SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

La Fondazione Città di Senigallia accoglie 11 alluvionati

Persone che non hanno più la casa e presentano criticità di salute o di età

1.289 Letture
commenti
Alluvione via Carducci

Dal pomeriggio del 16 settembre la Fondazione “Città di Senigallia “ in totale sinergie con i responsabili dei Servizi Sociali dell’Unione dei Comuni “Le Terre della Marca Senone” ha iniziato ad accogliere alcune famiglie di alluvionati.


Sono già entrate 11 persone , che presentano forti criticità sotto un profilo di salute e/o di età, oltre al grave problema della casa completamente allagata.
L’esperienza e l’elevata formazione di tutto il personale dipendente della Fondazione garantisce un elevato standard e qualitativo delle prestazioni socio – sanitarie che vengono erogate ai nuovi ospiti alluvionati.
Del resto in una simile emergenza in alcune famiglie il problema casa si somma a patologie e/o problematiche socio sanitarie precedenti , già difficilmente gestibili.
Una struttura organizzata come quella della Fondazione fornisce una risposta immediata ed efficace a tutto il territorio.
Sono stati già accolti 11 alluvionati, che presentano notevoli problematiche socio – sanitarie, e si è pronti ad accoglierne altri.
“Devo ringraziare tutti i dipendenti che da ieri volontariamente e con enormi sacrifici si sono messi a disposizione per fronteggiare questa emergenza ed in sole 2 ore hanno reso possibile l’accoglienza di nostri concittadini colpiti da questo immane tragedia e già provati da precedenti serie problematiche socio–sanitarie – chiosa l’avv. Corrado Canafoglia, Commissario della Fondazione “Città di Senigallia “
L’obiettivo è di assistere chi già prima era in difficoltà ed oggi si trova senza una casa , nell’ottica di dare loro non solo un’adeguata assistenza, ma anche di donargli un momento di calore umano – affermano Catia Alessandroni, Serena Compagnucci ed Emilia Gambuto , infermiere della Fondazione che in prima battuta hanno preso in carico i primi ingressi.
Hanno bisogno di raccontare la loro esperienza , hanno bisogno di vedere un futuro – aggiunge la Dr.ssa Lara Landi coordinatrice e psicologa della struttura che già ospita 42 anziani.
Stiamo cercando di farli sentire come a casa, lavorando per un obiettivo comune, dare un aiuto a chi oggi è in difficoltà – concludono Sonia Scarponi, Elena Zoppicchini , Federica Parrino e Lorena Arcangeli , OSS della Fondazione, e Lorenzo Leoni e Carlo Celidoni dell’ufficio amministrativo”.

Commenti
Ci sono 2 commenti
salvatore 2022-09-18 10:31:10
Grazie alla Fondazione che deve rifarsi un'immagine e dopo le polemiche un vero gesto di amore,che verrà ben ripagato.Ma mi domando come mai per il covid gli alberghi hanno fatto carte false per accogliere le persone in quarantena..e per i nostri sfollati ???...
Glauco G. 2022-09-19 14:09:33
@salvatore...ad oggi, sono state sistemate in hotel 42 persone. Non so dirti quanti hanno dato la diposnibilità e quanti no (e imotivi) ma non credo sia corretto (oggi) accusare una categoria che vive e lavora qui a Senigallia senza nemmeno sapere i fatti.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno







Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura