SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Inizia presto la Maratona Bach a Senigallia

Alle 6.30 del mattino di sabato 18 il via alla maratona

Biciclette bici elettriche Mancinelli - Senigallia
Bach
La sveglia della Maratona suona presto, alle 6.30, quando alla Rotonda a mare i violoncellisti Francesca Gaddi e Alessandro De Felice proporranno il recital ‘Bach x violoncello 2’, con musiche di Bach, Geminiani, Rota.
 

Con la musica, poi, si può giocare grazie a ‘Doremiao’, concerto per bambini, animato dal quintetto d’archi con le giovani musiciste Martina Giulianelli, Rebecca Giuliani, Camilla Santopietro, Emma Pierfederici (violino), Chiara Avati (violino e viola).
 
Alle 21.00 ‘Invenzioni a 3 voci:Rota, Bach, Fellini’ con Anastasia Giardinieri al sassofono, Davide Caprari al pianoforte e Giacomo Rotatori alla fisarmonica. Musiche di N. Rota e J. S. Bach (biglietto di ingresso 10 €, valido anche per il film del dopocena). 
L’arena ‘Gabbiano’, alle ore 22.00, ospita il gran finale di un’edizione sorprendente, nella quale si sono incontrati due geni artistici – Bach e Fellini – con la proiezione di ‘Amarcord’. Tutto lo splendore della memoria felliniana più conosciuta in una versione restaurata in 4k.
 
Fellini sul grande schermo dell’arena cinematografica ‘Gabbiano’
Sabato 18 luglio, ore 22.00
AMARCORD – di Federico Fellini
Francia, Italia. Durata: 180 minuti.
Amarcord , “mi ricordo”: il regista ricorda gli anni della sua infanzia, gli anni Trenta, al suo paese. Scorrono sul grande schermo i miti, i valori, il quotidiano di quel tempo: le parate fasciste, la scuola, la ragazza “che va con tutti”, la prostituta sentimentale, la visita dell’emiro dalle cento mogli, lo zio perdigiorno che si fa mantenere, la Mille Miglia, i sogni ad occhi aperti, il papà antifascista che si fa riempire d’olio di ricino, il paese intero che in mare, sotto la luna, attende il passaggio del transatlantico Rex. Fellini nel ’76 incanta lo spettatore praticamente con niente, confezionando appunto il “niente” con colori, fantasia e sensazioni. E con lui Nino Rota, l’ “altro” scrittore delle pagine più belle del cinema mondiale.
 
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura