SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Dopo la mareggiata, sulla spiaggia di Senigallia è il momento di contare i danni

Litorale eroso, paratie divelte, acqua nelle strutture balneari: un mix di concause - Nuove FOTO

4.792 Letture
commenti
Mareggiata a Senigallia: paratie divelte all'Hotel Regina

Non si sa ancora la cifra, ma è di decine di migliaia di Euro l’ammontare dei danni della violenta mareggiata che nella notte tra Halloween e Ognissanti ha colpito la costa marchigiana, portando anche a Senigallia distruzione nelle strutture alloggiate ed edificate sulla Spiaggia di Velluto.

Centinaia di metri cubi di spiaggia erosa, acqua arrivata fino ai basamenti dei locali che poggiano sulla sabbia di Senigallia, parasabbia che sono diventati “para-acqua” e che in molti casi non hanno retto l’urto del mare impetuoso, che ha divelto le paratie e invaso tanti office in cui i bagnini depositano le loro attrezzature durante l’inverno.

Mareggiata a Senigallia: paratie divelte dal mare in tempestaAll’origine di una mareggiata così dannosa ci sono state tre concause, ha spiegato Daniele Corinaldesi dei Bagni Nella: la marea molto alta, che ha portato anche acqua alta a livelli record a Venezia, il vento di Levante che ha spirato e le condizioni di burrasca. I tre fattori insieme sono stati micidiali.

Lo stabilimento di Corinaldesi, quello storico in muratura, ha retto tutto sommato bene l’urto, a parte acqua e sabbia da spalare fin dentro l’office. Ma per molti altri operatori balneari i danni sono già di migliaia di Euro ciascuno, colpiti in maniera diversa a seconda della vicinanza o meno dal molo e dalle diverse conformazioni del litorale.

Di certo serviranno camion e camion (Corinaldesi parla addirittura di 1.500) di sabbia per il ripascimento. E di questi tempi trovare i fondi per un’operazione del genere non sarà un’impresa semplice.

Mareggiata a Senigallia: i Bagni NellaMareggiata a Senigallia: paratie divelte davanti all'Hotel CityMareggiata a Senigallia: paratie divelte al Ponterosso

Commenti
Ci sono 5 commenti
gio 2012-11-03 14:00:00
Scogliere!
La unica soluzione
guardate falconarA hanno protetto il loro lungomare fino ad ancona
dopotutto se si fa un viaggio in treno. e la linea ferrata viaggia parallela al mare vi accorgerete che le scogliere proteggono la quasi totalità. delle coste marchigiane
Se si fa in fretta avremo in futuro una piccola spiaggia di velluto.
se ritardiamo e non mettiamo scogliere.
non avremo più. spiaggia. ma solo strada sul lungomarr
marina de monmarcia insegna
maria soldani 2012-11-03 17:44:28
Sono davvero dispiaciuta per questo disastro causato dall'infausto meteo! Una vera jattura per il lungomare di Senigallia,dove ho trscorso indimenticabili soggiorni estivi,fino all'anno scorso!Il mio più sentito rincrescimento va a tutti i gestori dei bagni coinvolti,senza distinzione alcuna!!Auguro loro di far fronte,con coraggio e forza d'animo, alle necessarie riparazioni,sperando che il comune faccia la sua parte!Maria da Roma
gianluca 2012-11-03 19:10:19
il comune fa' la sua parte anche troppo , tirassero fuori un po' de soldi anche i gesori che ne fanno in abbondanza e ne spendono anche pochi
Ñáñolo 2012-11-03 19:21:36
E a proteggere il mare dalla furia degli stabilimenti chi ci pensa?
Eldo Pasquini 2012-11-03 20:13:33
i veri nemici della spiaggia sono gli stabilimenti balneari, non le mareggiate.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura