SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Alessandro Baricco a Senigallia con il monologo “Novecento”

Appuntamento sold out al Teatro La Fenice il 14 febbraio

Marinelli Sisto - Restauri, protezione e colore in edilizia
Alessandro Baricco

Venerdì 14 febbraio, al Teatro La Fenice di Senigallia, sarà l’occasione straordinaria di ascoltare il monologo teatrale Novecento dalla voce del suo autore, Alessandro Baricco. Elegante, leggero, essenziale ed emozionante, lo spettacolo è stato creato dallo stesso Baricco insieme a Tommaso Arosio, Eleonora De Leo e Nicola Tescari.

Era da un po’ che covavo questa idea di provare, una volta, a leggere io, nei teatri, Novecento.Dopo vent’anni di messe in scena, in ogni parte del mondo, con tutti gli stili, con artisti completamente diversi uno dall’altro, ho pensato che tornare un po’ alla voce originaria di Novecento potesse essere una cosa interessante, per me e per il pubblico. Un modo di riascoltare quella musica col sound che avevo immaginato per lei. Alessandro Baricco presenta così il suo NOVECENTO, il suo testo diventato anche un film di Tornatore (La leggenda del pianista sull’oceano del 1998).

Baricco non recita, non spiega, non si fa personaggio, legge un testo: la storia che ci racconta è quella dell’artista che ha vissuto sempre su una nave e che su quella nave deciderà di morire, perché la paura e il disagio di fronte al mondo, una nave troppo grande per lui, sono così paralizzanti da decidere di morire insieme alla nave dismessa.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie

Ritiro dell'asporto su ordinazione

Ritiro del cibo d'asporto su prenotazione a Senigallia e dintorni

Generi alimentari, di necessità e piatti pronti: consegne a domicilio






Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura