SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Al Vicoletto da Michele - Ristorante e pizzeria a Senigallia

Porto Della Rovere di Senigallia, altri fondi europei in arrivo e nuovi lavori in vista

In programma la realizzazione di un nuovo distributore di carburante e di un impianto e una pensilina fotovoltaica

2.983 Letture
commenti
L'ingresso al porto di Senigallia (area di ponente)

Ancora buone notizie per il Porto della Rovere. Ammontano a ben 585 mila euro i fondi europei stanziati nell’ambito del bando FEAMP per l’“Ecoporto”.

Il progetto presentato dall’Amministrazione comunale è risultato interamente finanziabile, ricevendo così il massimo contributo erogabile, pari all’85% del costo dell’intervento (688 mila euro).

“Un finanziamento molto importante – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – che premia l’impegno dell’Amministrazione comunale per la modernizzazione e la rigenerazione in chiave sostenibile dell’area portuale, finalizzata a rendere sempre più efficienti e sicuri i sistemi di approvvigionamento di carburante e di energia da fonti rinnovabili. Dopo il restyling della casermetta a cura dell’ufficio Opere Marittime, ora esteso anche al faro, il progetto dell’’“Ecoporto” rappresenta un altro tassello del processo di riqualificazione del Porto della Rovere, al quale lavoriamo da tempo per farne sempre più un volano di sviluppo sociale ed economico legato alle eccellenze del territorio”.

“Un bel risultato – aggiunge l’assessore ai Progetti europei Chantal Bomprezzi – che dimostra non solo la capacità della nostra Amministrazione di accedere a nuovi canali di finanziamento, ma anche la bontà della strategia adottata nell’ambito della progettazione europea, sempre coerente con le linee programmatiche finalizzate alla crescita della nostra comunità”.

Tre gli interventi previsti dal progetto. Il primo riguarda la realizzazione nell’avamporto di un distributore di carburante più sicuro al servizio del porto peschereccio. L’attuale distributore, infatti, è posizionato nella canaletta d’accesso all’ultima darsena interna del porto antico e oltre a risultare pericoloso per l’incolumità delle persone, rappresenta anche un ostacolo alle attività operative dei pescherecci.

Il secondo intervento prevede invece la realizzazione nell’area utilizzata dai pescherecci di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia rinnovabile al servizio della flotta. Tale sito presenta le migliori condizioni per essere dotato di un sistema di produzione di energia da fotovoltaico in grado di soddisfare da un lato i criteri di sostenibilità ambientale e dall’altro tutte le richieste della flotta in termini di forniture a terra e servizi in porto, con evidenti benefici sia in termini di ammodernamento dell’impianto che di risparmio economico.

Infine, il terzo e ultimo intervento è costituito da una pensilina fotovoltaica sulla piazza già occupata dalla pescheria per la produzione di energia rinnovabile a servizio delle attività connesse alla vendita del pescato.

I pescatori avranno così a disposizione uno spazio coperto per le attività a terra e, allo stesso tempo, un impianto per la produzione di energia garantita rinnovabile.

Commenti
Ci sono 4 commenti
leofax 2017-05-23 16:57:59
Ben vengano questi ammodernamenti ma mi salta all'occhio una cosa: Durante la stagione estiva i posti barca ad uso dei turisti che approdano nel nostro porto, sono piuttosto pochini.
Sono eternamente occupati dai residenti in tutte l stagioni. E' vero che pagano la tassa ma penso che si debba trovare uno spazio in banchine parzialmente utilizzate per il ricovero
dei piccoli natanti e dar modo al turista di non fare come i comuni cittadini alla ricerca di un parcheggio in città.
marco88
marco88 2017-05-23 18:34:31
Sempre molto utili questi investimenti per la comunità di Senigallia. Ma avete mai pensato a fare un altro lavoro nella vostra vita ?
cocaletta 2017-05-24 00:06:57
Nell'avanporto il distributore?
Prima si dovrebbe garantire il pescaggio per 12 mesi all'anno!
Cosa molto improbabile anzi impossibile!!!!
iz6qzm 2017-06-01 16:39:35
Fesserie. Perchè fesserie? Perchè non cercate di trovare il sistema di riattivare il ponte 2 giugno? molto più importante di un distributore e di una pensilina fotovoltaica che non serve visto i consumi inesistenti.( Sono solo 2 i generatori a benzina da 1kw per 2-3 ore di impiego quando va bene!) Ci sono cose più urgenti da fare per la città. Si parla invece di sciocchezze, ingigantite da un'enfasi ridicola, per far vedere (a chi?) che il comune è presente! I senigalliesi non sono così sprovveduti da abboccare a simili esche! Pretendiamo, come cittadini che pagano salate tasse comunali,che vengano risolti i problemi urgenti di Senigallia: ponte, parcheggi, pulizia della città, sanità, sicurezza,..... Il Sindaco e la Giunta servono per fare funzionare una città; sono al servizio della città, altrimenti a cosa servono? Quante promesse, fatte in campagna elettorale! La nostra Senatrice, che è stata votata per portare avanti gli interessi dei cittadini, cosa aspetta a consigliare o trovare una soluzione visto che la Giunta è assente a tali problemi? Basta, ci siamo stancati di vedere una Senigallia peggiorare a vista d'occhio nella sua vivibilità.vogliamo vedere risolti i problemi. Ci sentiamo traditi. Caina attende chi ha tradito ..
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno