SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Progetti Europei, “Senigallia al top come mai prima”

L'assessora Bomprezzi: "entrate da progettazione europea di 2,4 milioni di euro"

3.126 Letture
commenti
La Cresciamia - Crescia fusion, torta al testo, cresceria - Lungomare Alighieri Senigallia (AN)
Chantal Bomprezzi e Maurizio Mangialardi

Nel corso degli ultimi cinque anni la progettazione europea del Comune di Senigallia è cresciuta esponenzialmente, toccando livelli mai raggiunti in passato.

Merito sicuramente della scelta fatta nel 2015 dal sindaco Maurizio Mangialardi di istituire un apposito assessorato alle Politiche e alla Ricerca di nuovi canali di finanziamento, poi gestito per l’intero quinquennio successivo dall’assessore Chantal Bomprezzi.

Oggi i risultati sono raccolti in un ricco report pubblicato sul portale istituzionale al link //www.comune.senigallia.an.it/site/senigallia/live/taxonomy/senigallia/argomenti/le-risorse/finanziamenti-europei/index.html dove per ogni progetto è disponibile il link di collegamento all’atto su Open Municipio, in modo da adempiere nel modo migliore ai principi di partecipazione e trasparenza, e mettere il lavoro svolto a disposizione delle prossime amministrazioni.

“In un Paese come l’Italia – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – dove notoriamente le Amministrazioni pubbliche fanno fatica ad attivare la progettazione europea, perdendo così ogni anno milioni di euro di risorse, credo che quanto realizzato dal Comune di Senigallia rappresenti un esempio per moltissimi enti pubblici. I risultati ottenuti fotografano una realtà comunale fortemente cresciuta nel corso dell’ultimo quinquennio in termini di competenza e professionalità. Un grande ringraziamento va all’assessore Chantal Bomprezzi, la quale, sviluppando le premesse poste con l’istituzione del Servizio Associato per le Politiche Europee nel 2014, ha creduto fortemente in questa sfida, innovando radicalmente un settore fondamentale della nostra Amministrazione. Tutto ciò ha permesso a Senigallia di cogliere le opportunità che l’Europa offre oggi per il governo del territorio attraverso le risorse messe a disposizione dai canali di finanziamento comunitari”.

“Complessivamente – spiega l’assessore Bomprezzi – per quanto concerne solo il Comune di Senigallia, sono stati oltre 2,4 milioni di euro le entrate derivanti dalla progettazione europea. Il lavoro si è caratterizzato per due aspetti fondamentali. Il primo ha riguardato la focalizzazione dei temi strategici individuati dall’Amministrazione, sulla base dei quali sono stati attivati percorsi di progettazione evitando il più possibile la logica di “correre dietro al bando”. Il secondo aspetto, invece, è quello che ci ha visto presentare progetti coerenti con gli interessi della città. Un progetto, infatti, prevede quasi sempre una quota di co-finanziamento, e in ogni caso implica molto impegno da parte della struttura o il supporto di un soggetto esterno; quindi, di volta in volta, abbiamo valutato con grande attenzione la convenienza delle nostre scelte”.

Quattro sono state le aree interessate dalla progettazione, seppur sempre con un tema strategico comune e trasversale rappresentato dal turismo: il mare il porto e la pesca; la cultura e la rigenerazione urbana; l’ambiente e la mobilità sostenibile; la città digitale.

Il mare il porto e la pesca. In questo ambito i progetti realizzati sono stati: “Ecoporto”, per lo spostamento del distributore di carburante nella nuova area dell’avamporto e l’installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto dell’edificio della Lega navale (costo complessivo 688 mila euro di cui 585 mila di finanziamento); “Perle di mare e di terra”, per la promozione turistica della città e del territorio, con particolare riferimento alla pesca e alla cucina di mare (costo complessivo 81 mila euro di cui 60 mila di finanziamento); “Valorizzazione del pescato in Germania”, che ha dato continuità al progetto “Perle di mare e di terra”, rivolgendo particolare attenzione al pubblico tedesco (costo complessivo 40 mila euro di cui 20 mila di finanziamento). Inoltre, in questa specifica area è già stato finanziato il progetto “Casa Da-mare” per la costruzione di una struttura nel porto di Senigallia da adibire a finalità culturali, espositive e promozionali (costo complessivo 134 mila euro di cui 80 mila di finanziamento).

La cultura e la rigenerazione urbana. In questo caso è stato realizzato “Visionaria”, per Senigallia Città della Fotografia, che ha permesso la riqualificazione, la messa a norma e l’allestimento degli spazi dell’ ex Ostello mediante un percorso di progettazione partecipata, l’avvio di workshop, laboratori, seminari ed eventi con la comunità locale, e l’organizzazione di due mostre innovative come “Click” e “La città incantata” (costo complessivo 265 mila euro di cui quasi 200 mila di vari finanziamenti).

L’ambiente e la mobilità sostenibile. Tante e di grande rilevanza le azioni realizzate o in corso di realizzazione in questo settore: “Smart river communities”, che grazie al programma di cooperazione Adrion, prevede lo cambio di buone pratiche, visite di studio, ma anche analisi dei rischi e delle vulnerabilità del bacino idrografico del Misa, piani di riduzione del rischio di inondazioni, un’applicazione per la telefonia mobile riguardante gli avvisi meteorologici, i possibili rischi di allagamento e misure di sicurezza, nonché azioni pilota di monitoraggio e allerta per migliorare il sistema di osservazione e allarme locale (il progetto, frutto di un partenariato internazionale ha un costo di 1 milione 820 mila euro ed è stato finanziato al 100% dai fondi europei; il Comune di Senigallia ha ricevuto 255 mila euro); “Installazione di infrastrutture di ricarica pubbliche per veicoli elettrici”, che ha interessato anche il Comune di Trecastelli e vedrà l’istallazione di quattro colonnine; “Ciclovia Adriatica”, che porterà alla realizzazione di 2350 metri di pista ciclabile sul lungomare (costo complessivo 800 mila euro di cui 560 mila di finanziamento); “Riqualificazione skatepark”, che ha portato all’installazione di nuove strutture a servizio dell’area e all’adeguamento degli impianti di illuminazione con lampade a led (costo complessivo 100 mila euro di cui 42 mila di finanziamento); “Fa.Mo.Se”, che prevede la progettazione e lo sviluppo di un sistema di Bike Sharing integrato con i Comuni di Mondolfo e Fano, la creazione di una piattaforma di Infomobilità condivisa, l’estensione del progetto PiedibusMobilityGame con programmazione di uscite didattiche, l’adeguamento di tracciati pedonali e ciclabili esistenti casa-scuola casa-lavoro, e la redazione del piano degli spostamenti casa-scuola casa-lavoro (costo complessivo 676 mila euro di cui 426 mila di finanziamento).

Città digitale. L’ultima area di intervento ha visto la realizzazione del sistema di Wi-Fi sul lungomare che permette di connettersi gratuitamente a Internet, per un investimento di circa 200 mila euro finanziati al 100%. Ma molti sono gli interventi programmati e che vedranno la luce nel breve periodo, in particolare, solo il frutto di un partenariato che vede capofila il Comune di Senigallia e comprende i Comuni di Barbara, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Montemarciano, Ostra, Ostra Vetere, Serra De’ Conti e Trecastelli. Il primo è il “Misa Digital Agenda”, progetto che utilizza le opportunità di integrazione con i sistemi regionali, sia per ottemperare agli obblighi normativi, sia per rafforzare il percorso di gestione associata dei servizi da tempo avviati nel territorio. Tale progetto, peraltro, renderà possibile digitalizzare lo Sportello Unico dell’Edilizia. Il secondo è il “Misa Open Data”, che mira ad automatizzare e standardizzare l’aggiornamento degli open data sul portale Good Pa regionale.

“Il monitoraggio dei bandi e delle opportunità di finanziamento – conclude l’assessore Bomprezzi – proseguirà anche nel corso del 2020, pur con la consapevolezza di un orizzonte temporale meno ampio. L’obiettivo è quello di continuare a produrre opportunità e a costruire percorsi di cui la futura Amministrazione potrà beneficiare, se riterrà tali proposte in sintonia con i suoi obiettivi di mandato. Per esempio penso a progetti come Open, sviluppato insieme all’istituto “Panzini” per organizzare a Senigallia una settimana di gareprofessionalizzanti con studenti provenienti da tutte le regioni d’Italia, e P.H.A.I.R, per la valorizzazione delle fiere storiche dal punto di vista economico e culturale”.

Commenti
Ci sono 3 commenti
francesco. 2020-02-14 16:02:11
Siamo talmente al TOP che a Marzocca da tre anni non riusciamo a disputare una partita di calcio. Complimenti!!!!!
arcimboldo 2020-02-18 11:18:18
Peccato perchè aprendo link da voi indicato appare la scritta: Risorsa non disponibile. Come mai?
Luca Ceccacci
Luca Ceccacci 2020-02-18 13:42:30
C'era un errore nel link: ora è funzionante!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie
Scarica nuova autocertificazione




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura