SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Giovedì 25 novembre sciopero in tutti gli impianti sportivi della città di Senigallia

Lo annunciano i Presidenti delle società dopo l'imminente aumento delle tariffe comunicato dall'Amministrazione

2.184 Letture
Un commento
Farmacia Avitabile Senigallia - Farmacia Oncologica - Centro estetico BB Wellness
Presidenti società sportive di Senigallia

“Non era mai accaduto che tutte le società sportive del territorio si riunissero per un unico obbiettivo” così dichiarano i Presidenti senigalliesi a seguito di importanti novità a loro comunicate dall’Amministrazione Comunale di Senigallia.

L’Assessore allo sport Riccardo Pizzi ha infatti annunciato che dal 2022 in base ad una norma del 1977, da lui menzionata, verrà data priorità alle scuole nelle ore pomeridiane, piuttosto che alle società sportive per usufruire degli impianti e saranno i presidi a decidere e comunicare gli orari di ingresso.

Presidenti delle società sportive di SenigalliaLo scenario che le società prospettano è una drastica diminuzione dei settori giovanili che solitamente si allenano nelle prime ore del pomeriggio e non avrebbero più lo spazio per farlo.

Secondo l’Avv. Paradisi, Direttore Tecnico della US Pallavolo Senigallia, la suddetta norma citata dall’Assessore Pizzi direbbe in realtà tutt’altro “I Comuni e le Province hanno la facoltà di concedere gli spazi negli orari pomeridiani alle scuole, qualora ci siano dei progetti importanti in corso.”

Attualmente i cambiamenti comunicati alle società sportive derivano solamente da un confronto verbale avvenuto con l’Assessore Pizzi, non sono infatti ancora presenti delibere nell’albo pretorio.

La prima preoccupazione dichiarata dalle società, a fronte di una prossima applicazione della norma come descritta dall’Assessore è la mancanza di impianti sportivi per poter permettere a tutti di svolgere le proprie attività.

La seconda problematica è un preannunciato aumento del circa il 400% delle tariffe, dovuto ad un cambiamento del calcolo dei costi: non più una stima forfettaria di circa 1600 euro l’anno, ma il conteggio sarà aggiornato ad un prezzo di circa 6 euro l’ora.

Questo causerebbe un inevitabile aumento dei costi di iscrizione che le società dovrebbero richiedere alla famiglie per far fronte al pagamento degli impianti. Secondo quanto riferito dai vari rappresentanti delle società, l’attuale quota versata dagli sportivi copre circa il 60% dei costi e molte famiglie della città faticano già a saldare l’abbonamento. Il rischio che si palesa è che lo sport a Senigallia diventi un attività d’elite.

Domani, giovedì 25 novembre, gli impianti sportivi saranno serrati con l’intento dichiarato di dimostrare che cos’è una città senza sport e quale scenario potrebbe prospettarsi se questi provvedimenti venissero attuati.

Ad aderire saranno: Accademia Pugilistica, Senigallia Skating, All Blacks Teakwondo, Assta Arcieri, Atletica Senigallia, US Pallavolo, Vigor Senigallia, Asd Arti Marziali, Team Roller, Senigallia Basket 2020, Tennis Tavolo Spiaggia di Velluto, Polisportiva Senigallia judo e ginnastica e Senigallia Calcio.

Presidenti delle società sportive di Senigallia“Dopo due anni di Covid, le spese dovute alle sanificazione, la riduzione degli iscritti il Comune di Senigallia ha aumentato le tariffe. Oltretutto, durante il difficile periodo delle chiusure è stato anche uno dei pochi Comuni a non aver dato contributi al mondo dello sport”così denunciano i Presidenti delle società sportive di Senigallia.

Mauro Guenci, Presidente del Team Roller“Noi rappresentiamo l’aspetto sociale dei bambini e dei giovani e abbiamo resistito per loro nonostante tutte le difficoltà affrontate durante il Covid e ci aspettavamo dall’Amministrazione Comunale degli sgravi fiscali o che ci venisse incontro, invece sta avvenendo tutto il contrario.”

Rino Frulla“Ogni ora e mezza, per circa 4 volte al giorno, sanifinchiamo quasi 60 palloni e attrezzature. Sono costi che la società sostiene da sola, nonostante già le entrate degli abbonamenti non siano sufficienti a comprire tutte le spese. Oltretutto la Vigor Senigallia quest’anno ha assegnato 8 borse di studio in quanto sono state riscontrate difficoltà da parte delle famiglie nel pagamento delle rette. Non possiamo chiedere ulteriori sforzi agli iscritti e noi non possiamo farci carico di tutto” così dichiara a nome della società Rino Frulla.

Commenti
Solo un commento
marco8899 2021-11-24 21:02:45
Amministrazione disastrosa, da vergogna. Massacrare lo sport giovanile é uno sbaglio madornale. Le società sportive svolgono una funzione straordinaria con notevoli aspetti sociali.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura