SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“L’assessore Cameruccio si vergogni: le nostre previsioni erano corrette”

Insorge l'opposizione a Senigallia: "Approvato un atto con 90 appartamenti al posto di 30 alle colonie ex Enel"

2.964 Letture
commenti
le macerie delle ex colonie Enel a Senigallia

In una commissione consiliare a dir poco surreale, abbiamo assistito a un clamoroso silenzio politico dell’assessore all’urbanistica Cameruccio in merito all’atto di indirizzo sulla variante al piano particolareggiato con riferimento alle colonie ex Enel.

Poche giustificazioni e una visione politica a dir poco imbarazzante per una operazione difficilmente spiegabile ai cittadini senigalliesi.

I fatti parlano di un’area che passerà da 30 a 90 appartamenti e dove l’hotel previsto verrà cancellato, in quanto verranno inserite delle residenze turistico-alberghiere. Quindi si passa da un Polo Turistico in cui era previsto un 70% turistico- ricettivo e 30% residenziale, ad un complesso prevalentemente residenziale. La variante, che non si può dire che non sia sostanziale – su questo chiederemo un parere scritto alla segretaria generale- dimostra la totale inadeguatezza e incapacità politica dell’assessore Cameruccio, che in 2 anni e mezzo è stato capace di produrre solo questo “capolavoro” politico.

Qualcuno potrebbe giustamente dire: si concedono 90 appartamenti al posto di 30, ma in cambio chissà il Comune cosa potrà aver ottenuto, nell’interesse pubblico. Beh, la risposta è semplice, rispetto a ciò che viene proposto in cambio arriverà poco o niente rispetto a quanto era previsto in origine: un parcheggio riqualificato e una strada nuova a servizio della zona, a meno che il contributo straordinario di costruzione non assuma dimensioni inimmaginabili, molto improbabile a nostro avviso.

Si passa da una soluzione che poteva portare sviluppo e lavoro attraverso un hotel e l’indotto ad un vero e proprio cambio di progetto che mette al centro la residenzialità e la rendita, con 90 appartamenti (di cui quasi la metà di 40mq!).

Su questa pratica registriamo l’imbarazzante silenzio politico del sindaco Olivetti che non era presente il giorno dell’approvazione dell’atto in giunta che ha invece visto la firma del vicesindaco Pizzi. Ci chiediamo come mai su una partita così importante il primo cittadino non era presente e i motivi della sua assenza.

La città deve sapere: questa destra amministra in totale assenza di trasparenza politica e questa operazione ne è la plastica rappresentazione.

Gruppi consiliari
Partito Democratico
Diritti al Futuro
Vivi Senigallia
Vola Senigallia

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno