SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Da Adamo - Osteria e Locanda a Senigallia (AN) - Ristorante: pasta, pane e dolci fatti in casa

Dipendenti comunali indagati, appello di Senigallia Bene Comune al sindaco Mangialardi

Presentata una mozione affinché il Comune si costituisca parte civile nella vicenda riguardante l'abuso d'ufficio nei confronti di un cittadino

1.765 Letture
commenti
Comune di Senigallia

Senigallia è venuta a conoscenza dell’ennesimo avviso di garanzia notificato a due dipendenti comunali prima dalla stampa, Corriere Adriatico del 2 dicembre, poi nel Consiglio comunale del 20 dicembre dalla risposta data dal sindaco all’interrogazione del consigliere Martinangeli.

Secondo la Procura vi sarebbe un abuso di ufficio perpetrato ai danni di un cittadino senigalliese; e, stando alla stampa, tra gli atti di indagine vi sarebbero anche delle intercettazioni che confermerebbero l’ipotesi accusatoria.

Di fronte ad un tale scenario, cosa dice il sindaco? Che lui ha fiducia nei due dipendenti e che se verranno ritenuti estranei ai fatti il Comune dovrà pagare a loro le spese legali.

Nulla è stato detto dal sindaco invece sul fatto che il Comune potrebbe costituirsi parte civile; perché è giusto avere fiducia nell’operato dei propri dipendenti, ma è ancora più giusto avere fiducia nell’operato della Magistratura tutta sostenendone l’operato e mettendosi a disposizione per agevolare le indagini, per quanto di sua competenza.

Ed è qui che la giunta, sindaco in testa, dovrebbe far costituire il Comune come parte civile perché è giusto tutelare l’immagine del Comune, nel caso in cui le accuse venissero confermate.

Per questo motivo abbiamo depositato una mozione per dare modo al Consiglio comunale di impegnare la giunta ad adottare la relativa delibera.

 

Di seguito il testo della mozione

 

PREMESSO che è fatto noto che la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona abbia notificato due avvisi di garanzia ad altrettanti dipendenti comunali;
CONSIDERATO che il Comune di Senigallia potrebbe aver subìto un danno di immagine da quanto oggetto di accertamento;
RITENUTO che in considerazione delle ipotesi di reato avanzate dalla Procura, l’Amministrazione comunale non possa esimersi dal far costituire il Comune di Senigallia come parte civile nel processo penale che con molta probabilità verrà celebrato innanzi al Tribunale Penale di Ancona;
RITENUTO che dalle condotte contestate agli indagati nelle cariche istituzionali e nelle mansioni pubbliche ricoperte, il Comune di Senigallia risulta danneggiato nei diritti ed interessi di cui è soggetto portatore;

Tanto premesso, considerato e ritenuto, il Consiglio Comunale di Senigallia impegna la Giunta a porre in essere sin d’ora ogni atto idoneo e necessario al fine di costituire il Comune di Senigallia come parte civile nell’eventuale processo penale avente ad oggetto i fatti relativi al capo di imputazione contestato ai due dipendenti in questione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!