SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Antica Trattoria da Marion - Ristorante a Senigallia - Menu 25 euro

“Ventimilarighesottoimari in giallo”, ecco il programma di sabato 20 agosto

Macchiavelli parlerà della strage di Portella della Ginestra, Genisi di un sospetto omicidio nel mare Adriatico

Il memoriale della strage di Portella della Ginestra avvenuta il 1° maggio 1947. Foto tratta da giacomopalumbo.blogspot.it

Dopo i successi dei primi appuntamenti, prosegue la V edizione di Ventimilarighesottoimari in giallo, il festival del giallo di Senigallia organizzato dal Comune in collaborazione con la Fondazione Rosellini per la letteratura popolare e la libreria Iobook.

La giornata di sabato 20 agosto inizia alle 18,30 allo Spazio ragazzi della Biblioteca Antonelliana con “Chi ha paura del buio?” letture animate per bambini fino a 6 anni a cura del gruppo senigalliese di Nati per leggere. Occorre prenotarsi telefonando al numero 071.6629302-448 oppure via mail: natiperleggere@comune.senigallia.an.it

Il pomeriggio prosegue alle 18.45 all’angolo giallo di via Fratelli Bandiera con la presentazione del libro di Loriano MacchiavelliNoi che gridammo al vento. Il giallo di Portella della Ginestra“. Portella della Ginestra è considerata la madre di tutte le stragi. E’ l’inizio dei cosiddetti misteri d’Italia. Macchiavelli prosegue nella sua trilogia e ci riporta a quel primo maggio 1947 ambientando il romanzo non in quell’anno ma nel 1980, annus horribilis con le stragi di Ustica e Bologna. Una narrazione avvincente costruita su due personaggi femminili in antitesi che sono costretti a fare i conti con quel primo maggio 1947 perché la loro storia e soprattutto le loro radici affondano proprio lì. Loriano Macchiavelli, considerato uno dei padri storici del giallo italiano, sarà intervistato dalla giornalista del TG Marche Maria Francesca Alfonsi.

Alle ore 19,30 nel Cortile della Biblioteca Antonelliana presentazione del libro di Gabriella GenisiMare nero“. Lolita Bosco è diventata ormai un personaggio di culto del poliziesco italiano. Bravissima commissaria di Bari che non disdegna i tacchi e la buona cucina, questa volta si occupa del ritrovamento dei corpi di due giovani annegati in mare. Erano usciti con altri amici per un’escursione, con immersione subacquea nei pressi di un relitto. Sembra un incidente. Sembra appunto, perché la Bosco non è convinta. E nella sua indagine incrocerà i tanti misteri dei fondali del mare Adriatico.
Gabriella Genisi parlerà del suo libro con la giornalista Valentina Conti.

Il programma si chiude la sera alle 21,30 alla Rotonda a Mare con “La valigetta della legalità. Combattere la mafia“. Con i giornalisti RAI Carlo Cianetti ed Arcangelo Ferri e con lo scrittore Loriano Macchiavelli si parlerà di successi e insuccessi della lotta a Cosa Nostra da parte dello Stato, dalla strage di Portella della Ginestra al maxiprocesso del 1986 che avrebbe condotto alle condanne definitive per la cupola mafiosa, fino alle indagini sulla presunta trattativa.

Anche sabato 20, dalle ore 22.30 alle ore 24,30, sarà poi possibile visitare la Camera Gialla, lo spazio allestito in viale Bonopera 21 dalla Fondazione Rosellini che racchiude il segreto di 10.000 omicidi e raccoglie praticamente tutti i libri gialli pubblicati in lingua italiana. In questa edizione le visite guidate sono dedicate a “La scomparsa di Topolino”. Prenotazione obbligatoria al tel. 071.6629350 o per mail: ventimilarighesottoimari@comune.senigallia.an.it . L’ingresso è gratuito.
Nella seconda metà degli anni ’30 l’escalation totalitaria ed autarchica del regime compie un’accelerazione che coinvolge il mondo del fumetto. Infatti il 26 novembre del 1938, a pochi giorni di distanza dall’emanazione delle leggi razziali antisemite, il regime fascista, con un’ordinanza del MinCulPop, proibisce la pubblicazione dei fumetti comics americani. Tutti “eccetto Topolino”: eccezione, sembra, dettata personalmente da Mussolini. Più tardi, con l’entrata in guerra dell’Italia, anche Topolino di Walt Disney deve soccombere e lasciare il passo ad una pubblicazione popolata da personaggi nostrani tra i quali spiccava l’italianissimo Tuffolino. Le visite guidate all’interno della sede della Fondazione Rosellini per la letteratura popolare condurranno gli ospiti, oltre che alla scoperta della più grande collezione italiana di libri gialli, anche alla conoscenza di questa pagina poco nota della nostra storia con l’esposizione dei fumetti dell’epoca.

Nei pressi della Rotonda a Mare, dalle ore 10 alle 12, sarà attiva la Bibliomobile con servizio di prestito di libri gialli a cura della Biblioteca Comunale di Senigallia.

Per ulteriori informazioni e per l’intero programma del festival consultare il sito www.ventimilarighesottoimari.it o cliccare QUI.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura