SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, Rebecchini sulle modifiche agli articoli dello statuto e del regolamento

"Il mio sforzo, in qualità di Presidente della prima commissione è quello di garantire un ampio confronto democratico"

1.381 Letture
commenti
Comì di Cucina
Luigi Rebecchini

Approvata all’unanimità nell’ultimo Consiglio Comunale la delibera, proposta dalla prima commissione consiliare, di modifica degli articoli 24 e 26 dello Statuto e dell’art. 32 del Regolamento del Consiglio.

La prima commissione sta lavorando ad una revisione generale dello Statuto e del Regolamento al fine sia di migliorare l’attività dello stesso Consiglio, sia di favorire la partecipazione dei cittadini. Presidente e commissari stanno lavorando (in modo progressivo dai primi articoli in poi) su quegli articoli dove sono insite scelte di natura politica da migliorare.

Per quanto riguarda invece la parte di revisione che abbiamo definito “tecnica”, cioè di mera correzione o annullamento di quelle parti che richiamano norme superate o istituti non più esistenti, abbiamo, sempre in modo unanime, delegato e investito gli uffici tramite il dottor Mirti che comunque riferirà e porterà in commissione il lavoro che verrà svolto. Devo, a nome della commissione tutta, ringraziare il dott. Mirti per la sua disponibilità e per l’assistenza tecnica che ci fornisce.

Torniamo agli articoli modificati con la delibera del Consiglio Comunale del 25 novembre scorso. Vi ricordate la solita bagarre nel giorno di insediamento di un nuovo consiglio comunale appena eletto, dove molti consiglieri vogliono parlare e a nessuno viene concessa la parola? Sarà ormai un vecchio ricordo.

In effetti sia l’art. 24 dello Statuto che l’art. 32 del Regolamento prevedono rispettivamente “il giuramento del Sindaco e la comunicazione della composizione della giunta, nomina della commissione elettorale e trattazione di eventuali altri argomenti iscritti all’ordine del giorno”.

Abbiamo ritenuto in commissione, su proposta del sottoscritto, fatta propria da tutti i commissari e poi portata in Consiglio per l’approvazione, che il Sindaco nel giorno del suo insediamento possa liberamente anticipare linee di condotta politica e programmatica, cosa che deve essere poi concessa anche alle opposizioni. Con la delibera votata dal Consiglio Comunale , si aggiungono all’art. 24 dello Statuto il comma 6 bis e all’art 32 del Regolamento il comma 4 bis, commi che cosi recitano: “ove il Sindaco estenda i contenuti della sua comunicazione coinvolgendo aspetti attinenti le linee dell’indirizzo politico amministrativo che si intendono seguire, il Presidente del Consiglio apre il dibattito tra i consiglieri secondo le forme ordinarie“.

La modifica, poi, dell’articolo 26 dello Statuto riguarda i lavori del Consiglio Comunale (successivo al primo) convocato per discutere le linee programmatiche e l’azione di governo dell’Amministrazione. Anche in questo caso, per evitare ogni possibile diversa interpretazione dell’art 26 esistente, si aggiunge si vota a seguito di regolare dibattito.

Ringrazio tutti, dico tutti, i commissari per l’impegno mostrato per trovare condivisione e sintesi. Li ringrazio per l’attenzione, la competenza e la passione con cui stanno affrontando il lavoro. So già che non sarà sempre possibile nel prosieguo dei lavori trovare su ogni argomentazione (vedi attuale discussione su importante proposta modifica art 63, 65 e 66 presentata dal M5S), pur trattandosi di regole, la stessa sintesi unitaria.

Il mio sforzo sarà massimo pur di giungere alla massima condivisione, ma nel “gioco” democratico dobbiamo mettere in conto che si possono creare opinioni e idee diverse anche su quelle regole che poi interessano tutti. Ognuno, poi, nel dibattito politico anche cittadino, cercherà di far valere le proprie idee e posizioni assunte.

Il mio sforzo, in qualità di Presidente della prima commissione, è e sarà quello di garantire comunque e sempre ampio confronto democratico, trattando con pari dignità ogni proposta, da chiunque arrivi, di maggioranza o opposizione, cercando di garantire il rispetto prima di tutto della democrazia e delle opinioni espresse da ognuno.

Il Presidente della Prima Commissione
Luigi Rebecchini

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura