SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Autospurgo Quattrini - Massima reperibilità - Marotta-Mondolfo

“Lettere da Senigallia”, la storia della città attraverso i suoi documenti postali

L'insolito, ed avvincente, libro di Maurizio Pasquini sarà presentato venerdì 25 novembre all'Antonelliana

lettere, cartoline, posta

Venerdì 25 novembre, alle ore 17.30, l’Associazione di Storia Contemporanea propone nella Biblioteca Antonelliana un’iniziativa innovativa e di notevole interesse.

È la presentazione del libro di Maurizio Pasquini, “Lettere da Senigallia. Storia di una città attraverso i suoi documenti postali” (2016, edito dalla stessa Associazione).

Del libro, oltre all’autore (socio dell’Associazione di Storia Contemporanea), parlerà il professor Lorenzo Franceschini (anch’esso socio dell’ente di via Chiostergi) che, oltre a fornire la sua lettura dell’opera, coinvolgerà il pubblico nel dibattito. Si tratta di una pubblicazione di grande interesse, ben scritta, che non mancherà di suscitare interesse tra cittadini, cultori e studiosi. Non ci sono infatti solo le grande cesure politiche, socio-economiche e culturali o i grandi e piccoli personaggi a caratterizzare la vicenda storica di una comunità ricca di storia e di tradizioni come quella senigalliese. Ma anche letture e interpretazioni un po’ fuori dal comune come questa del libro di Pasquini che racconta, in una dimensione di lungo periodo, la storia misena attraverso lo studio dei suoi documenti postali.

Il libro, infatti, parte dalle origini di Senigallia fino al Settecento e prende poi in esame anche la storia della comunicazione scritta dal Medioevo fino al 1860. Ed è proprio dallo studio dei regolamenti postali e dalla varietà dei relativi annulli che Pasquini ha ricostruito in modo dettagliato gli avvenimenti storici che riguardano la nostra città fino alla sua annessione al Regno sabaudo nel 1860. Il 13 settembre di quell’anno Senigallia venne liberata dai piemontesi inviati da Cavour che la sottrassero prima al giogo pontificio e poi la inserirono nel processo di unificazione nazionale compiuto il 17 marzo 1861. In una nota, la presidenza dell’Associazione plaude a questa originale pubblicazione di cui sottolinea “la versatilità, l’interessante documentazione e l’approccio particolarmente avvincente nei confronti dei lettori”.

Lettori di ogni età, visto il registro linguistico, piano ed efficace, adottato. Insomma, il libro di Pasquini si rivolge sia agli amanti della storia cittadina sia a quelli della storia postale.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS