenzo classe 4C enogastronomia I.I.S. “A. Panzini” Senigallia

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura