SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pallacanestro, 60019.it intervista Sergio Maddaloni

Il 3 ottobre l'esordio casalingo contro Trento. L'esterno Goldengas: "Essere uniti farà la differenza"

7.398 Letture
commenti

PallacanestroDomenica 3 ottobre alle ore 18, il Pala Panzini ospiterà il debutto casalingo della Pallacanestro Senigallia nel campionato di A dilettanti, stagione 2010-2011.
Lasciata alle spalle la sconfitta di Ozzano, lo spogliatoio biancorosso è ora più che concentrato in vista di questo delicato match contro un avversario forte come la Bitumcalor Trento.

Sergio Maddaloni, play-guardia senigalliese classe 1984, ha espresso a 60019.it le sue considerazioni, analizzando la gara persa ad Ozzano.

"Sergio, cos’è che non ha funzionato contro la Pentagruppo?"

"Siamo stati meno aggressivi dell’avversario. La prima partita è sempre particolare e abbiamo capito che non possiamo permetterci di abbassare l’intensità in questo campionato".

"Ora, l’esordio casalingo di domenica contro Trento. Si tratta di un match importante, come state preparando la gara?"

"Si, è un match molto importante perché la formula del campionato non ti permette molti passi falsi casalinghi. Sappiamo che Trento è una delle favorite alla vittoria del girone, quindi dovremo fare una gran partita. La stiamo preparando come abbiamo sempre fatto, chiudendoci in palestra a lavorare. Dal punto di vista tecnico, in questo momento dobbiamo pensare più a migliorare i nostri meccanismi difensivi e offensivi che pensare alle caratteristiche dell’avversario".

"Siamo solo ad inizio campionato, ma vorrei chiederti: quali sono le differenze e quali le caratteristiche immutate della Goldengas di quest’anno, confrontandola con quella della stagione scorsa?"

Sergio Maddaloni"L’ossatura della squadra è rimasta abbastanza inalterata e i nuovi arrivi sono persone molto intelligenti che non hanno avuto nessun problema ad ambientarsi nello spogliatoio. Di differente posso dire che abbiamo più fisicità sotto canestro, cosa essenziale visto le qualità atletiche delle nostre avversarie. Lo spirito che ci contraddistingueva l’anno scorso è rimasto, siamo un gruppo unito ed è questo che deve fare la differenza".

"Cambiamo argomento. Tu sei un prodotto del settore giovanile senigalliese. Settore giovanile che è sempre stato uno dei capisaldi all’interno della politica societaria. Come vedi la crescita di questi giovani e il lavoro svolto per loro?"

"Ho visto alcuni ragazzi di 15-16 anni molto promettenti e qualcuno già si allena con noi . So che la società sta facendo un bel lavoro per questi giovani ed è tutto lavoro che gli tornerà utile in futuro . Il settore giovanile è la base per una società come Senigallia che cerca d’investire sempre nei prodotti della zona".

"Per chiudere: da senigalliese, rivolgi due parole al pubblico prima di quest’importante esordio casalingo"

"Al pubblico posso solo chiedere di continuare a sostenerci come hanno fatto finora. Anche ad Ozzano ho sentito un bel ’casino’. Da senigalliese posso dire che vedere il palazzo pieno come a maggio scorso è un’emozione unica. Quest’anno, in casa dobbiamo costruire un fortino e senza l’aiuto del pubblico questa impresa è pressoché impossibile. Sempre forza Goldengas!".

di Andrea Marcellini

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!