SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Biciclette bici elettriche Mancinelli - Senigallia

Pizza Democratica a Senigallia

Si è svolta l'edizione 2023

Per la IX edizione della “Pizza democratica”, tenutasi la sera di martedì 4 luglio presso il Ristorante Il Pomodoro, sono giunti soci e socie dell’Associazione di Storia Contemporanea da fuori provincia e addirittura da fuori regione (la foto del socio Vincenzo Prediletto ritrae un particolare dell’arrivo dei primi soci).

Il numero dei presenti ha superato le previsioni della vigilia e la serata è stata aperta dal presidente, prof. Marco Severini, che ha sinteticamente ricordato i prossimi appuntamenti associativi per poi cedere la parola al professor Roberto Cresti il quale, docente di Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università di Macerata, ha offerto ai presenti una profonda riflessione sull’autenticità dei valori e dei principi che legano i tre eventi ricorrenti il 4 luglio (1776: Dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti; 1807: compleanno di Giuseppe Garibaldi, l’italiano più famoso al mondo di ogni epoca; 1849: caduta della Repubblica romana): i principi di libertà, democrazia e partecipazione sono vivi, nonostante i tempi stiano repentinamente cambiando.

Tali ragionamenti hanno animato durante la cena un dibattito appassionato tra i partecipanti: c’è chi ha sottolineato come quegli stessi principi siano oggetto di un attacco molto più diffuso e capillare di quanto comunemente si creda: attacchi provenienti, tra gli altri, dal conformismo, da forme di violenza e di intimidazione e da un declassamento culturale sempre più evidente e preoccupante.

Altri hanno ricordato che “la democrazia va sempre, giorno dopo giorno, affermata e realizzata nella vita quotidiana”, come ha detto nel 2015 Sergio Mattarella otto anni fa, nel corso del suo primo 25 aprile come Capo dello Stato; farlo, però, comporta un impegno e un coraggio che non vengono recepiti dalla maggior parte della comunità e soprattutto dai giovani. Ancora, è stato sottolineato che sempre più spesso, nella quotidianità, al dialogo si sostituiscono le urla, al confronto libero e civile toni ingiuriosi e minacciosi, alla partecipazione l’indifferenza o l’omertosa compiacenza; non sono mancati interessanti riferimenti alla cultura storiografica, al mondo dell’arte, della cultura e della cinematografia italiana e internazionale nonché altre riflessioni da parte dei soci su alcuni aspetti della vita associativa. La serata si è chiusa verso mezzanotte.

L’Associazione ringrazia Gabriele Leonardi e lo staff del Pomodoro per l’abituale, cortese accoglienza riservata.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura