SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Un Natale in carcere per una ventina di volontari di Senigallia

Giochi e attività organizzati a Montacuto da chi pure in tempo di festa non ha dimenticato i detenuti

Concerto a Montacuto tra i detenuti

Concluso il periodo natalizio è tempo di ringraziare chi, pur festeggiando con le proprie famiglie e amici, non ha dimenticato le persone recluse nelle carceri marchigiane e in particolare quelle dell’Istituto di pena di Montacuto.


Una dozzina circa le persone di Senigallia coinvolte, nella settimana prenatalizia dal 18 al 21 dicembre, nelle attività ludico ricreative per i bambini dei detenuti. Come ogni settimana dell’anno, infatti, anche in quella che precede il 25 dicembre si sono tenuti i colloqui tra detenuti e familiari. Come è facilmente prevedibile, però, sotto il periodo natalizio in questi appuntamenti si registra un afflusso maggiore di parenti rispetto ad altre settimane dell’anno. Dunque i tempi di attesa possono dilatarsi e i bambini….stancarsi.

Ecco perché, in occasione dei colloqui tra detenuti e familiari durante la settimana natalizia, i volontari senigalliesi hanno allestito giochi e attività per i più piccoli che venivano ad incontrare i propri parenti. Ogni mattina, dalle 8.30 alle 13.30, grazie alla collaborazione del centro per l’infanzia Stranalandia che ha messo a disposizione i materiali, i volontari hanno intrattenuto i bimbi e, in qualche caso, anche i più grandi che erano in attesa.

Inoltre, a conclusione dei corsi di tastiera e chitarra tenuti da circa un anno dai docenti della scuola Musikè di Senigallia ai detenuti, cittadini, negozi e ditte senigalliesi si sono offerti di preparare pacchi regalo contenenti dolciumi e pasta, ma anche generi di prima necessità come carta igienica e prodotti per l’igiene personale, che sono stati consegnati il 17 dicembre.

Il periodo delle festività ha visto l’apice con le Sante Messe del giorno di Natale tenute all’interno dell’Istituto. Due le celebrazioni eucaristiche: una alle 8.30 per i detenuti comuni del carcere e l’altra alle 10 per i detenuti delle sezioni di Alta Sicurezza, animate sia dai volontari senigalliesi che dagli stessi detenuti partecipanti ai corsi musicali. Un’occasione speciale per condividere insieme alle persone private della libertà personale il momento più importante dell’intero periodo natalizio, appunto le Sante Messe.

Un grande ringraziamento, dunque, a tutte queste persone che, affiancandosi a quanti già operano all’interno dell’Istituto di pena di Montacuto, hanno portato un po’ di ‘festa’ e sorrisi all’interno delle mura di cinta: Alessandro Di Nardo, Andrea Celidoni, Brenno Costanzi, Claudia Marchetti, Cristina Deromendi, Davide Del Vicario, Erbolario Senigallia, Federica Ubertini, Francesco Vernelli, Giorgio Berrettini, Giovanni Spinozzi, Laura Mandolini, Giulia Torbidoni, Giusy Guidini, Lucia Vernelli, Mara Marinelli, Marika Profili, Marisa Sabatini, Matteo Alessandroni, Matteo Celidoni, Michela Sebastianelli, Nicoletta Bartolini, Rita Fagnani, Silvia Fabri, Scout Senigallia1, Sonia Boldreghini, Tiriboco Grandi Cucine.

Commenti
Solo un commento
O. Manni
Pau Manoni 2013-01-12 01:03:12
Andrea e tutti gli altri volontari del Musikè, stanno facendo un lavoro straordinario, portando avanti questo ed altri tipi di progetti, nel carcere di Montacuto. So che presto cominceranno a lavorare anche nel carcere di Barcaglione. A lui ed a tutti gli altri, vanno i miei (soliti) sentitissimi complimenti. Un ringraziamento sincero per il loro quotidiano alleviare le sofferenze derivanti dalla criminale ed infame "tortura di Stato", ai danni dei detenuti che si trovano in condizioni disumane nelle carceri.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia