SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

CoronaVirus: altri 32 decessi nelle Marche

In quarantena volontaria anche il presidente Ceriscioli

2.220 Letture
commenti
Luca Bonvini - Officina impianti GPL e metano - Senigallia
Coronavirus, primo positivo nelle Marche

Giornata nera per le Marche. Sono 32 i decessi nelle ultime 24 ore segnalati dal GORES nel quotidiano aggiornamento delle 18:00: tre di loro non aveva patologie pregresse. I decessi totali da inizio pandemia ammontano a 283, 194 maschi, 89 femmine. L’età media delle vittime è di 79.4 anni.

A livello nazionale, per il terzo giorno consecutivo cala il numero di nuovi positivi al coronavirus in Italia: oggi sono 3.612 mentre, la giornata precedente erano 3.780 e domenica 3.957. La crescita dei contagi da un giorno all’altro è dunque del 7,2%, più bassa della crescita registrata tra domenica e lunedì (+8,1%). Torna invece a salire il numero delle vittime in un solo giorno: oggi sono 743 mentre ieri erano 601 e domenica 651, un dato che porta il totale dei morti in Italia a 6.820. Le vittime registrate nel bollettino sono invece 743. Le persone attualmente positive da Coronavirus in Italia al momento sono 54.030. I pazienti guariti sono 8.326 (894 in più rispetto a ieri) che portano il totale a 8.326.

In quarantena volontaria anche il presidente Ceriscioli: “Dopo la notizia della positività di Bertolaso sono a casa in quarantena, ma questo non mi impedisce di continuare a lavorare, anzi proseguirò da qui con il grande impegno che tutti si aspettano, e che è necessario in un momento come questo. Con Bertolaso ci siamo sentiti, e sulla nuova struttura per i 100 posti di terapia intensiva, che potranno salvare la vita a molte persone, il messaggio è chiaro: il progetto va avanti.
Abbiamo già avuto i primi contatti – buoni – con gli imprenditori marchigiani. Anche molti cittadini ci hanno scritto per dare il loro contributo. Ringrazio tutti coloro che hanno già manifestato la loro disponibilità e anche chi lo farà in futuro.Non si arresta il lavoro condotto fino a oggi nei confronti di chi ha più bisogno, l’impegno a limitare il contagio. Anche la quarantena è uno strumento per farlo. Continuiamo a lavorare, senza battute di arresto e non ci ferma certo una quarantena”.

Lorenzo Ceccarelli
Pubblicato Martedì 24 marzo, 2020 
alle ore 19:51
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura