SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Prima conferenza dei capigruppo a Senigallia

"Finché si potrà, verranno svolte in presenza"

Massimo Bello

Convocata per mercoledì 11 novembre, nell’Aula consiliare della Residenza Municipale, la prima seduta della Conferenza dei Capigruppo, a cui partecipano anche il Vice Presidente e il Consigliere Straniero Aggiunto.

Il Presidente del Consiglio Comunale, Massimo Bello, dà così avvio, ufficialmente, al nuovo mandato consiliare 2020-2025.
La riunione si terrà dalle ore 18,30 alle ore 19,30 a porte chiuse ed in presenza, senza pubblico e nel pieno rispetto delle disposizioni per la prevenzione della diffusione del contagio da Covid-19, così come indicato anche nell’ultima Circolare del Ministero dell’Interno (n. 14553 del 27.10.2020).

“I lavori della Conferenza – ha dichiarato il Presidente del Consiglio Massimo Bello – si svolgeranno, assicurando la messa in atto di tutte le misure anti-contagio, che prevedono l’obbligo del distanziamento interpersonale, l’utilizzo obbligatorio della mascherina e la misurazione della temperatura, non soltanto dei Consiglieri, ma anche del personale dipendente, che assisterà la Presidenza nei lavori della Conferenza”.
“Fino a quando l’ordinamento lo permetterà – ha aggiunto il Presidente Bello – le sedute del Consiglio, delle Commissioni permanenti e della Conferenza dei Capigruppo si effettueranno in presenza, senza pubblico e con tutte le misure precauzionali previste dalla normativa vigente. Ciò, ovviamente, non escluderà l’eventuale e possibile utilizzo delle modalità da remoto ed on line, qualora ve ne dovesse essere la necessità e l’obbligo giuridico”.

All’ordine del giorno della prima seduta, il Presidente dell’Assemblea consiliare, Massimo Bello, ha inserito una serie di comunicazioni in ordine all’organizzazione dell’Ufficio di Presidenza, della Sala dei Gruppi consiliari e della regolare costituzione dei Gruppi consiliari.

Il tema centrale dell’ordine del giorno della Conferenza dei Capigruppo di mercoledì sarà quello della programmazione di massima dell’agenda dei lavori del Consiglio, della stessa Conferenza e delle costituende Commissioni permanenti.

“L’Ufficio di Presidenza, nella riunione di mercoledì, illustrerà alcune iniziative, che intende adottare – ha detto il Presidente Bello – per rendere il Consiglio funzionale ed operativo. Una di queste iniziative sarà quella di assumere una programmazione, almeno trimestrale, dei lavori dell’Assemblea e dei suoi organi, Conferenza e Commissioni, per permettere, indicativamente, ai Consiglieri di avere a disposizione un’agenda degli impegni istituzionali, che affronteranno nel corso del loro mandato. Tutto questo anche in relazione con i lavori della Giunta e con gli obblighi del Sindaco”.

“Altro capitolo, che affronteremo durante la riunione, sarà quello – ha aggiunto il Presidente del consiglio – dedicato all’agenda dei lavori della prossima seduta del Consiglio, che si terrà giovedì pomeriggio 19 novembre, e di quella in programma, sempre di giovedì, il 26 novembre”.

I primi adempimenti, che il nuovo Consiglio dovrà affrontare, nella seduta del 19 novembre, riguarderanno l’istituzione delle Commissioni permanenti, che saranno sette, e le loro materie di competenza; la nomina dei componenti delle sette Commissioni; nomina dei due componenti per la formazione degli elenchi dei giudici popolari in Corte d’Assise e in Corte di Assise d’appello ed, infine, l’elezione dei componenti del Consiglio dell’Unione dei Comuni per il Comune di Senigallia, mentre tra quelli previsti per il 26 novembre ci saranno provvedimenti di natura economico-finanziaria legati al Bilancio.

“L’obiettivo di questa nuova Presidenza? Riorganizzare e rivitalizzare– ha concluso Bello – tutta la Presidenza del Consiglio Comunale, innovando ed implementando le sue funzioni istituzionali di rappresentanza interna ed esterna, e di informazione ai cittadini, rendendole più visibili, più operative e più puntuali, nell’ambito di un quadro normativo, che dia l’opportunità vera all’Assemblea di acquisire più spessore istituzionale. Prevedere anche, quando sarà possibile, sedute del Consiglio itineranti su tutto il territorio comunale. Permettere all’istituzione Consiglio di esprime le proprie diversità nell’unità dell’Aula, di affermare le sue qualità istituzionali e far emergere dal lavoro di tutti i gruppi consiliari come l’Assemblea e le sue articolazioni siano in grado di rappresentare i valori della democrazia locale, quelli della sana e costruttiva dialettica politica, ma anche come lo stesso Consiglio sia in grado di essere quel luogo privilegiato della democrazia in grado di raccogliere le esigenze della comunità e di assumere poi l’impegno di costruire risposte e soluzioni.”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura