SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Ristorante Trattoria Le Stagioni - San Marcello

Senigallia, commerciante aggredito in centro storico: colpito al volto da un pugno

L’uomo sarebbe stato colpito da un senigalliese 29enne in stato alterato da alcool e droga

5.997 Letture
commenti
Carabinieri, 112, gazella, forze dell'ordine

Commerciante aggredito nel centro di Senigallia. E’ successo in via Fratelli Bandiera; erano circa l e 21.30 del 16 febbraio quando il negozionate sarebbe stato raggiunto da un 29enne senigalliese visibilmente ubriaco e sarebbe stato colpito con un pugno al viso, riportando la rottura del setto nasale.

La colluttazione si sarebbe consumata nel giro di pochi minuti: prima l’ubriaco avrebbe sottratto le chiavi della vettura all’uomo, poi avrebbe chiesto dei soldi in cambio del maltolto; più che un’estorsione, una provocazione finita in modo violento.

Al momento dell’aggressione l’uomo si trovava in compagnia di un amico: entrambi avrebbero cercato una soluzione pacifica ma la situazione, a causa presumibilmente dello stato alterato dell’uomo, avrebbe preso una piega violenta.

Sul posto è stato chiesto l’intervento dei Carabinieri per sedare gli animi: anche in presenza dei militari il 29enne ha continuato ad agitarsi, rifiutando di farsi identificare e proferendo parole ingiuriose nei confronti degli uomini in divisa.

Visto il grave stato di alterazione psichica, i Carabinieri hanno richiesto l’intervento dei sanitari del 118. Il giovane ha continuato ad opporre resistenza rifiutandosi di salire in ambulanza, costringendo i militari ad utilizzare le manette di sicurezza ed a farlo salire di peso sull’autolettiga per evitare che in quelle condizioni commettesse altri guai in giro per la città.

Dopo gli accertamenti sanitari il 29enne è risultato positivo ai “cannabinoidi” e con un tasso alcolemico pari a 2,93 gr/lt. Lo stesso è stato dimesso dall’ospedale alle 5:30 del mattino quando si è ripreso dalla sbornia.

Per lui è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Ancona per i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, rifiuto di indicazioni sull’identità personale e ubriachezza molesta. Inoltre è stato segnalato per i provvedimenti di competenza del Prefetto di Ancona per uso personale non terapeutico di sostanze stupefacenti.

Infine, per quanto riguarda le lesioni refertate al commerciante, che non hanno superato la soglia della procedibilità di ufficio, si attende la presentazione della querela che la parte offesa si è riservata di proporre eventualmente nei prossimi giorni.

Commenti
Ci sono 3 commenti
Nemo
Nemo 2017-02-18 19:28:37
Non è un senigalliese l'aggressore, caso mai sarà naturalizzato perchè è nato a Telaviv. Le lesioni hanno superato la soglia della procedibilità di ufficio in quanto i giorni di prognosi dati al Commerciante sono 25, e come recita l'art. 582 del codice penale, sopra i 20 giorni si procede d'ufficio.
Mario2 2017-02-19 12:08:00
Un altro esempio di integrazione ben riuscita.
vecchio freak 2017-02-19 17:36:05
Ma voi mette...nato a Tel Aviv...un altro immigrato..pensaci tu..spiegagli tuo nonno che gli faceva a quelli come lui!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura