SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia: Bucari “Scuola, famiglia e Comune siano collaborativi, mai antagonisti”

L'assessore all'istruzione: "ogni soggetto faccia la sua parte, nel rispetto delle norme vigenti"

1.431 Letture
commenti
Ferramenta Farinelli Senigallia - Scopri le offerte del mese
L'Assessore Simonetta Bucari

La Scuola di tutti e di ciascuno.
La scuola è una risorsa fondamentale ed indispensabile per la società  in quanto luogo di crescita civile e culturale. Per una piena valorizzazione della persona occorre un’alleanza educativa tra docenti, alunni, genitori ed Istituzioni locali, per  acquisire non solo contenuti e competenze, ma anche valori tesi a sviluppare la responsabilità personale, la collaborazione, l’educazione e  la formazione dei cittadini dell’oggi e del domani.


Una azione coordinata tra famiglia e scuola, nell’ottica della condivisione di principi e obiettivi, è l’unica strada percorribile per favorire il dialogo e il confronto e affrontare e superare insieme eventuali difficoltà che inevitabilmente la realtà di ogni giorno comporta.

Occorre che Scuola, Famiglia ed Ente Locale, ciascuno nel rispetto del proprio ruolo, siano sempre collaborativi, mai antagonisti e costruiscano così un’importante alleanza formativa.

Occorre anche che ogni soggetto faccia la sua parte nel rispetto delle norme vigenti.
Il Comune fornisce alle scuole materiali di pulizia e di igiene per gli studenti e lo fa con una ripartizione proporzionale di fondi tra i 4 Istituti Comprensivi.

Il Comune promuove e sostiene economicamente i percorsi educativi e formativi inclusi nel POFT (progetto lettura, progetto teatro, progetto cinema, progetto fotografia, progetto archeologia, educazione ambientale, educazione alla cittadinanza, educazione stradale,) percorsi offerti a tutti i nostri studenti con l’obiettivo di arricchire  ed integrare i curricola scolastici,  fornendo  maggiori opportunità culturali.

I Consigli di Istituto delle singole scuole, secondo la legge 296 del 2006, possono deliberare autonomamente contributi scolastici volontari e detraibili.

Contributi rendicontabili in modo accurato e trasparente, utilizzabili spesso per il reperimento di materiale di consumo, fotocopie, manutenzione o acquisto di sussidi tecnologici  o di piccole attrezzature per laboratori o…, elementi tutti  non indispensabili al servizio scolastico, ma di ausilio alla didattica.

Così come non indispensabili sono i fazzolettini o lo scottex spesso richiesti dagli insegnanti, che sono andati man mano sostituendo il fazzoletto di stoffa, nella tasca del grembiule che le nostre mamme mettevano o l’asciugamano di stoffa posto un tempo nello zainetto… Sono scelte dettate dai costumi che cambiano, ma certo non obbligatorie, di sicuro non può il Comune fornire fazzoletti da naso per tutta la popolazione scolastica, così come asciugamani per tutti i bambini.

È vero la scuola ha reso nel tempo sempre più essenziale la sua spesa, pertanto la collaborazione con le famiglie è oggi assai preziosa e sempre più spesso docenti, alunni, genitori, nonni si trovano insieme a cooperare per la manutenzione dell’orto scolastico, per la tinteggiatura delle aule, per l’organizzazione di feste di beneficenza, per l’acquisizione di materiale didattico,…

Sono contributi volontari e liberi, che testimoniano le buone pratiche sinergiche tra scuola, famiglie e territorio  che rendono le nostre scuole sempre più comunità dove si apprende il concreto prendersi cura di sé, degli altri e  dell’ambiente in cui viviamo.

Confidiamo quindi che l’alleanza Scuola, Famiglia, Istituzioni e Territorio possa consolidarsi sempre più  confermando l’eccellenza delle nostre scuole.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura