SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Londra 2012: le Olimpiadi raggiungono Senigallia grazie a RAM in libri

Giovedì 19 luglio alla Rotonda a mare una serata con Nicola Sbetti, autore di "Giochi di potere"

Logo ufficiale delle Olimpiadi di Londra 2012

Giovedì 19 luglio, ore 21.30, appuntamento con la cultura e con i “giochi di potere“. Esiste veramente una sfera capace di tenere separato il mondo dello sport da quello della politica? Se volgiamo il nostro sguardo sui Giochi Olimpici estivi, questo assunto non sembra trovare alcun riscontro. Ripercorrere la loro storia lungo un cammino che parte dall’antica Grecia e si conclude proiettando il proprio sguardo fino al 2020, evidenzia come lo sport e la politica siano andati costantemente a braccetto.

Di questo si parlerà nell’incontro di RAMinlibri con Nicola Sbetti, autore di “Giochi di potere – Olimpiadi e politica da Atene a Londra 1896-2012“.
L’opera, uscita ai primi di luglio, ha una prefazione di Sergio Giuntini e fa parte della prestigiosa collana “Quaderni di storia”, fondata da Giovanni Spadolini e diretta da Fulvio Cammarano, Professore ordinario di Storia contemporanea all’Università di Bologna ed editorialista domenicale del “Corriere Adriatico”.
Lo stesso Cammarano presenterà la serata della Rotonda assieme al giornalista Marcello Pagliari e naturalmente all’autore del libro, Nicola Sbetti.

L’AUTORE
Nicola Sbetti è un giovane giornalista free lance e ricercatore sportivo.
Dottorando in Politica, Istituzioni e Storia presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna dove si sta specializzando nello studio del rapporto fra sport e politica estera. Membro della Società Italiana Storia dello Sport, di cui è delegato regionale per l’Emilia Romagna, presso la biblioteca provinciale del CONI. Fa parte della redazione della rivista di storia e critica dello sport “Lancillotto e Nausica” per la quale ha pubblicato il saggio “L’Insalatiera Insanguinata”. Scrive su “The Post Internazionale” ed ha collaborato con l'”Unità”.
Sbetti è responsabile regionale dell’Emilia Romagna per la Società Italiana Storia dello Sport (Siss). Collaboratore della rivista di storia e critica dello sport “Lancillotto e Nausica”, membro della redazione della rivista online “Pianeta Sport”, è stato organizzatore del convegno “Se lo sport fa l’Europa”, tenutosi presso l’Università di Bologna il 13 novembre 2009 e del convegno “Lo sport italiano nei 150 anni dell’Unità d’Italia”, 6 maggio 2011.

L’opera
Dal 27 luglio al 12 agosto 2012 si terrà a Londra la trentesima edizione dei Giochi Olimpici. Dal 1896 a oggi questa competizione è riuscita ad imporsi come l’evento sportivo più importante al mondo. Del resto la struttura dello sport internazionale, di cui le Olimpiadi rappresentano indiscutibilmente il momento più significativo, concorre a rappresentare una visione del mondo diviso in stati-nazione in competizione fra loro, al punto che lo stesso Comitato Olimpico Internazionale (CIO), l’istituzione deputata all’organizzazione dei Giochi, può essere visto come equivalente sportivo delle Nazioni Unite.

Ad ogni edizione le Olimpiadi hanno anticipato o certificato i cambiamenti storici, le tensioni e le riappacificazioni internazionali e hanno accompagnato, venendone influenzati, l’affermarsi dei nazionalismi e di ideologie quali il darwinismo, il lamarkismo e il positivismo. Nella prima metà del XX° secolo si sono affermati quei cerimoniali e quelle tradizioni che, sopravvivendo a due guerre mondiali, si sono cristallizzati fino ai giorni nostri permettendo all’ideale olimpico di presentarsi come una moderna forma di religione laica. Nel secondo dopoguerra anche i Giochi Olimpici sono stati fortemente condizionati dalla guerra fredda e dai processi di decolonizzazione, fino a diventare con le Olimpiadi di Pechino nel 2008 e di Rio de Janeiro nel 2016 un segnale del nuovo ordine internazionale.

Questo libro ripercorre cronologicamente la storia dei Giochi Olimpici dell’era moderna in funzione delle scelte e delle interazioni politiche che le hanno condizionate, per evidenziare quanto questo evento rappresenti qualcosa che va ben al di là di una semplice competizione sportiva.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura