SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Riapertura discoteche: il Presidente SILB FIPE Marche sulle nuove direttive

Gabriele Tombari: "Un accanimento al nostro settore. Conviene stare chiusi piuttosto che riaprire così"

Macchine da giardino Mancinelli - Senigallia
Gabriele Tombari

“Estremamente penalizzante” così Gabriele Tombari, Presidente SILB FIPE Marche, ha commentato in un’intervista a Senigallia Notizie la serie di norme proposte dal Comitato Tecnico Scientifico per le riaperture delle piste da ballo.

La più stringente e discussa tra le limitazioni presentate era la diminuzione della capienza massima al 35% per le discoteche al chiuso, poi portata al 50%. Quando il Cts, aveva proposto una percentuale d’ingressi che non raggiungeva nenache la metà della capienza massima, secondo il Presidente Tombari una tale limitazione non avrebbe lasciato margine di guadagno agli imprenditori “Conviene stare chiusi piuttosto che aprire al 35%”.

A tal proposito, i sindacati sono riusciti a mediare a livello istituzionale e a raggiungere un compromesso del 50% della capienza;  il Consiglio dei Ministri ha infatti approvato il decreto all’unanimità.

Per SILB FIPE Marche è necessario tenere in considerazione anche il settore della musica: altre tipologie di locali, come balere e sale da ballo, lavorano e collaborano con gruppi musicali ed orchestre le quali risentirebbero a loro volta del peso delle restrizioni. “Si rischia di perdere tutta la musica da ballo che era la nostra tradizione”.

“Sembra un accanimento al nostro settore” le aspettative dell’Associazione sulle direttive per la riapertura delle piste da ballo erano state totalemente disattese; la speranza, spiega Gabriele Tombari, era quella di ricevere lo stesso trattamento delle altre categorie di attività, come i teatri, che radunano persone tanto quanto le discoteche .

Il nuovo decreto legge ha dunque stabilito per le discoteche al chiuso il 50% della capiena massima, escludendo dalla percentuale il personale dipendente, mentre per i locali da ballo all’aperto l’asticella è salita al 75%. Per quanto riguarda il mondo dello sport è stato deciso il 60% al chiuso e 75% all’aperto.

I luoghi della cultura come teatri e cinema, tornano alla loro massima capienza, il governo ha stabilito per loro il 100%, eliminando anche l’obbligo della distanza interpersonale di almeno un metro tra i visitatori.

 

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia