SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Editoria on-line

Unione Civica: “il dibattito di Senigallia Notizie toglie il velo a bugie del Sindaco”

"Mangialardi ha confessato pubblicamente che il Comune sul fiume Misa è competente"

2.084 Letture
commenti
Maurizio Mangialardi e Roberto Paradisi

Ci voleva il confronto pubblico di sabato scorso 23 maggio al Gabbiano per togliere il velo alle bugie e alle contraddizioni del sindaco uscente Maurizio Mangialardi.


Spalleggiato per tutta la sera da un imbarazzante Maurizio Perini (anche lui ha tirato giù finalmente la maschera), Mangialardi ha promesso cosa farà nei primi 100 giorni di nuovo mandato per il Misa: il dragaggio e la pulizia. Ma come, caro sindaco, fino a ieri ti sei nascosto dietro un dito gridando ai quattro venti che il dragaggio e la pulizia del fiume erano compito della Provincia e ora prometti di farli tu?

Delle due l’una: o è una promessa vuota o mentivi, sapendo di mentire, quando dicevi che il Comune non era competente per questi fondamentali interventi di manutenzione del letto del fiume.

La realtà è che il Comune è competente eccome (come ha confessato candidamente Mangialardi contraddicendosi clamorosamente), ma l’Amministrazione uscente, in tutti questi anni, se n’è lavata le mani facendo il gioco dello scaricabarile sugli enti sovraordinati.

Il risultato è stata l’assoluta inerzia di tutti i 5 anni di mandato e, cosa ancor più grave, l’inerzia successiva ai fatti del 3 maggio 2014. Anche dopo quella tragedia Mangialardi non ha fatto nulla, salvo poi promettere di attivarsi improvvisamente nei primi 100 giorni di un malaugurato nuovo mandato. Imbarazzante.

Noi, invece, abbiamo sempre detto che il Comune aveva pieno potere di intervenire sul fiume e possiamo, a differenza di Mangialardi, promettere che il dragaggio e la pulizia li faremo davvero nei primi 100 giorni, così come faremo un altro intervento di cui poco si parla: la rimozione del fango secco dalle fogne. Al di là dell’esondazione dei corsi d’acqua, infatti, è evidente come gli allagamenti siano causati dall’acqua che fuoriesce dai tombini intasati dal fango accumulatosi negli anni e, in particolare, dal 3 maggio 2014. Tutti questi interventi, con Roberto Paradisi sindaco, verranno fatti nei primi 100 giorni di mandato insieme, come già promesso, all’abbattimento della pressione fiscale, a cominciare dal dimezzamento della Cosap.

Senigallia non dovrà vivere altre nottate di paura come quella di venerdì scorso 22 maggio e i senigalliesi non dovranno più spalare fango dai propri garage e scantinati.

Commenti
Ci sono 2 commenti
Nemo
Nemo 2015-05-25 01:56:53
E poi vi svegliate tutti sudati, era un bel sogno...
Gnagnolo
Gnagnolo 2015-05-25 08:11:11
Senigallia non dovrà vivere altre nottate di paura.
Io di notte ho paura dell'uomo nero e del bau-bau, e dormo sempre con la luce accesa. Dopo potrò stare tranquillo?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno