Logo farmacieFarmacie di turno


Pasquini Dr.ssa Claudia
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Bonvini - Arredamenti parrucchieri

Come aumentare la portata del tratto cittadino del fiume Misa – VIDEO

L'ultimo intervento tratto dagli incontri "Contro Corrente" è dell'ing. Arnaldo Giuseppe Fornaroli

Il Misa

Su Senigallia Notizie si concludono le pubblicazioni della serie di registrazioni dei singoli interventi, che si sono susseguiti all’interno delle serate organizzate a Senigallia dall’Osservatorio Misa. I nostri lettori hanno ancore una volta la possibilità di accedere ai contenuti grazie alla collaborazione di Associazione Confluenze e l’apporto tecnico diMarco Scaloni, che si occupa del montaggio audio-video.

L’ing. Arnaldo Giuseppe Fornaroli approfondisce il tema della portata del Misa, focalizzandosi in particolare sulle aree in prossimità della foce, dove sono presenti diversi ponti e il fiume è canalizzato, ed ipotizza possibili rimedi per aumentarne la capacità di smaltimento della piena, con soluzioni fattibili nel breve, medio e lungo periodo.

Sincronizzate con l’audio, scorrono nel video anche le diapositive che Fornaroli ha proiettato durante la serata del 4 marzo.

L’incontro è stato organizzato dall’Osservatorio Misa nell’ambito del ciclo di conferenze dal titolo “Contro Corrente”. Sulle pagine di Senigallia Notizie, nella prossima e conclusiva pubblicazione di sabato 21 marzo, troverete tutte le registrazioni degli interventi degli ospiti che hanno preso parte al ciclo di incontri.

GUARDA e ASCOLTA l’intervento di Arnaldo Giuseppe Fornaroli

Video incontro del 16 gennaio: Massimo GennaroAndrea DignaniCarlo Brunelli

Video incontro del 27 gennaio:  Fabio Taffetani, Andrea Goltara

Video incontro dell’11 febbraio:  Carlo Ponzio, Maurizio Cattoi, Fabrizio Furlani

Video incontro del 27 febbraio:  Marco Brunelli, Giorgio Zampetti

Video incontro del 4 marzo:  Marco Petrangeli

Commenti
Solo un commento
Michele- 2015-03-18 13:56:51
Le opinioni sono tutte rispettabili, ma da sempre i fatti descrivono le situazioni meglio delle parole: E' un fatto che la dinamica del trasporto solido locale lungo costa dei sedimenti marini è risultata modificata a seguito della realizzazione dei lavori di ampliamento del porto turistico, con erosione più marcata della zona a sud (vedi i pennelli di sacchi di sabbia al Bora Bora ed i danni ricorrenti in particolare nel tratto dal porto fino alla Rotonda, che deve essere rimpinguato annualmente con gli apporti derivanti dall'escavo della foce o del porto)e l'interrimento della foce stessa(la linea dei frangenti è ormai dentro la foce, anche per fenomeni di modesta entità); E' un fatto che, dopo questi lavori di ampliamento del porto, al contrario del passato, risulta che il molo di ponente è più lungo del molo di levante ed è sempre un fatto che i problemi alla foce sono insorti praticamente subito dopo la realizzazione di questi lavori; E' un fatto che da anni non si interviene sugli argini e sul fondale del fiume e manca una squadra permanente di intervento per il controllo, la pulizia, la risagomatura degli argini e del fondo fiume e per fare fronte alle emergenze, che ormai non sono più tali per la frequenza con cui si manifestano; E' un fatto che da quarant'anni, con il progressivo smantellamento delle competenze dei Geni Civili, si è assistito ad una gestione del territorio improntata allo sfruttamento, nonostante i proclami contrari ed il moltiplicarsi di Enti Locali competenti su corsi d'acqua, agricoltura, urbanistica, economia, reti fognarie etc. nati, cresciuti e pasciuti per volontà politica, ma del tutto inutili. E' un fatto che da 30 anni c'è qualcuno che a turno si oppone alla realizzazione delle casse di espansione con distinguo di varia natura, giusti o meno che siano, ma del tutto opinabili e causa di immobilismo; E' un fatto che Senigallia ha oggi più probabilità di essere alluvionata ad ogni pioggia di forte intensità e breve durata di quanto non fosse quarant'anni fa e non sono valsi a nulla i finanziamenti europei allora stanziati, che sono stati dispersi in mille rivoli di inutilità e clientelismo; E' un fatto che ogni volta che fa due gocce d'acqua guardiamo il cielo, sperando che vada tutto bene.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura