SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Pizzeria alla pala Aculmò - Senigallia - Qualità e sorriso

Senigallia, rischio alluvione: “si estenda la zona R4 anche al Vivere Verde”

Terza osservazione al PAI (piano d'assetto idrogeologico) da Senigallia Bene Comune: la sponda sinistra del fiume Misa

2.318 Letture
commenti
Alluvione a Senigallia con il Misa che ruppe gli argini in centro

Dopo aver parlato di ex Sacelit-Italcementi e dell’area dei Portici Ercolani, ecco la terza osservazione al Piano di Assetto Idrogeologico delle sei presentate dal gruppo consiliare Senigallia Bene Comune perché venga estesa l’area R4 e quindi allargata la zona da considerare a maggior rischio, con tutte le precauzioni – conseguentemente – da prendere in merito.

L’estensione riguarderebbe anche l’area compresa tra via Rossini e via XX Settembre, lungomare Mameli, via Monteverdi, via Paisello, via Pizzetti e via Pierelli fino al fosso della Giustizia.

L’area in questione si trova nella sponda sinistra sulla traiettoria seguita dall’acqua fuoriuscita dalla rottura arginale avvenuta nell’alluvione nel 30 dicembre 1940 (Allegato 1.3); l’ultima alluvione importante è infatti avvenuta, nell’area oggetto dell’osservazione, nel 1940 ed ha interessato tutta l’area, sulla sponda sinistra, della città come mostrano le fotografie nell’allegato 2.3 e nella foto in alto tratta da “La memoria delle foto”, rubrica di SenigalliaNotizie.it in collaborazione con Foto Leopoldi (GUARDA la GALLERIA FOTOGRAFICA: Senigallia alle prese con il maltempo).

Con l’Allegato 3.3 abbiamo riprodotto – scrivono da Senigallia Bene Comune – la simulazione per individuare le aree allagate per rottura o sormonto in sponda sinistra a partire dal tratto di via Rossini e con un quantitativo di acqua pari ad 1/4 di quella fuoriuscita il 3 maggio 2014. Lo stato attuale gli argini è precario con profonde lesioni e spostamenti che sono indicativi di un possibile cedimento e/o rottura. Non a caso il sindaco nell’ultima seduta del Consiglio comunale ha definito, pur senza specificare i punti esatti, “fragilina” la sponda sinistra del fiume. (Allegato 4.3 e 4A.3)“.

In considerazione di tutto ciò, è stato chiesto quindi di estendere l’area R4: ciò comporterebbe tra le altre cose, la possibilità di allertare i residenti durante le emergenze come era previsto nella prima adozione del PAI – Delibera n. 15 del 28 giugno 2001 (Allegato 5.3).

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura