SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Marinelli Sisto - Restauri, protezione e colore in edilizia

Processo alluvione 2014 Senigallia: il Giudice ha ammesso tutte le parti civili

Accolti anche come responsabili civili la Presidenza Consiglio Ministri, Ministero Interno, Comune, Provincia e Regione

1.210 Letture
commenti
Alluvione del 3 maggio 2014 a Senigallia: la frazione di Cannella allagata

Venerdì 26 novembre, presso il Tribunale di L’Aquila, si è tenuta l’udienza del processo sull’alluvione che colpì Senigallia il 3 maggio 2014.


Durante tale udienza preliminare sono state ammesse tutte le parti civili, confermando quanto aveva già disposto il Tribunale di Ancona prima di essere stato dichiarato incompetente perché un membro del Collegio Giudicante aveva subito in prima persona danni a causa dell’alluvione.

Sono dunque state ammesse come parti civili: il Comune di Senigallia patrocinato dall’Avv. Molinaro; i familiari di Aldo Cicetti il concittadino morto affogato dopo il disperato tentativo di salvataggio di un surfista senigalliese, patrocinati dagli avvocati Corrado Canafoglia e Titta Rosati; i familiari di Nicola Rossi, Iris Conti e Gresta Carlo, anche essi deceduti per effetto dell’alluvione tutti difesi dall’avv. Canafoglia, che assiste anche 346 privati, 21 aziende tutti danneggiati dall’evento alluvionale e l’Unione Nazionale Consumatori.

Le parti civili avevano anche presentato un’istanza per chiamare in causa come responsabili civili la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero dell’Interno, il Comune di Senigallia, la Provincia di Ancona e la Regione Marche. Venerdì 27 novembre il Giudice ha accolto tale istanza che, in caso di condanna degli attuali indagati, porterà ad un risvolto importante ai fini del risarcimento del danno.

“E’ la conferma della fondatezza della nostra pretesa di essere in questo processo riconosciuta pur sapendo che vi è tanto lavoro da svolgere ancora per arrivare alla conclusione della vicenda processuale di questa tragedia per la nostra Città” queste le parole dell’Avv. Corrado Canafoglia al termine dell’udienza.

Il processo è stato rinviato al 2 marzo 2022.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura