SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Onoranze Funebri F.lli Costantini

Paradisi: “Rimini pronto al ‘salto della quaglia’. Venga smentito”

"Su alleanze future e Palazzo Gherardi, gli ex di Forza Italia facciano subito chiarezza"

3.113 Letture
commenti
Il Consigliere Roberto Paradisi

Che il consigliere Enrico Rimini avesse dato segni di non equilibrio politico è un dato risaputo. E, tutto sommato, ininfluente. Ma ora delle due l’una: o i suoi referenti Cicconi Massi e Cameruccio prendono immediatamente le distanze dalle sue ultime esternazioni, oppure significa che le sue dichiarazioni sono condivise.

La prima: il consigliere Rimini, nel corso di una conferenza stampa, ha dichiarato che la lista civica che verrà formata guarderà a 360 gradi. La traduzione letterale significa che Rimini non esclude un’alleanza con il Pd e Maurizio Mangialardi preparandosi al “salto della quaglia”. Cicconi Massi e Cameruccio hanno il dovere morale di escludere, ora e per le prossime elezioni, la possibilità di allearsi con Mangialardi e la sinistra affarista di Senigallia. Gli elettori che hanno votato, con forza, l’alternativa a questa maggioranza pretendono ora una parola di chiarezza.

Smentiscano subito (o chiariscano) le parole di Rimini. La seconda. Il giovane Rimini (dopo aver già difeso comicamente il costo delle salsicce garantito dall’Amministrazione comunale per la sagra di S.Angelo) ha offerto una immediata sponda a Mangialardi su Palazzo Gherardi. Senza senso del ridicolo, smentendo una battaglia già da lui sostenuta con forza, ha proposto con la stessa forza un albergo a Palazzo Gherardi così dichiarando di voler svendere ai privati (come vuole fare il sindaco) il simbolo della cultura cittadina.

Ingenua la sua motivazione: “Palazzo Gherardi è già stato un albergo”.  Vero, ma, occorre aggiungere, in palese violazione del lascito testamentario del conte Gherardi. E’ stato dunque, per un breve periodo, un albergo in termini illegittimi. Ed una illegalità non ne sana una successiva. Dicano allora Cicconi Massi e Cameruccio se questa è la posizione del loro gruppo o se, su Palazzo Gherardi, hanno o meno mantenuto la posizione che hanno sempre avuto.

E’ bene peraltro ricordare, smentendo le mistificazioni del sindaco Mangialardi, che ha un costo pubblico sia ristrutturare il palazzo a fini culturali (nel rispetto del testamento) sia per metterlo in mano ai palazzinari. Ed è il caso di ricordare che, per chi è capace (Mangialardi non lo è) è possibile attingere a fondi extra-comunali per le ristrutturazioni di edifici scolastici, poli culturali, progetti museali. E’ molto deprimente sapere che un sindaco di una città come Senigallia non ne sia a conoscenza (o finga di non esserlo).

Commenti
Ci sono 5 commenti
Sebastian
Sebastian 2014-03-17 15:18:32
Si ha una netta impressione che non saranno pochi i "salti della quaglia", la poltrona è sempre la poltrona, e se non la prendo a "destra" provo a "sinistra"...
Franco Giannini
Franco Giannini 2014-03-17 15:45:00
Signore e signori, la stagione elettorale che guarda più alla "caccia alla poltrona" che alla vera e pura caccia al voto, si è aperta. Lo spettacolo è iniziato.
Questa volta con largo anticipo. E le "voci di popolo" che si accavallano sono tante e non c'è solo questa.
Ma i brombolii di pancia, credetemi, non ci sono solamente nei banchi delle minoranze, anzi. Infatti se questi disturbi intestinali le perseguitano è perchè anche tra i loro dirimpettai, alcuni "carbonari" si stanno preparando in segreto(?), ben attenti a tenere le spalle ben accostate al muro e sempre con un sorriso d'ordinanza sulla bocca. Ancora si cerca di mantenere i segreti (di Pulcinella!?), del resto come in tutti i gialli, il colpevole non si dice e solitamente è colui in cui meno ci si pensa... ma fin qui, posso dire che le previsioni fatte le ho quasi azzeccate e che qualcuno, magari anche scettico, solo dopo le elezioni potrà dirmi "si Franco, avevi ragione!".
Sebastian
Sebastian 2014-03-17 16:13:28
Che l'assessore Campanile si voglia candidare a sindaco è una delle "voci di popolo"...poi c'è la voce del "salto della quaglia" dei quattro moschettieri (ex Forza Italia, ex PDL, ex PPE ex in tutto...) che, spada in resta, cercano di "infilzare" una poltrona a sinistra...e poi chi vivrà vedrà.
bonzino 2014-03-17 18:47:33
Potranno tentare di fare il salto della quaglia ma la prossima volta chi li voterà? Con quale faccia si presenteranno agli elettori a chiedere le preferenze? A voglia cercare consensi perché nessuno si ricorderà di loro se non per i tanti cambiamenti di sigla e null'altro di più. Meglio che cambino mestiere la politica non fa per loro, cercano solo vana gloria ma troveranno solo porte chiuse. Hanno fallito e come tali debbono lasciare se non vogliono essere lo sberleffo della città.
Ventodestate 2014-03-18 17:01:01
In verità gira voce che si voglia candidare a Sindaco Gabriele Cameruccio con appoggi importanti di certi ambienti per scalzare Paradisi e Liverani.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura