SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Controlli capillari a Senigallia contro furti, pirati della strada e abusi alcolici

Oltre 110 persone identificate, tre patenti ritirate, un bar multato

3.171 Letture
commenti
Carabinieri: controlli notturni

E’ un fine settimana all’insegna di capillari controlli in città quello che Senigallia sta trascorrendo grazie all’impegno incessante dei Carabinieri della Compagnia di Senigallia che hanno eseguito fino alle quattro del mattino posti di blocco per reprimere episodi criminosi, oltre che perseguire gli autori di violazioni al codice della strada e prevenire il c.d. “Binge Drinking”, fenomeno molto in voga tra i più giovani.

Questi sono alcuni dei dati derivanti dai servizi effettuati: 117 persone identificate e controllate in banca dati, 65 veicoli controllati ed ispezionati; 14 contravvenzioni elevate al codice della strada per omesso uso delle cinture di sicurezza, passaggio con luce gialla del semaforo, sorpasso di veicoli fermi ai semafori o incolonnati. Tre patenti sono state ritirate.
Sono state controllate tutte le persone sottoposte agli arresti domiciliari a Senigallia e nei comuni limitrofi rientranti nel territorio di competenza della Compagnia Carabinieri.

Per quanto riguarda la movida giovanile senigalliese, i controlli non hanno riscontrato alcun caso di ubriacatura. In questi giorni infatti, dopo gli utlimi casi che riguardano giovani sia del luogo che in altre zone d’Italia, sono stati predisposti servizi mirati a contrastare il “Binge Drinking“, le c.d. “abbuffate alcoliche” che hanno lo scopo di raggiungere velocemente l’ubriacatura e, quindi, lo “sballo”. Controlli effettuati dagli uomini del Nucleo Antisofisticazione e Sanità dei Carabinieri di Ancona in nove esercizi pubblici, tra night club, bar, pub e gelaterie.

Ad un noto bar di lungomare Alighieri è stata contestata una sanzione amministrativa di duemila euro ad per non avere attuato alcuna procedura di autocontrollo basata sul sistema HACCP. L’esercizio è stato segnalato all’ASUR Marche – Area Vasta 2 – SIAN di Senigallia, per non conformità alla normativa europea in materia di sicurezza alimentare. Il metodo di «Analisi dei rischi e punti critici di controllo» (c.d. HACCP) deve essere applicato da tutte le attività come bar e caffetteria, ristoranti, gelaterie, pizzerie, pasticcerie, stabilimenti balneari, pub, buffet di stazione, oltre alla grande distribuzione ed ai produttori primari, in ogni locale insomma dove si preparano, distribuiscono e somministrano i prodotti alimentari, perché possano essere indicati i metodi utilizzati e controllati che rispettino le norme igieniche.

Ulteriori controlli
saranno eseguiti sul litorale tra Senigallia e Montemarciano nelle prossime serate.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno