SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Marche, nuova ordinanza anti-Covid di Acquaroli: ecco cosa cambia

Divieto di consumo di alimenti e bevande all’aperto dopo le 16, stop a canto ed educazione fisica al chiuso

3.768 Letture
commenti
Sì Con Te Superstore Senigallia - Strada S.Angelo Senigallia (AN)
Conferenza stampa presidente Francesco Acquaroli sui provvedimenti Covid 19 nelle Marche. Presenti gli assessori Francesco Baldelli, Giorgia Latini, Guido Castelli, Stefano Aguzzi.

La tanto attesa ordinanza anti Covid-19 promulgata dal Presidente di Regione Francesco Acquaroli è stata siglata nel pomeriggio del 19 novembre ed entrerà in vigore dalle 00:00 del 21 novembre 2020. Naturalmente potrà essere modificata o revocata in relazione all’andamento pandemico nella Regione.

L’ulteriore stretta ha la finalità di scongiurare che le Marche, dopo essere scivolate in zona arancione, precipitino a breve in quella rossa. Tra le novità più significative il divieto di assembramento, l’obbligo di distanziamento interpersonale di almeno un metro, quello di indossare i dispositivi di protezione in maniera corretta ma anche quelle inerenti a scuola e commercio.

Vediamo nel dettaglio i passaggi principali.

Uso della Mascherina
Nell’’ordinanza si ribadisce l’obbligo di indossare la mascherina al di fuori dell’abitazione, con l’unica eccezione per i bambini sotto i sei anni, delle persone che stanno svolgendo attività sportiva e di quelle affette da patologie o disabilità. “Nel caso di momentaneo e motivato abbassamento della mascherina dovrà essere sempre assicurata una distanza interpersonale minima di un metro

Giro di vite a scuola per educazione fisica e musica
Stop all’educazione fisica al chiuso, quando non è possibile rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di due metri, alle lezioni di canto e alle lezioni di strumenti a fiato nelle scuole primarie e secondarie di primo grado, in quanto attività considerate a rischio.

Consumo alimenti all’aperto
Divieto di consumo di alimenti e bevande all’aperto su aree pubbliche o private aperte al pubblico dopo l 16.00. Mascherina obbligatoria anche dentro gli esercizi commerciali ed inoltre viene ribadito che i clienti dovranno restare solo “il tempo minimo necessario per l’acquisto delle merci“.

Shopping, spesa e mercato
I negozianti delle grandi e medie strutture dovranno garantire l’accesso contingentato proporzionale alla capienza all’interno dei locali in base agli spazi. No al mercato pubblico all’aperto eccetto nel caso in cui i Comuni applichino le disposizioni previste dal protocollo di sicurezza regionale.

Lorenzo Ceccarelli
Pubblicato Venerdì 20 novembre, 2020 
alle ore 11:09
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ci sono 3 commenti
Mario2 2020-11-20 13:24:44
Andate a controllare le aziende. Negli uffici nessuno porta la mascherina ed e impossibile rispettare le distanze, come mai nessuno controlla???
octagon 2020-11-20 17:54:02
Porca miseria che ordinanza! Cioè il nulla più assoluto. Si svegli che i morti cominciano a fioccare!
fra77 2020-11-20 19:37:50
Concordo con @octagon. Tra l'altro si vocifera su organi di stampa che la regione amministrata da questo qua vuole fare come la Lombardia,ovvero mandare i positivi nelle RSA. Non ho parole!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS