SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Al corso di fotogiornalismo del Musinf, la raccolta Bugatti di storia della fotografia

Tecnica ed estetica del ritratto nell'opera dei fotografi tra fine dell'Ottocento e primi del Novecento

Marcello Liverani - Candidato a Sindaco di Senigallia
Foto antiche della raccolta Bugatti

Senigallia si prepara per gli incontri di maggio relativi al progetto europeo Frames e per gli incontri fotografici di giugno collegati a Caterpillar, che si svolgeranno in collaborazione con Camera di Torino e con la regia di Lorenza Bravetta di Magnum.

Venerdì sera, 24 aprile, al Musinf, nell’ambito del corso di fotogiornalismo, coordinato da Giorgio Pegoli,  si svolgerà un incontro didattico su  tecnica  ed estetica del ritratto nell’opera dei fotografi tra fine Ottocento e primi del Novecento: il fotografo Alfonso Napolitano, che per il Musinf si occupa da tempo di raccolta, conservazione e restauro fotografico,  presenterà una suite di immagini relative alle acquisizioni recenti della raccolta Bugatti, conservata  presso il Musinf.

I vintage fotografici che saranno presentati da Napolitano, che ne sta effettuando la catalogazione,  sono antiche stampe di autori italiani e stranieri, realizzate all’albumina o ai sali d’argento. Si tratta di fotografie che, in molti  casi, conservano anche pregevoli  contenitori d’epoca.

“Con Massimo Marchini, autore di un manuale sulle antiche tecniche di stampa, che sarà edito in questi giorni ” dicono Alfonso Napolitano e Patrizia Lo Conte, che coordinano l’archivio ed il laboratorio di restauro fotografico dell’Archivio storico Cingolani  “il Musinf ha iniziato preziosi workshop sulle antiche tecniche di stampa,  dal collodio umido, alle albumine, alla tecnica van Dicke. Dunque la presentazione delle fotografie della raccolta Bugatti richiamano ora utilmente l’attenzione critica sugli aspetti inerenti  il contenuto estetico ed il  valore storico-documentario della fotografia tra fine Ottocento e primi del Novecento”.

Giorgio Pegoli ha sottolineato l’importanza dell’incontro perché “finalmente apre al riconoscimento del valore compositivo ed estetico di una fotografia delle origini che racconta, spesso con poesia, storie di famiglia. In America” ha aggiunto Pegoli, “questa fotografia  ha già una vasta rappresentanza e documentazione nei musei della fotografia, oltre che un seguito collezionistico vastissimo”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura