SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
IIS Panzini Senigallia

Jessica Diamantini dell’Istituto Panzini Senigallia presenta il suo “Strudel di mele”

Tutti i piatti proposti nella rubrica "Le Ricette del Grande Max" sono visibili sul canale YouTube di Senigallia Notizie

Ricetta dello strudel

Per la classe 5°A Sala e Vendita dell’Istituto Panzini di Senigallia, l’alunna Jessica Diamantini propone la ricetta dello “Strudel di mele”.

Un dolce classico tipico della tradizione sudtirolese realizzato con una pasta sottilissima arrotolata (da cui deriva il nome strudel che significa “vortice”) che avvolge un ripieno di mele, uvetta e pinoli aromatizzato alla cannella.

Se volete mettervi alla prova e replicare le nostre ricette, potete trovare i video tutorial sul nostro canale YouTube di Senigallia Notizie.

Strudel di Mele

Quantità per 6/8 persone

Ingredienti per la pasta Strudel

Farina’00 160 gr.
Acqua 50 ml.
Uovo intero 1 n.
Cucchiaio di olio di semi di girasole 1 n.
Pizzico di sale 1 n.

Ingredienti per il ripieno

Mele medie (preferibilmente Fuji IGP) 5 n.
Cucchiai di zucchero semolato 3/4 n.
Uva passa rigenerata 50 gr.
Pinoli 40 gr.
Cucchiai di Rum 3 n.
Limone (la scorsa grattugiata e il succo) 1 n.
Cucchiaio circa di cannella in polvere 1 n.
Burro fuso 50 gr.
Pan grattato 80 gr.
Zucchero a velo per completare q.b

Preparazione:

In una spianatoia disponete la farina a fontana, fate un buco al centro e aggiungete l’uovo l’acqua e l’olio. Mescolate dall’interno verso l’esterno inglobando man mano farina, quando i liquidi sono assorbiti, se n1ecessario, aggiungendo un altro pochino di farina. Formate una palla, avvolgetela con della pellicola e lasciate riposare 15-20 minuti.

Durante l’attesa dedichiamoci al ripieno. Prima di tutto sbucciate le mele e tagliatele a pezzettini piccoli. Questo passaggio è importante per avere un ripieno che risulterà compatto. Se tagliate le mele troppo grosse usciranno fuori dal ripieno! Disponete le mele in ciotola con zucchero, uvetta, buccia di limone grattugiata, il succo di limone, rum, pinoli e cannella. Mescolate bene e fate macerare il composto per circa 20 minuti.

Passati i 20 minuti prendiamo la nostra sfoglia e andiamo a stenderla… Secondo la ricetta originale dello strudel di mele, bisogna servirsi di un canovaccio cosparso di farina per stendere la sfoglia e cosi facendo la sfoglia non si attaccherà e ci aiuterà poi ad arrotolare il vortice. La pasta dev’essere sottile 2 mm circa e dovrete realizzare un rettangolo piuttosto lungo e largo. Assicuratevi che il fondo e la superficie, siano sempre spolverate di farina e non umide o appiccicose! Tagliate via un paio di cm di estremi ai 4 lati in modo che siano sagomati.

Fondete il burro e lasciate raffreddare per alcuni secondi, pennellate tutta la superficie della pasta strudel e aggiungete il pan grattato. Questa operazione è necessaria affinché il ripieno di mele non inumidisca l’impasto! Aggiungete il ripieno di mele, uvetta e cannella ormai perfettamente marinato, stendetelo lasciando circa 5 cm di bordo sui 4 lati.

Ripiegate sul ripieno i due estremi sotto e sopra e poi richiudete sopra i due estremi laterali. In questo modo lo strudel è perfettamente sigillato! Il ripieno non uscirà e si taglieranno fette compatte partendo dalla prima! A questo punto, arrotolate lo strudel aiutandovi con il canovaccio sottostante!

Arrotolate fino all’estremità, facendo capitare la chiusura sotto. Infine, ponete lo Strudel di mele in teglia foderata di carta da forno e pennellate con il restante burro fuso. Cuocete in forno già ben caldo nella parte media a 180° per circa 20 – 30 minuti, poi abbassate la temperatura a 170° e proseguite per ancora 30 minuti.

Lo strudel è pronto quando si crea la crosticina dorata in superficie. Sfornate e lasciate raffreddare almeno 3 – 5 h! mi raccomando altrimenti non si tagliano le fette. Spolverate di zucchero a velo e servite il vostro Strudel di mele, accompagnato a piacere con una crema inglese o una pallina di gelato alla vaniglia o della panna montata.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura