SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Confartigianato Senigallia, “distribuire i defibrillatori su tutto il lungomare”

Il segretario Cicconi Massi spinge per la diffusione di un fondamentale strumento salva-vita

1.513 Letture
commenti
Giacomo Cicconi Massi

Il progetto “Spiagge sicure” voluto da Oasi Confartigianato e Consorzio SenigalliaSpiagge, intende promuovere una distribuzione capillare su tutte le torrette di salvataggio del litorale di Senigallia di defibrillatori.

Questi verrebbero utilizzati  – spiega il segretario locale di Confartigianato Giacomo Cicconi Massi – non solo per emergenze in spiaggia o in acqua, ma anche per situazioni d’emergenza in aree limitrofe al lungomare“.

Ad oggi  in funzione vi è un solo defibrillatore (che si trova presso i Bagni Sandra 32), recentemente utilizzato nel tentativo – purtroppo non riuscito nonostante i rapidi soccorsi – di salvare la vita a Aldo Caliendo, il turista napoletano vittima di un malore fatale in spiaggia.

Il progetto – per il quale ci si sta già muovendo – prevederebbe l’utilizzo dei defibrillatori anche nelle scuole, nelle palestre e tra le società sportive della citta’: lo strumento verrebbe dato in comodato d’uso nei mesi invernali.

Commenti
Ci sono 3 commenti
marianna 2013-08-26 09:44:33
SI, SONO PROPRIO D'ACCORDO!!!
Franco Giannini
Franco Giannini 2013-08-26 15:37:32
Era, se non vado errato, il 10 di luglio del 2011, quando con grande enfasi, si parlò di defibrillatori e per essere più precisi si defibrillatori semiautomatici esterni (DAE) in Consiglio Comunale. Per l'occasione, il Dr. Marcellini, precedentemente ne aveva portato anche uno in Commissione a scopo dimostrativo per far visionare quelli che potevano essere i problemi dell'utilizzol. Pazzani, (anti dimissioni!! quindi ne è passata di acqua sotto i ponti.) presentò l'OdG i cui confirmatari erano (vado a memoria) Paradisi, Cicconi Massi, lo stesso Marcellini, Marcantoni, illustrando l'assoluta necessità di questo "strumento" salvavita. Ricordo che intervenne anche la Dr.ssa Angeletti, poi Sardella, il Dr. Girolametti e qualche altro. Comunque l'OdG, ricordo, che fu votato ed approvato... e come spesso è avvenuto ed avviene posto nel cassetto della scrivania ed archiviato nel libro delle dimenticanze alla pagina "X". Avviene spesso, è avvenuto... e credo che continuerà ad avvenire, ma poi ? Che cosa dire? Oltre che se ne è discusso, votato, magari approvato... e poi? finiscono dentro un cassetto, come finiscono molti degli argomenti trattati. Ad esempio si è discusso, parlato, a suo tempo, anche di Osservatorio dei Rifiuti- Registro comunale delle Unioni Civili- Testamento biologico- Regolamento sulle sale giochi- Acqua bene comune- censimento manufatti in amianto- Consulta della Cultura, ecc.. ecc.. ma poi concretamente, oltre che essersene discusso, oltre che aver creato regole, o averci costruito su un bel registro, qualcuno si è poi informato quali passi realmente siano stati fatti, a quante persone è servito, quanti ne abbiano solo chiesto notizie, informazioni??
pie 2013-08-26 16:51:16
In svizzera hanno un defibrillatore in ogni condominio!!! Ma qui siamo in italia......
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno