SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Realizzazione e promozione siti web

Senigallia, news sul campionato di calcio Uisp: il Cibarya c’è (ma non è solo)

Mister Panzone scioglie le riserve. E il San Silvestro si rinforza tra ambizione e cambiamento

1.847 Letture
commenti
La formazione del Cibarya

Alla fine il week end ha portato consiglio a Marco Panzone, mister del Cibarya. La sua squadra sarà regolarmente ai nastri di partenza del campionato di serie B. E’ lui stesso a motivare la decisione, in bilico sino a pochi giorni fa: “Abbiamo deciso di disputare regolarmente il campionato, c’è stato un chiarimento con i ragazzi che avevano dato la disponibilità solo sulla carta ed abbiamo dunque raggiunto le 20-21 unità, che considero il numero minimo di giocatori per prendere parte al campionato“.

Giovedì 12 abbiamo già in programma un’amichevole con la Capanna – continua Panzone. Vorrei approfittare per ringraziare i tanti (tra gli altri i mister del Roncitelli Garofoli e quello del San Silvestro Olivetti) che hanno espresso solidarietà rispetto alla mia posizione“.

Il campionato tutto tira un sospiro di sollievo; intanto, sul fronte mercato, si vocifera di un possibile accordo con il centrocampista ex Iof Mori Francesco Rifugio.

La sensazione è che si sia un po’ come alla prima della Scala nonostante, sul palcoscenico dell’aziendale, sia già il quarto anno per il San Silvestro. Già, perché i primi tre anni di Uisp hanno significato tanto nella costruzione di un gruppo affiatato e nel ritrovare una squadra che esprimesse l’identità di una frazione, ma ora è tempo di cambiare, di girare pagina, come ci spiega Luciano Olivetti, allenatore, padre e mentore della “famiglia” San Silvestro: “Dopo 3 stagioni disputate con gli stessi 24 tesserati – ci dice – era giunto il momento di cambiare: il primo anno ci era servito per fare gruppo, il secondo per fare squadra ed il terzo avrebbe dovuto nelle nostre intenzioni portarci al salto di categoria. Qualcosa si è però inceppato dopo un grande girone di andata, perché tutti si sono sentiti pronti al grande salto ma troppi hanno avuto la convinzione errata di sentirsi titolari inamovibili, un peccato mortale questo, che mi ha creato problemi di gestione, costringendo me e la dirigenza a provvedimenti di origine disciplinare (panchine e tribune comminate anche a coloro che venivano considerati “big”). In estate abbiamo pensato che era una situazione difficile da sostenere ed abbiamo optato per una svolta radicale, decidendo di rinunciare a diversi giocatori“.

Le sliding doors di San Silvestro hanno visto così in estate un flusso continuo, in entrata e in uscita, di tesserati. Hanno smesso la divisa rossoblù l’estremo difensore Lorenzo Tombesi, Lorenzo Paolini, Luca Canonico (per lui possibile approdo ai cugini della Montignanese), Raffaele Vici, Daniele Anibaldi e Giovanni Ferro (passato al Panelli), oltre all’allenatore in seconda Cristiano Romiti, che ha lasciato per motivi di lavoro.

Luciano OlivettiSul fronte degli arrivi, l’ex portiere della Falconarese Tommaso Burattini, i giovani Samir Borriello (difensore, classe ’94, ex juniores Vigor Senigallia) e Federico Moschini (centrocampista, classe ’92, anch’egli provenienza Vigor), il difensore Riccardo Rossi, l’attaccante Matteo Ranieri ed il difensore Marco Baldoni (due cavalli di ritorno questi ultimi, entrambi reduci da un anno di inattività). Ad aggiungere peso al reparto offensivo penseranno Daniele Conti dal Sant’Angelo ed Ivano Caliendo (mezza punta classe ’92, nativo di Castellammare di Stabia), lo scorso anno al Monserra. Inoltre, in ottemperanza alle nuove disposizioni che consentono l’impego di giocatori tesserati in terza categoria, il difensore Mirko Cimarelli (Ostra Vetere) giocherà in regime di doppio tesseramento. Nuovo anche il vice allenatore, Antonello Santarelli, ma rigorosamente con un passato di giocatore del San Silvestro negli anni 90. Una squadra sulla carta decisamente di livello superiore rispetto a quella della scorsa stagione, che ha innestato numerosi giocatori con esperienza in Figc:

Si – ammette Olivetti – a livello tecnico abbiamo sicuramente qualcosa in più, d’altro canto però si è abbassata l’età media del gruppo e qualcuno dei nuovi potrebbe inizialmente pagare l’impatto con un campionato nuovo ed agonisticamente intenso come l’aziendale. I nuovi dovranno essere bravi ad integrarsi in un gruppo collaudatissimo sia calcisticamente che caratterialmente: da noi chi non si allena e chi non si dimostra corretto e rispettoso delle regole in campo, va in tribuna…

Mister Olivetti sposta quindi il tiro sugli obiettivi di stagione: “Giocheremo con l’obiettivo di centrare i play-off, sempre raggiunti in questi primi tre anni, e magari di andare in serie A, ma soprattutto vogliamo divertirci e teniamo ad essere una parte vitale della frazione di San Silvestro. Ecco perché l’intera squadra in tutte le sue componenti (giocatori, dirigenti, allenatori, mogli, fidanzate) partecipa attivamente ad ogni attività del circolo Acli di San Silvestro, anche al di fuori del calcio“.

Il finale è un occhio buttato là, al campionato che verrà: “Sarà una stagione difficile, due delle nuove iscritte, Cesanella e Real Cesano, sembrano essere fortissime a quanto si dice, il Montignano, già competitivo lo scorso anno, ha costruito un organico importante. Insomma, non sarà facile stare lassù; potrebbe essere l’anno della svolta, noi ci proveremo, sapendo bene che il più vecchio dei nostri ha 25 anni!

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura