SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sanità, ‘Energie per Senigallia’: soddisfazione per l’Ok della mozione presentata da Zaffiri

La mozione appoggiata dal Comitato a difesa dell’ospedale, da ‘Energie per Senigallia’ e dall’Ass. nazionale consumatori Marche

1.709 Letture
commenti
Fabbri Infissi - Dierre - EcoBonus fiscale per infissi, porte e cancelli
Massimo Bello

Abbiamo preso atto con soddisfazione che l’Assemblea legislativa delle Marche ha approvato all’unanimità, nella seduta del 10 aprile scorso, la mozione presentata dal Consigliere regionale della Lega, Sandro Zaffiri, sulla situazione della sanità senigalliese e di quella delle Valli del Misa e del Nevola. Ringraziamo della sensibilità e dell’impegno il partito di Matteo Salvini, il Consigliere Sandro Zaffiri. Ma anche l’intero Consiglio regionale, che probabilmente ha compreso appieno le sacrosante ragioni di un territorio e le non più rinviabili esigenze delle proprie comunità locali”.

Sono parole del Presidente dell’Associazione ‘Energie per Senigallia’, Massimo Bello, a proposito dell’esito della votazione, che ha visto protagonista una mozione preparata e inviata, sul finire dello scorso anno, a tutti i Consiglieri regionali delle Marche proprio dal “Comitato a difesa dell’Ospedale e della Salute del Territorio”, fondato dall’Associazione “Energie per Senigallia”, e dall’Unione Nazionale Consumatori Marche.

Il voto favorevole ed unanime di tutti i Gruppi consiliari dell’Assemblea legislativa delle Marche – ha aggiunto il Presidente di ‘Energie per Senigallia’ Massimo Belloè un passo in avanti importante perché, la sua approvazione, dimostra come il contenuto e le finalità della nostra mozione fossero e siano ancora di valore, realistici e decisamente significativi.”

Purtroppo, l’unica nota fuori luogo, ma che non dequalifica il risultato raggiunto in questi giorni, è che lo scorso anno la stessa mozione, con i medesimi contenuti e le medesime finalità, presentata al Consiglio comunale di Senigallia dal Consigliere della Lega, Davide Da Ros, sia stata bocciata dalla maggioranza PD e da parte della minoranza! Comunque, oggi, l’unanimità espressa dal Consiglio regionale delle Marche sulla nostra mozione, che solamente il Consigliere Zaffiri ha avuto il coraggio di proporre, dimostra l’utilità dell’iniziativa e che vi è, a questo punto, un problema di sanità riconosciuto nel nostro territorio, che va affrontato subito e risolto. Una volta per tutte. Senigallia e i Comuni delle Valli del Misa e del Nevola hanno la stessa dignità delle altre realtà marchigiane.”

Ora, è necessario mettere all’ordine del giorno del Governo regionale, ma anche dei governi dei Comuni del nostro comprensorio vallivo, a cominciare da quello di Senigallia, una serie di impegni precisi – ha ribadito il Presidente di ‘Energie per Senigallia’ – per riaprire il capitolo della sanità della nostra città e degli enti della Valle del Misa e del Nevola. Impegni che riguardano il potenziamento e l’implementazione delle funzioni del nostro Ospedale e dei servizi e strutture territoriali comprensoriali.

Ecco i tre punti fondamentali della mozione approvata dal Consiglio regionale delle Marche:

1) gli interventi, le azioni e gli atti amministrativi di natura sanitaria della Regione Marche devono tendere a mantenere, ovvero a potenziare e riqualificare, l’Ospedale, i servizi e le strutture sanitarie di Senigallia e dei Comuni del territorio della Valle del Misa e del Nevola;

2) ogni decisione assunta ad oggi a livello di vertice da ASUR, Giunta e Consiglio regionale venga rivisitata e modificata, coinvolgendo anche i governi del territorio comprensoriale e la popolazione tutta – costituitasi anche in Comitati -, soprattutto perché tali decisioni riguardano le comunità locali;

3) nell’ambito di una seria riflessione sulla riorganizzazione delle postazioni di emergenza sanitaria (POTES), come prevista nell’attuale programmazione sanitaria regionale, venga considerata l’istituzione di una ulteriore POTES nel territorio della Valle del Misa e del Nevola, potenziando anche quelle esistenti.

E’ ovvia la soddisfazione dell’Associazione ‘Energie per Senigallia’, del Comitato a difesa dell’Ospedale di Senigallia e della sanità del territorio vallivo e dell’Associazione Nazionale Consumatori Marche, ma è altrettanto ovvio che la questione non finisca qui.

Siamo ancora in attesa di essere convocati ufficialmente dalla Commissione consiliare sanità dell’Assemblea legislativa delle Marche, quella per intenderci guidata dal Consigliere regionale Fabrizio Volpini, per discutere e confrontarci sulla Petizione che, sempre lo scorso anno, abbiamo presentato all’attenzione della Regione. Una Petizione corredata da migliaia di firme con cui abbiamo chiesto ai vertici regionali dell’Azienda sanitaria regionale e del Governo regionale che venga “ridefinita la programmazione sanitaria dell’ASUR e della Regione circa i servizi e le strutture sanitarie del territorio comprensoriale di Senigallia e dei Comuni della Valle del Misa e del Nevola, anche coinvolgendo le popolazioni del territorio. Ora, attendiamo fiduciosi.”

Ufficio Stampa

da Associazione culturale e politica

‘Energie per Senigallia’

energiepersenigallia@libero.it

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura