Logo farmacieFarmacie di turno


Paolucci Dott.ssa Francesca
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Riaperta la scuola M.Puccini di Senigallia: festa e grande partecipazione

Inaugurata la struttura intitolata allo scrittore senigalliese. "Segnale di speranza per la comunità" - FOTO

3.158 Letture
commenti
Optovolante - Ottica a Senigallia - Buone Feste 2016!
L'inaugurazione della scuola primaria Mario Puccini di Senigallia

Giornata di festa quella di sabato 14 gennaio per la riapertura di uno dei due edifici della scuola primaria M.Puccini di Senigallia. La cerimonia di inaugurazionedopo i lavori di ristrutturazione partiti nel 2015 – si è tenuta alla presenza di autorità civili, religiose e militari, oltre alle tante famiglie intervenute.

Tra i partecipanti, anche il sottosegretario del ministero dell’istruzione Vito De Filippo, l’assessore regionale all’istruzione Loretta Bravi, sindaco e assessori di Senigallia, la dirigente scolastica Fulvia Principi. Una grande partecipazione dunque per quello che è a tutti gli effetti un evento per la città di Senigallia: la restituzione alla comunità di una scuola moderna, efficiente e sicura dopo il miglioramento antisismico.
Edificio intitolato allo scrittore senigalliese Mario Puccini di cui quest’anno ricorre il 130° anniversario della nascita e il 60° della morte: a tal proposito si è scoperta una targa appositamente posizionata sulla cancellata esterna sotto un’altra targa: quella che intitola l’intero istituto comprensivo Senigallia nord al noto fotografo Mario Giacomelli. GUARDA LE FOTO

Si tratta di un momento importante per la città e per la comunità – ha dichiarato il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardiche dimostra che si può far bene quando ci sono le risorse. C’è stato un percorso intelligente con la dirigente scolastica, gli insegnanti e le famiglie ha permesso di arrivare al risultato di oggi. Certo i tempi sono stati un po’ lunghi ma quando si interviene in edifici datati è normale che vengano fuori problematiche inizialmente non previste. Nel frattempo sono cambiate anche le normative, che ci ha costretti a ripensare al progetto ma la situazione di attesa è stata gestita assolutamente senza difficoltà né disagi, se non minimi“.

Prendersi cura della scuola è importantissimo – ha dichiarato Fulvia Principi, dirigente scolastica dell’istituto comprensivo ‘Mario Giacomelli’ – perché vuol dire prendersi cura del futuro delle prossime generazioni. Qui a Senigallia la scuola viene vissuta come comunità tra cultura, ambiente, territorio e famiglia. La grande partecipazione ne è la testimonianza. Qui passa la cultura delle generazioni quindi è un ponte sicuramente positivo quello che è stato ricostruito. In questi anni tutti hanno dato una mano perché vi fossero meno disagi possibile e oggi è finalmente una giornata di festa“.

Un intervento importante per la scuola è stato il finanziamento da parte della Regione Marche che ha stanziato oltre 900 mila euro, mentre altri 600 mila sono stati impegnati dal Comune di Senigallia.
E’ un segnale di speranza puntare sulla scuola – ha affermato l’assessore regionale all’istruzione, formazione e lavoro Loretta Bravi – perché deve riprendere la valenza di luogo fondamentale per lo sviluppo e la formazione della persona del domani. La scuola è il fulcro su cui la Regione punta. Stiamo cercando inoltre di legare l’istruzione con la formazione e il lavoro come un percorso per la vita. Cercheremo di accorciare i tempi dell’approccio al lavoro, quindi vorremmo introdurre i temi del guardare al proprio futuro e dell’alternanza scuola lavoro non solo ai ragazzi delle scuole superiori. Le cronache ci dicono che è una grande urgenza: troviamo infatti ragazzi non motivati, che non studiano né lavorano. Ecco perché dobbiamo investire sulle scuole, perché aprano gli orizzonti del nostro e del loro domani“.

E a proposito di domani, altri interventi si profilano all’orizzonte. Ad annunciarli è proprio il sindaco Mangialardi: “Ora stiamo monitorando altre situazioni a Marzocca, Montignano, Scapezzano o la stessa Marchetti di cui, nel prossimo mese, riapriremo la palestra. Il discorso è sempre quello delle risorse, ovviamente: da soli non siamo in grado di intervenire in modo così importante su tutte le realtà che avrebbero bisogno di interventi. Serve l’indispensabile aiuto di Stato e Regione per ottenere i finanziamenti necessari“.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ci sono 3 commenti
leofax 2017-01-15 09:46:12
Ma non ci doveva essere la nuova ministra della pubblica istruzione? Era un pezzo che non vedevo il Sindaco a tagliare il nastro per progetti importanti! Si vede che in città di cose nuove se ne fanno davvero pochine.
mik76
mik76 2017-01-15 14:33:31
Peccato non sia venuta la ministro; se non altro avrebbe provato l'ebrezza di entrare in una scuola.
iz6qzm 2017-01-16 00:34:59
I lavori, iniziati nel 2015, dovevano terminare nel giugno 2016?. Un ritardo di 6 mesi dovrebbe comportare una minore spesa da parte del comune? Se sì, quanto ammonta? Tempi e costi sono anomalie riscontrate dalla verifica della Guardia di Finanza? Anche tali risposte possono interessano i cittadini?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura