SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il Nuovo Centro Destra “sbarca” a Senigallia

Cicconi Massi e Cameruccio i consiglieri di "un'alternativa alla maggioranza di Mangialardi"

3.339 Letture
commenti
Comì di Cucina
Presentato il Nuovo Centro Destra a Senigallia: da sx, Ernesto Murenu, Alessandro Cicconi Massi, Giacomo Bugaro, Gabriele Cameruccio e Daniele Silvetti

Nasce ufficialmente il Nuovo Centro Destra a Senigallia e sarà rappresentato da Alessandro Cicconi Massi e Gabriele Cameruccio in Consiglio Comunale dopo la modifica nella composizione consiliare che potrebbe arrivare già nella seduta di mercoledì 16 aprile.

A darne l’annuncio sono proprio i due consiglieri ex PdL (nei giorni scorsi al centro di un acceso dibattito con i sostenitori di Forza Italia che ne chiedevano le dimissioni per “tradimento” verso Berluconi e Co.) affiancati dagli esponenti consiliari regionali Giacomo Bugaro e Daniele Silvetti.

La necessità è quella di fare chiarezza – afferma Cameruccio – perché siamo stati bersagliati da illazioni e vociferii ma, mai come in questo caso, le chiacchiere stanno a zero“. “Se c’è qualcuno che può parlare di Forza Italia – tuona Cicconi Massi – sono proprio io che dal ’97 sono stato voce, volto e braccia di FI, e quando chiedevo ad altri di metterci la faccia, non sono stato appoggiato da chi invece oggi sentenzia in questa maniera e chiede le nostre dimissioni“.

Presentato il Nuovo Centro Destra a Senigallia: da sx, Ernesto Murenu, Alessandro Cicconi Massi e Giacomo BugaroDunque anche sulla spiaggia di velluto sbarca la formazione di Angelino Alfano che domenica 13 aprile, a Roma, ha visto partecipare al congresso nazionale diverse migliaia di persone in rappresentanza di 12mila circoli sparsi in tutta Italia. E a dare questi dati è proprio Bugaro, reduce dalla trasferta romana, il quale dichiara: “Non rinneghiamo il nostro passato e la nostra storia, ma il progetto PdL è stato chiuso e non siamo stati noi ad avere un atteggiamento di esclusione. Noi agiamo per coerenza, al contrario di altri: abbiamo preso coscenza che i punti programmatici del ’94 sono tutti disattesi, come la giustizia, le tasse e la burocrazia. Abbiamo riconoscenza per una persona e un’idea per cui ci siamo adoperati, ma non vogliamo passare da adulatori. Ora bisogna avere un atteggiamento di inclusione e non di chiusura. Per questo, possiamo ben dire che non siamo noi i traditori“.

Il gruppo consiliare senigalliese perde però due pedine: Enrico Rimini che ha scelto di passare al Gruppo Misto (dove “raggiunge” Luigi Rebecchini) e Alessandro Mazzarini che sta invece valutando l’ipotesi di lasciare l’attività politica (al suo posto subentrerebbe Alan Canestrari, di Fli). A parte i motivi personali di quest’ultimo, la scelta di Rimini non è stata ben digerita tanto che i neo esponenti di NCD si augurano che “non faccia ciò che non deve fare“, alludendo al passaggio con la maggioranza tramite liste civiche su cui si vocifera da tempo.

Ripartiamo da qui, da Senigallia, dai moderati perché dopo alcuni anni passati all’opposizione abbiamo sentito la nostra vocazione al governo – afferma bugaro – e siamo pronti a costruire un’alternativa al centro sinistra che appoggia Mangialardi, con il quale non faremo alleanze. Guardiamo avanti al 2015 (quando ci saranno le elezioni comunali senigalliesi, Ndr) e vogliamo aprire uno spazio politico rivolto a tutti i riformisti moderati, per dare a Senigallia un nuovo percorso“.
Presentato il Nuovo Centro Destra a Senigallia: da sx, Gabriele Cameruccio e Daniele SilvettiL’alternativa a questa maggioranza – continua Silvetti – deve passare da noi e quindi mi sento di dover fare un appello alle forze moderate e civiche, perché, con Alessandro e Gabriele, Senigallia possa avere quel governo che manca da tempo e che merita. A loro andrà il nostro sostegno grazie al radicamento che va sempre più estendendosi“.

Tre i punti al centro del nuovo programma – oltre alla sanità, tema di cui si sono occupati praticamente dall’inizio dell’attività politica – che i due consiglieri comunali senigalliesi vogliono tracciare da qui al 2015: tasse, burocrazia e urbanistica. Tutti temi importanti per l’economia cittadina e che “devono essere completamente rivisti, senza demagogie, con un confronto aperto a tutti“.

Prima del 2015 però, c’è il nodo delle elezioni europee del prossimo 25 maggio: a detta di Bugaro e degli altri esponenti NCD, è alto il rischio di un nuovo exploit di Grillo che diverrebbe – contemporaneamente a un calo del centro destra a causa di Forza Italia – la seconda forza politica italiana. “Ecco perché è importante il nostro progetto: anche per arginare la deriva populista e qualunquista che il PD sta tentando di combattere con Renzi“.

Commenti
Ci sono 5 commenti
Sebastian
Sebastian 2014-04-14 20:54:56
"...con Alessandro e Gabriele, Senigallia possa avere quel governo che manca da tempo..." Per fortuna non corriamo questo rischio, i due personaggi rimarranno tranquillamente al palo avendo di molto meglio questa volta a Senigallia. Come disse Alfano? Che negli ultimi anni Berlusconi si era contornato di "utili idioti"....appunto!
Rex
Rex 2014-04-14 21:29:17
A Senigallia continua a sbarcare il ridicolo e il grottesco, ma questi da chi pensano di farsi votare, qualche pollo ci sarà pure, ma saranno pochi un bel pò. Voi vi riciclate nel ncd e Rimini va nel misto...niente niente state nella casa del Grande Fratello? Neanche l'armata Brancaleone era così disastrata. Uomini veri, uomini fermi nei loro principi e nei loro ideali...si si, come no...sicuramente siete tenaci...tenaci nel rimanere avvinghiati alla poltrona! Signori...siete stati nominati, tutti a casa! Incominciate ad imballare le scartoffie per il trasloco.
Indiana Pips
Indiana Pips 2014-04-14 22:27:06
"“L’alternativa a questa maggioranza – continua Silvetti – deve passare da noi"....e questo chi è, il Padreterno? Ma tutti così comici sono questi personaggi? Totò faceva ridere, questi fanno proprio piangere...
Indiana Pips
Indiana Pips 2014-04-15 00:24:12
"FLI si sta radicando in tutte le Marche, anche nella valle del Misa - ha detto Daniele Silvetti, consigliere regionale e coordinatore del nuovo soggetto politico - anche a Senigallia si sta formando un gruppo consigliare con Fabrizio Marcantoni, e forse arriveranno altri consiglieri. Tutta la provincia di Ancona ha dato una grande risposta a FLI anche con l'adesione di persone che prima non erano impegnate in politica". Correva il 25 ottobre del 2010, l'attuale "riciclato" Silvetti così parlava...anche lui persona con sani principi, quelli della poltrona, poi con chi non ha importanza....Senigalliesi SVEGLIATEVI, questi continuano a prenderci in giro, a loro importano solamente i loro interessi!
bonzino 2014-04-16 16:23:04
se ben ricordo il coordinatore PDL bugaro (ora ex ) un anno fa voleva espellere Cicconi Massi dal partito ora se lo prende tra le file del NCD. Congratulazioni la coerenza è proprio innata negli ex PDL . Meglio averli alla porta che in casa.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!