Logo farmacieFarmacie di turno


Paolucci Dott.ssa Francesca
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia e il Misa, una storia che ci racconta “La memoria delle foto”

Nelle foto Leopoldi, una simbiosi secolare tra città e fiume, che va sbiadendo col passare degli anni

Il lungofiume del Misa in centro a Senigallia - Leopoldi-1020

Come gran parte degli insediamenti urbani, anche Senigallia fu fondata lungo le sponde di un fiume, che da secoli è parte integrante del tessuto e della storia della città. Del Misa ci parla questo appuntamento de “La memoria delle foto”, progetto proposto da Senigallia Notizie, che a puntate sta popolando un archivio storico fotografico in digitale del territorio. Una iniziativa partita con l’aiuto di Foto Leopoldi e Loris Baroncioni.

Le immagini che ci propone l’archivio fotografico Leopoldi ci mostrano la storica simbiosi tra Senigallia e il suo fiume, che nei secoli più fiorenti per la Fiera di Sant’Agostino è stato anche una trafficata via d’accesso alla città per i mercanti che arrivavano da Oriente. In alcune delle fotografie della galleria fotografica, vediamo ancora barconi attraccati in centro storico, lungo quella che ora è via Portici Ercolani, all’altezza del Foro Annonario e di Palazzo Gherardi.

Il fiume Misa è infatti stato navigabile fino a che il ponte della ferrovia non è stato costruito in modo che non fosse più mobile, ecco perchè anche per una parte del Novecento abbiamo testimonianze di imbarcazioni in centro a Senigallia. Quel legame stretto tra il corso d’acqua e la città si è poi andato man mano perdendo e ora il Misa, dopo l’apertura del porto di mare, non viene più percorso da nessuna barca.

In questa galleria fotografica, gentilmente concessa da Foto Leopoldi, in Corso II Giugno 83 a Senigallia, voi lettori troverete il pulsante “Richiedi”, sopra ogni foto, in alto a destra, con cui potete chiedere la stampa della fotografia che più vi piace, spedendola direttamente a Foto Leopoldi. La richiesta non è vincolante, ma per ottenere la stampa dovrete comunque contattare il fotografo recandovi presso il suo punto vendita o chiamando il numero 07160405.

Di ogni foto, poi, voi lettori potete aiutarci a ricostruire la storia, commentando sotto ciascuno scatto (o sotto questo stesso articolo) per cercare di risalire all’anno in cui l’immagine è stata immortalata, in modo che riusciamo insieme a dar vita ad un esaustivo e completo archivio fotografico del territorio.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura