SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il commento del sindaco di Senigallia sulle elezioni europee 2014

Mangialardi: "Governo rafforzato, ha prevalso la speranza sulla rabbia"

2.484 Letture
commenti
L\'Automobile - Concessionaria Nissan - Senigallia
Maurizio Mangialardi

Il voto di domenica (25 maggio, Ndr) alle elezioni europee 2014, con la nettissima affermazione del Partito Democratico che supera il 40% dei consensi e del suo leader Matteo Renzi, offre interessanti chiavi di lettura sia per lo scenario europeo che per quanto riguarda le inevitabili ricadute in ambito nazionale e locale.

Per quanto riguarda l’Europa il dato è inequivocabile: quel vento di destra che, brandendo come armi i temi della crisi economica e dell’antieuropeismo, è spirato in tutto il continente, ha trovato proprio nel nostro paese grazie alla vittoria del partito democratico il suo argine più forte.
Una bella soddisfazione per un paese come il nostro per molti anni considerato inaffidabile dai nostri partners europei.

Il dibattito elettorale nel nostro paese è vissuto sulla contrapposizione tra le forze che denunciavano la necessità di distruggere l’attuale sistema dei partiti sul presupposto dell’inevitabile naufragare di qualsiasi strategia o idea e quelle formazioni, come appunto il P.D., che invece hanno continuato ad alimentare la speranza di un cambiamento attraverso proposte e ricette concrete.

Ebbene se davvero un derby c’è stato tra rabbia e speranza, è chiaro che ad averlo vinto è stata la speranza o meglio è stata la capacità della buona politica di seguire la strada delle riforme, mettendo in moto le energie migliori di questo paese.

La via del rancore, dell’esasperazione e dell’invettiva fine a se stessa, oltre a non funzionare nella dimensione nazionale, non pagano nemmeno a livello locale se è vero come è vero che il Partito Democratico a Senigallia ottiene un grande numero di consensi (oltre il 50%) registrando uno dei migliori risultati su scala regionale.

Un governo nazionale che esce così rafforzato da questa tornata elettorale si trova nelle condizioni migliori per intervenire in maniera forte assicurando il proprio sostegno alla popolazione di Senigallia colpita dall’alluvione e sono certo che il presidente Renzi dimostrerà anche questa volta la sua capacità di gestire le situazioni con efficacia e tempestività diverse a quelle alle quali abbiamo assistito in esperienze passate.

da Maurizio Mangialardi

Commenti
Ci sono 4 commenti
BlackCat
BlackCat 2014-05-26 16:46:24
Ovvero: bentornata e mai andata Balena Bianca. Ha vinto la DC.
Pluto
Pluto 2014-05-26 20:53:33
Il Sindaco ancora una volta cerca di magnificare quello che magnifico non è...sul 50% degli elettori la metà ha votato il PD a Senigallia, quindi un quarto dei senigalliesi, quindi si e no 10mila voti dei 36mila...le favolette sono per i bambini, i dati veri sono per le persone fornite di cervello, ed è uguale a livello nazionale visto che a votare ci sono andati solo loro.
maria garbini 2014-05-26 22:58:52
Imparate la lezione destrucci-&, con i compagnucci-FURBI, bisognava calare rapidi come gli avvoltoi e con le mandibole spaccaossi delle iene; non si possono concedere gentilmente, più di 10 giorni dopo disastrosa alluvione per avviarsi a chiedere le dimissioni del mangialardi-&.
Resta un "lievissimo" dubbio sulle capacità di giudizio umano e politico di quel 50% di votanti senigalliesi. ........suddito-610
maria garbini 2014-05-27 14:45:25
Post scriptum:
per vincere i mondiali brasiliani, mangialardi al posto di pirlo e MATTEO COMMISSIARIO TECNICO.
610-suddito
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura