SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Rimini sulle elezioni: Pd e Sel non hanno più la maggioranza a Senigallia

Per il PdL un "leggero calo" e l'esponente senigalliese si fa promotore di un progetto di rilancio della città

1.486 Letture
commenti
PesaroUrbinoNotizie.it
Enrico Rimini

Non sono in pochi a chiedermi se mi spaventa il risultato che ha ottenuto a Senigallia il Movimento 5 Stelle alle elezioni politiche 2013. E io rispondo “no”, senza se e senza ma, perché lo vedo come un forte segnale per la politica locale. Un segnale di cambiamento, netto, dello scenario politico cittadino che conferma e ribadisce – se ancora ce ne fosse bisogno – che il PD e SEL non hanno più la maggioranza di Senigallia. E questo è avvenuto, a mio avviso, anche perché la sinistra sta gestendo la cosa pubblica come “cosa propria”.

Facendo un confronto con le comunali del 2010, il PDL ha avuto, a Senigallia, un leggero calo: ma tutto ciò è comprensibile se pensiamo che già molti esponenti locali avevano affermato pubblicamente di non voler più votare per Berlusconi.

Questo risultato, così lampante oggi per Senigallia, ci fa capire come da domani dobbiamo subito cominciare a lavorare per costruire una proposta nuova, originale, concreta e alternativa per la città. In questo senso io lavorerò per far sì che il PDL senigalliese sia l’ingranaggio di questo meccanismo che non esclude niente e nessuno: un meccanismo che ha un solo obiettivo, proposte concrete per il rilancio della città e senza “tatticismi poltronici”.

Le dichiarazioni del Sindaco sul PDL mi fanno solo capire che anche lui è “sommerso”: a causa di quello scarso 3% Mangialardi deve rendere conto a SEL che lo tiene costantemente sotto scacco rendendo la città ingovernabile. Per evidenziarlo meglio, basti pensare che due assessorati cruciali per l’amministrazione della città, ovvero l’urbanistica e il bilancio, è stato costretto a cederli proprio a Sel che li gestisce in piena autonomia, lasciando e riducendo il Sindaco a fare da ‘vigile del fuoco’ per spegnere gli incendi tra PD e SEL.

Commenti
Ci sono 5 commenti
+ o - Mauro 2013-02-26 20:24:04
Enrico...giuste le tue osservazioni e valutazioni, ma se si vuole cambiare lo scenario politico di Senigallia (cosa improcastinabile), devi guardarti intorno con occhi sereni per poter mettere in piedi un qualche cosa di valido che vada a genio dei cittadini, e di valido qualche cosa c'è.
Ñáñolo 2013-02-26 21:51:34
Immagino le code chilometriche di gente in attesa di chiedere a Rimini un'opinione sul M5S.
Gherardo 2013-02-26 22:22:31
Scusi signor Rimini, ma avere il 36% (coalizione CS) contro il 17% (coalizione CD)dovrebbe far riflettere più a destra che a sinistra, in tutta italia la destra tiene a senigallia non riesce mai a smuoversi dall'anonimato ... e in un ipotetico ballottaggio comunale non credo che il 30% di Grillo voterebbe a destra ...
s.nigajes
s.nigajes 2013-02-26 23:12:01
consiglierei a Rimini anche una ripassata alla geografia politica cittadina, visto che gli assessori citati sono dei verdi e non di sel
Rachele 2013-02-27 10:24:02
D'accordo sul fatto che la politica tradizionale abbia fallito.

Ma dire che il sindaco siccome è del PD non ha più la maggioranza dei consensi della cittadinanza è sbagliato perchè:
1) almeno in quel caso si è eletta una persona oltre che un partito in un contesto politico diverso (mentre con la legge elettorale attuale non eleggo una persona così da poterla "inchiodare"alle sue responsabilità se non mantiene le promesse elettorali;
2) non è che le preferenze espresse nelle politiche deve mettere in discussione gli organi regolarmente eletti nelle comunali: i risultati conseguiti in qualunque elzione deve avere la durata del mandato e cadere se non ci sono accordi interni. Alla fine del mandato si rivota. Punto.

Io, semplice elettrice, non del PD, esorterei Il consigliere che scrive a fare lui col partito che rappresenta un esame di coscienza visti i risultati elettorali. Parliamo della trave nell'occhio di biblica memoria.


E poi gli elettori non sono così stupidi: si votava per il Parlamento e non contro il Sindaco e la sua amministrazione.

Sinceramente da qualunque consigliere comunale mi aspetto una visione più ampia dei problemi e non l'ennesimo tentativo di gettare discredito sull'amministrazione comunale con qualunque pretesto.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura