SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Scandalo sms pro terremotati, dove sono i soldi arrivati? Ceriscioli cosa ne ha fatto?”

Lega Nord - Fratelli d'Italia:"33 milioni di euro mandati tramite sms e mai usati, dove sono finiti?"

3.682 Letture
commenti
Il comune di Arquata del Tronto (AP) dopo il terremoto del 24 agosto 2016

E lo scandalo è servito! Per l’ennesima volta in Italia i cittadini onesti, bravi, volenterosi e generosi, sono stati raggirati con i famosi “sms da 2 euro” per i terremotati! 33 i milioni raccolti tramite gli sms, ma oggi veniamo a sapere, dal Sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi e dai servizi fatti dal Tg5, che neanche un euro è arrivato ad Amatrice, ad Arquata del Tronto e ad Accumoli.

Chi ha donato i 33 milioni, e sono stati veramente tanti, pensava sicuramente che venissero utilizzati per l’immediata emergenza e la ricostruzione. Niente di tutto questo, nessuno ha visto un euro. Ma dove sono finiti i soldi degli sms? Sicuramente depositati in qualche banca e addirittura c’è stata anche una “commissione di saggi” che vigilava sui soldi arrivati, ma all’improvviso, come abbiamo appreso dal Tg5, è arrivato il Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli del PD, che ha destinato 5,4 milioni di euro ad una pista ciclabile (!!!), 3 milioni alla realizzazione di impianti termali e una serie di eliporti, e nella bozza di bilancio sono rimasti 3 milioni di euro per una “grotta sudatoria” (!!!). Il filmato del Tg5 lo potete vedere qui: //www.video.mediaset.it/video/tg5/servizio/la-denuncia-di-pirozzi-scandalo-sms-solidali_756805.html

Sembra incredibile, ma è proprio così, sia il Sindaco Pirozzi che il Tg5 hanno spiegato benissimo quanto accaduto. E ora, dopo queste dichiarazioni, la Procura di Rieti ha preso in mano il tutto e sicuramente a breve i Magistrati ascolteranno il Sindaco Pirozzi.

L’ennesima brutta pagina di un Paese che non ha rispetto per nulla e per nessuno, neanche per i morti! Cosa vi avevano detto Lega Nord e Fratelli d’Italia di Senigallia diversi mesi addietro? Semplicemente di non mandare soldi tramite gli sms, ma di aiutare direttamente, chi voleva, le persone o i comuni. Vi avevamo detto di usare i numeri IBAN dei c/c dei Comuni in modo da farglieli arrivare direttamente a loro senza passaggi di terze, quarte, e quinte mani.

Purtroppo NON sbagliavamo! Ben conoscendo come funzionano queste cose, avevamo avvisato, ed oggi, ma con rammarico, constatiamo che avevamo ragione in pieno! Ma non è tutto, perché sempre la Lega Nord e Fratelli d’Italia fecero diversi Comunicati Stampa chiedendo all’Amministrazione di Senigallia di rendere pubblico quanto si era raccolto tra donazioni ed eventi creati pro terremotati. Avevamo chiesto di farci vedere l’estratto conto delle donazioni, così come l’eventuale bonifico dei soldi inviati ai terremotati.

Ad oggi NON abbiamo ricevuto mezza parola di risposta alle nostre domande che erano state queste:
1) E’ possibile conoscere l’importo totale ad oggi delle offerte pervenute in quel c/c?
2) E’ possibile conoscere il totale delle offerte manifestazione per manifestazione?
3) E’ possibile conoscere l’esatto importo di quanto si è raccolto la sera dei fuochi di settembre?
4) E’ possibile avere una rendicontazione con documento visibile di tutte le entrate (ovviamente solo dell’importo e non dei nominativi) sul c/c che il Comune aveva messo a disposizione?
5) E’ possibile sapere se quanto è stato raccolto è già state inviato o staziona ancora nel conto corrente?
6) E’ possibile avere una copia dell’eventuale bonifico, se fatto, dell’importo inviato ai terremotati?
7) Nel caso che ancora non siano stati inviati, è possibile avere una data certa dell’invio?

Ora, secondo il Vostro pensiero di Cittadini onesti, perché il Sindaco Mangialardi, che ha ricevuto un avviso di garanzia per i fatti dell’alluvione del 3 maggio 2014, e l’intera Amministrazione non hanno mai risposto? Semplice dimenticanza o forse non conveniva rispondere per chissà quale motivo? Per quale motivo i cittadini senigalliesi che hanno donato soldi per una giusta causa non devono sapere dove sono finite le loro donazioni?

Visto lo scandalo appena uscito, denunciato dal Sindaco Pirozzi e dal Tg5, Lega Nord e Fratelli d’Italia presenteranno un esposto per chiedere alla Procura se è “normale” che da ottobre 2016, quando facemmo le domande, nessuno dell’Amministrazione abbia mai risposto.

33 milioni di euro mandati tramite sms e mai usati, dove sono finiti? Chi li ha presi? Il Presidente Luca Ceriscioli cosa dice? Non sapremo mai niente noi comuni mortali, dobbiamo solamente sperare nelle Procure e nel loro lavoro per scoprire gli “altarini” della politica e di alcuni politici.

Davide Da Ros – Consigliere comunale Lega Nord
Marcello Liverani – Coordinatore locale Fratelli d’Italia

Commenti
Ci sono 3 commenti
ilbianconiglio 2017-09-25 10:52:14
Certo che voi di fratelli d’Italia quando c’è da farsi belli per tirare su due voti in più non perdete mai occasione per non scrivere (...omissis...) come questa.
Ma li leggete i giornali o guardate solo le figure??
Cosa c’entra i soldi “persi” quando pure i pagliai della campagna sanno che i soldi servono per RI CO STRU IRE??? Vi pare che ricostruiscono?
Anzi io qualcuno dei pochi soldi che prendo dalla pensione ce li ho messi. Voialtri pensionati d’oro che avete fatto???
vecchio freak 2017-09-25 14:59:15
Secondo me anche uno sciacallo si vergognerebbe di quest'articolo..
octagon 2017-09-25 15:44:35
Regione Marche. Nove i progetti che riguardano il territorio marchigiano. Di questi il Comitato dei Garanti ne ha approvati otto, mentre ha richiesto al Commissario per la ricostruzione e alla Regione alcuni approfondimenti circa un progetto che interessa il territorio di Acquasanta Terme.
Quattro iniziative riguardano la realizzazione o l’adeguamento di edifici scolastici nei comuni di Sant’Angelo in Pontano, Montalto delle Marche, Montegallo e Pieve Torina. Per il territorio di Arquata del Tronto, si prevede la realizzazione, grazie alle donazioni, di una nuova sede comunale dotata di uffici e autorimessa per i mezzi. Gli altri tre progetti sono iniziative finalizzate alla ripresa del tessuto sociale ed economico dei Comuni interessati dall'emergenza: la realizzazione di un’area dedicata alle attività economiche a Visso, l’adeguamento e il miglioramento della ex strada statale 238, la Valdaso, importante arteria stradale che collega l’entroterra marchigiano alla costa e, infine, la realizzazione di nuove sette elisuperifici attrezzate anche al volo notturno e finalizzate a interventi di protezione civile e sanitari.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura