SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Articoli senza marchio, multa di 6.000 euro a negozio cinese di Senigallia

Sequestrati e confiscati centinaia di pezzi ad un'attività del settore elettronica

3.088 Letture
commenti
Materiale sequestrato in un negozio cinese a Senigallia

Il personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Senigallia ha sequestrato e confiscato giovedì 27 febbraio centinaia di pezzi in vendita presso un esercizio commerciale di articoli elettronici gestito da una donna di nazionalità cinese, situato a Senigallia lungo la Statale Adriatica Nord.


Stabilita anche l’applicazione di una pena in denaro di oltre 6.000 euro.

Dagli accertamenti effettuati è emersa la presenza di numerosi oggetti di vario genere (luci stroboscopiche, rasoi elettrici, calcolatori elettronici, ventilatori, cuffie audio ed altro), privi del previsto marchio CE o dell’etichettatura e delle istruzioni in lingua italiana o del nome del produttore e dell’importatore.

Tra gli articoli, molti erano destinati a bambini.

A gestire l’attività è una donna cinese di 48 anni – J.X. le sue iniziali – da tempo residente a Senigallia e non in grado di fornire la documentazione sulla provenienza dei prodotti: al momento del controllo nel negozio erano presenti il marito della titolare, G.L., 49 anni, e il figlio, G.Q., 20, entrambi addetti alle vendite.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura