SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Calcio: il punto sul campionato di Serie A 2022-2023

Atalanta, Napoli e Udinese sono già le rivelazioni del torneo? Top e flop di questo avvio di stagione per il campionato di serie A

1.004 Letture
commenti
Pallone da calcio - photo by Pixabay

La stagione calcistica 2022-2023 è partita forte e promette grande spettacolo ed emozione per quanto riguarda il campionato, che però subirà una lunga pausa tra la metà di novembre e il mese di dicembre 2022.

Prima di arrivare alla sosta del prossimo 13 novembre, ci sarà da capire quali squadre arriveranno allo stop con una migliore e privilegiata posizione in classifica. A inizio stagione, prima ancora della pubblicazione del calendario, nuovamente asimmetrico come durante lo scorso anno, erano stati fatti alcuni nomi tra le squadre in lizza per la lotta scudetto. Tra queste squadre però non figuravano le tre formazioni che hanno avuto il miglior avvio in campionato.

Atalanta, Napoli e Udinese sono già le rivelazioni del torneo?

Si tratta di Udinese, Atalanta e Napoli. Senza nulla togliere ai friulani e alla Dea, che hanno dalla loro il fatto di non dover disputare le coppe europee, aveva un po’ sorpreso e spiazzato il fatto che questo Napoli targato De Laurentiis non fosse valutato come una delle big del torneo. Eppure il club aveva confermato giustamente un tecnico capace come Luciano Spalletti, il quale durante i primi tre quarti della stagione passata era stato protagonista di un Napoli tornato finalmente competitiva e addirittura fino a un certo punto, in lizza per vincere lo scudetto. Le cose poi erano andate diversamente e forse aveva giocato un ruolo nefasto anche la situazione rinnovi e uno spogliatoio non del tutto compatto, proprio a causa di questo aspetto.

La rosa del Napoli di Luciano Spalletti 2022-2023

In effetti da quel Napoli sono andati via alcuni pilastri come Fabian Ruiz, Ospina, Mertens, il capitano Insigne e il centrale difensivo Koulibaly. Restava però l’ossatura che lo scorso anno era arrivata terza e aveva giocato a fasi alterne una buona Europa League. Eppure alle griglie di partenza il Napoli era dato come sesta se non settima forza di questo campionato.In effetti quando questo pronostico legato alle quote serie A è stato realizzato il club azzurro non aveva ancora chiuso i prestiti-acquisti di tre giocatori come Giacomo Raspadori, Giovanni Simeone e Tanguy Ndombele, a cui si era unico un certo scetticismo sulle scelte di sostituire Insigne e Koulibaly con Kvaratskhelia e Kim Min-jae. Il Napoli non aveva di fatto mantenuto la stessa rosa, come fatto dal Milan, non si era rafforzato come Inter e Juventus e non aveva nemmeno lo stesso piglio della Lazio di Sarri. Questo stando alle premesse prima del calcio di inizio, visto che una volta partito il campionato le cose si sono messe diversamente, ma questo aspetto non ha riguardato solo il Napoli, ma anche le altre big e quelle che attualmente si stanno rivelando come le sorprese di questa prima parte di stagione calcistica.

Top e flop di questo avvio di stagione per il campionato di serie A

Delude la Fiorentina di Vincenzo Italiano, che forse in termini gerarchici andrebbe già omessa dalle cosiddette sette sorelle. Siano anche otto a Juventus, Milan, Inter, Roma, Lazio e Napoli più che Viola bisogna aggiungere Atalanta e Udinese, non solo per i punti in classifica, ma anche per come hanno saputo affrontare le prime della classe. L’Atalanta infatti ha fermato il Milan con un pareggio e ha già battuto la Roma di Mourinho in trasferta, ma è ancora più stupefacente quanto ottenuto dall’Udinese di Andrea Sottil. I friulani infatti dopo la sconfitta in trasferta contro il Milan e il pareggio in casa con la Salernitana, non si sono più fermati, nonostante un calendario sulla carta per niente agevole. L’Udinese ha vinto e convinto contro Monza, Fiorentina, Roma, Sassuolo, Inter e Verona. Talvolta in rimonta, ma più che altro dimostrando delle potenzialità evidenti specialmente per aver battuto due delle candidate allo scudetto come Inter e Roma. Guardare oggi alla classifica vale poco, ma sono le prestazioni e i risultati che ci mostrano come queste tre underdogs possano davvero fare molto in questo campionato. Questo non vuol dire che arriveranno fino alla fine, anche perché gli organici di Juventus, Inter, Milan, Roma e Lazio restano appunto di livello superiore. Eppure tra il Napoli che vince contro Liverpool, Ajax, Milan e Lazio e l’Udinese guidata da un tecnico che vuole fare bene come Sottil, bisogna quantomeno riconoscere il livello di queste squadre.

Il ritorno tra le grandi per la Dea di Gasperini

 Si parla poco anche di Gasperini e della sua Atalanta, eppure la Dea dopo una stagione di transizione ormai alle spalle, sembra essere tornata competitiva e capace di creare non pochi problemi alle quattro squadre più quotata per lo scudetto. La Juventus di Allegri è tornata a vincere in Champions League e anche l’Inter ha dato un segnale importante, mentre il Milan è chiamato già dal prossimo turno a riscattarsi. In questo momento un po’ tutti stanno aspettando di vedere quanto durerà il momento di forma del Napoli di Spalletti e dell’Udinese di Sottil, ma anche la Lazio di Sarri ha mostrato le proprie credenziali, così come il Sassuolo di Alessio Dionisi. Tra i flop di questo primo scorcio di stagione figurano invece il terzetto composto da: Fiorentina, Torino e Bologna. Un po’ meglio Torino e Fiorentina, che però hanno già collezionato rispettivamente 4 e 3 sconfitte. Inizio da dimenticare quindi per gli uomini di Juric e per quelli di Vincenzo Italiano.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno