SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Car Multiservice Senigallia - Assistenza meccanica e gomme: ritiro e consegna gratuiti

Lega: “Nessuna commemorazione pubblica per l’alluvione di Senigallia”

"L’assoluta mancanza di qualsiasi commemorazione pubblica sembra un’ammissione di colpa"

1.493 Letture
commenti
L'alluvione di Senigallia: 3 maggio 2014

Sono passati esattamente sei anni dalla disastrosa alluvione che ha causato morti e ingenti danni ai cittadini senigalliesi. Solo poche persone, ieri, hanno però ricordato sui social questo drammatico evento.

E’ prassi comune quella di ricordare tutti gli avvenimenti del passato aventi una certa rilevanza, sia gioiosi che tristi, perché fanno parte della nostra storia; e l’alluvione che colpì Senigallia nel 2014, fa parte della storia cittadina.

Invece, quello che ci ha tristemente colpito è stata l’assoluta mancanza di qualsiasi commemorazione pubblica, anche simbolica a causa del Coronavirus; l’Amministrazione Comunale di Senigallia ha optato per un assoluto silenzio, quasi a voler esprimere la volontà di dimenticare questo evento.

Come intendere questo atteggiamento? Ad iniziare dal Sindaco, fino all’ultimo membro della Giunta e della maggioranza, l’Intenzione di non commemorare l’evento sembra come un’ammissione di colpa di ciò che non si è fatto e che invece si poteva fare benissimo, evitando quindi drammatici errori.

Ma sappiamo che dal nostro Sindaco ci si può aspettare di tutto, invece di ammettere le proprie ed altrui responsabilità, ha dichiarato l’anno successivo, dopo la sua rielezione a Sindaco, con egocentrica superiorità, queste testuali parole: “io sono più forte dell’alluvione”.

Tornando ad oggi, questo comportamento omertoso dell’Amministrazione è spiegabile in quanto sappiamo che il nostro Sindaco, funzionari comunali, provinciali, e regionali, sono sotto la lente della giustizia, in quanto sottoposti a processo per presunte inadempienze e responsabilità di chi doveva vigilare per scongiurare e limitare il più possibile quello che poi di drammatico è accaduto.

Oggi, a maggior ragione per chi è sul banco degli imputati, conviene volutamente tacere. Ci troviamo in prossimità delle elezioni Regionali ed il nostro Sindaco è stato dal suo partito candidato alla carica di Presidente della Regione, quindi ricordare una alluvione così devastante per i cittadini senigalliesi, significa dal punto di vista politico e di immagine, partire con un grave handicap, cosa che renderebbe il suo cammino politico in salita, quindi per un posto di privilegio si può sacrificare sull’altare del potere il ricordo di un evento che ha devastato le vite e le cose più care dei senigalliesi.

Questi sono a nostro avviso i motivi con i quali l’Amministrazione Comunale di Senigallia ha deciso di “cancellare la memoria” di questo tragico evento, che pur tuttavia continuerà a far parte della storia cittadina per sempre.

Il Coordinamento Lega Senigallia

Commenti
Ci sono 4 commenti
conte1 2020-05-05 23:51:11
Lega è ora che vi svegliate, chi di voi si candida per le prossime elezioni? Perché rimanete in silenzio? Dovete mandare a casa questa amministrazione.
Glauco G. 2020-05-07 11:42:19
Ma che commemorazione pubblica volete fare visto che siamo reclusi in casa con quasi tutti i diritti civili annulati? ma ci state con la testa quando scrivete per critivcare il partito avversario?
conte1 2020-05-08 07:49:01
Glauco una commemorazione si poteva fare semplicemente attraverso i giornali non è detto che uno debba scendere per forza in piazza data la situazione attuale, oppure bastava soltanto il primo cittadino in piazza Roma a testa bassa, ma questo non lo farà mai.
Glauco G. 2020-05-08 14:40:28
Ripeto, per ora è indagato (se non erro) e non gode certamente di stima da parte di chi lo attacca e non ha una buona immagine se parliamo di quel giorno....che senso avrebbe? solo far rabbia chi ha perso tutto credo. A testa bassa? ma volete la commemorazione delle persone morte oppure una punizione in pubblica piazza? se vuoi ricordare i morti non serve chiedere al sindaco di stare a testa bassa ma fai una cerimonia senza scopi politici e ricordando chi ha perso tutto e chi è morto... io la penso così..qui non si critica più per una mancata commemorazione di una sciagura ma una mancata critica politica nel caso si fosse espresso.... Onestamente, preferisco molto meglio il silenzio che vedere il sindaco a testa bassa. Se ha sbagliato, non deve stare a testa bassa in piazza ma pagare per quello che ha fatto..e non siamo noi che dobbiamo giudicarlo (se non moralmente) ma la legge. non va giudicato in piazza ma in tribunale. non scadete nel politico perchè preferisco un sindaco che sta zitto ma che pagherà con la legge (se ha sbagliato ovviamente) più che leggere politici che vanno contro sfruttando i morti...tanto rispetto per chi ha perso tutto e anche se non sono venuto in piazza a piangere quel giorno..con il mio di silenzio posso garantivi che non ho dimenticato affatto quel maledetto giorno..per voi che siete morti siete sempre nei miei ricordi...i politici me ne frego se vengono a piangervi oppure no (sia di dx che di sx)...mi diapice che per qualcuno invece (evidentemente) andate ricordati solo se è presente la politica (così da sfruttare il momento) e non con il cuore.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura