SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, i comitati dei cittadini alluvionati vanno avanti uniti

Il coordinamento raduna ora 500 famiglie e 50 aziende. Al sindaco: "da che parte sta?"

7.394 Letture
commenti
I componenti e il legale del Coordinamento dei comitati di cittadini senigalliesi alluvionati

Tornano a farsi sentire i cittadini di Senigallia alluvionati lo scorso 3 maggio. Tornano a farsi sentire e, ad alta voce, chiamano il sindaco e l’intera città a schierarsi con loro, oltre a lanciare un appello alle banche.

Riunite in un coordinamento che raduna il “Comitato Alluvionati Misa” (Cannella-Marazzana), il Comitato “Alluvionati Senigallia” (Borgo Bicchia), il “Comitato Via Po” ed il Comitato “Alluvione Senigallia Maggio 2014” (zona piano regolatore), le circa 500 famiglie e oltre 50 aziende non hanno perso tempo e, oltre a unirsi in un organismo unico, hanno raccolto nel frattempo più documenti, video e fotografie possibile per metterle a disposizione della Procura della Repubblica di Ancona che sta conducendo le indagini.I componenti e il legale del Coordinamento dei comitati di cittadini senigalliesi alluvionati

Vogliamo evitare l’archiviazione – afferma il Coordinatore regionale per le Marche dell’Unione Nazionale Consumatori, l’avv. Corrado Canafoglia – di un caso che riguarda, uno dei fiumi più pericolosi d’Italia secondo la protezione civile, che solo nel territorio senigalliese, da Borgo Bicchia fino al confine con Casine di Ostra, ha rotto in oltre 20 punti, a cui vanno poi aggiunti i casi del fosso Sant’Angelo, letteralmente esploso, e Molino Mariani da cui il fiume ha poi allagato via Po e via Capanna“.

alluvione di Senigallia: planimetria generale dei punti di rottura del fiume Misa il 3 maggio 2014Non si è trattato di un evento eccezionale – continua il legale del coordinamento – per la quantità di pioggia caduta, come vogliono farci credere; e non lo diciamo noi, ma tecnici intervenuti in più occasioni e la protezione civile, che da tempo hanno segnalato alle autorità una situazione di incuria e di pericolosità per tutta la città“.

I componenti e il legale del Coordinamento dei comitati di cittadini senigalliesi alluvionatiProprio a disposizione della Procura si sono messi i comitati componenti il coordinamento per far sì che le indagini proseguano (ricordiamo che nell’episodio vi furono tre vittime), presso cui verrà depositata la memoria con tutta la documentazione raccolta.

Ma il coordinamento lancia anche un appello e un invito. L’appello alle banche, perché stipulino convenzioni per tassi realmente agevolati a chi ha davvero subito danni dall’alluvione del 3 maggio scorso e che si trova tuttora nei guai. E l’invito al sindaco e a tutta la città perché ci si possa muovere insieme, un po’ come avvenuto nel 2012, quando arrivarono circa 800.000 euro per le 25 imprese della zona del Cesano invase nel 2010 da acqua e fango.

I componenti e il legale del Coordinamento dei comitati di cittadini senigalliesi alluvionatiIl comune di Senigallia da che parte sta? Si chiedono i cittadini colpiti dall’alluvione. “Dobbiamo andare avanti insieme – continua Canafoglia – per accertare pubblicamente la verità e capire le responsabilità, chiedere i risarcimenti a chi era preposto alla gestione e al controllo del fiume, oltre a pianificare insieme interventi concreti perché ciò non accada in futuro. Per questo chiediamo un incontro pubblico al sindaco e ai tutti i consiglieri comunali. Se continuano a litigare in segreto nelle commissioni rendendole inutili, il fiume uscirà ancora, come affermato dalla Protezione civile, senza che i cittadini possano sentirsi al sicuro nelle proprie case“.

Commenti
Ci sono 5 commenti
Sartini 2014-07-12 11:00:19
Spero di vedere il Sindaco (e la giunta) a fianco dei cittadini che l'hanno eletta per ottenere il giusto indennizzo per i danni ricevuti per colpa di pochi ""( non uso il termine giusto)"".
Ora per la giunta è il momento di non fare retorica ma scelte obbligate.
Vederemo a breve se vogliono fare solo i politichesi, e quindi possono anche andarsene subito, oppure i rappresentanti dei cittadini che gli hanno eletti.
stefanobis 2014-07-12 13:31:05
Che strani sti politici ......quando vogliono andare su...ti vengono in cerca!quando poi stanno nella sala dei bottoni vogliono giocare da soli e guai a chi gli leva il "badurlo"
Non ci resta che confidare nel buonsenso......
leofax 2014-07-12 13:32:03
Leggo nell'articolo del Comitato di via Po.
Non è per caso Via Vico del Borgo Mulino?
Non mi pare che in via Po ci sia arrivata l'alluvione, o mi sbaglio?
leofax 2014-07-12 13:40:25
Mi correggo, se per via Po si intende la zona artigianale a ridosso del fiume, lato Molino Mariani è un conto ma dall'altra parte dove si trova il depuratore non credo che abbiano subito allagamenti.
Alberto Diambra 2014-07-12 17:34:59
Io sono il portavoce del comitato PEEP MISA,non abbiamo subito gravi danni,questa volta.solo il solito, acqua e fango come sempre quando il Misa è in piena.Sono anni che il comitato rappresenta lo stato del Misa e tutti gli abusi perpetrati sia nel Misa che nella zona PEEP MISA anche di recente evidenziati e realizzati,a tutte le ISTITUZIONI;Giunta,Sindaco Presidente e Commissario della Provincia,Presidente della Regione Marche,responsabile Regionale Protezione Civile,Prefetto, sezione prevenzione Protezione Civile Centrale , Enti del Ministero dell'Ambiente e,non sono pochi!,quanto sto affermando risulta agli atti degli Enti,compresa la Procura della Repubblica di Ancona e tutti affermano che rimane nella facoltà e potere dell'Amm.ne Comunale pensare alla sicurezza e risolvere le problematiche.Il Sindaco oltre ad essere visibilmente scocciato delle nostre insistenze affermava che non aveva nè la facoltà di deviare il fiume Misa presente da secoli nè di demolire i fabbricati scaricando le responsabilità alle precedenti Amm.ni ma nel frattempo permette la realizzazione abusiva di opere in una zona classificata dal PAI a grave rischio di esondazione R4.Checcosa dobbiamo sperare???
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura