SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

I numeri da capogiro del sogno anni ’50 di Senigallia: il Summer Jamboree 2013

Chiusa la XIV edizione: trecentomila presenze nei giorni di festival, commenti entusiasti e attenzione mediatica

Il saluto di organizzatori, Sindaco e ospiti del Summer Jamboree 2013

Un’iniziativa di valore. Wonderful. You’re the best. Brilliant. Mondiale. Non delude mai ed è sempre sopra le aspettative. Sono soltanto alcune delle bellissime manifestazioni di plauso con cui si conclude la XIV edizione del Summer Jamboree.

Il Festival Internazionale di Musica e Cultura dell’America anni ’40 e ’50 ha entusiasmato decine di migliaia di fan ogni giorno, dal 3 all’11 agosto a Senigallia, presentato dalla bellissima Grace Hall con la partecipazione amichevole di Dario Salvatori

Superate le 300.000 presenze del 2012 nei 9 giorni + 1 di eventi 2013, con oltre 30 mila presenze stimate complessivamente alle due Feste HawaiianeSold out il Burlesque Show e il Dance Camp. Oltre 160 testate giornalistiche coinvolte tra cui agenzie stampa internazionali. Più di 160 persone coinvolte nell’organizzazione dell’evento. 

77mila accessi al sito internet Summerjamboree.com tra luglio e i primi dieci giorni di agosto 2013.  Raggiunti 55mila amici su Facebook. Coinvolti 180 artisti tra cui 26 djs costantemente impegnati nelle tante location del Festival, con un carnet di 45 concerti per i quali sono stati impiegati 18 mixer, 120 tra microfoni e radiomicrofoni, 78 casse acustiche con un totale di 370 altoparlanti, pilotate da oltre 180 amplificatori, e oltre 3 km di cavi per audio e luci.

Grande successo anche per la mostra omaggio a Johnny Cash e Jim Marshall che registra 7000 visitatori. L’edizione 2013 ha visto tra l’altro ampliarsi il coinvolgimento degli spazi cittadini, con nuove location tra cui il palco in via Carducci.

Se già i numeri parlano di un Festival in costante ascesa, che si conferma il più grande raduno europeo del genere, sono gli apprezzamenti autentici e vivi dei fan, i sorrisi degli artisti e del pubblico, la qualità della partecipazione a fare la differenza. E soprattutto la capacità di coinvolgere un’intera città per tanti giorni in una atmosfera di grande gioia e coinvolgimento, trasformandola in uno scenario unico e irripetibile.

Tutto meraviglioso, lo show è stato fantastico e Senigallia è un posto bellissimo!” ha esclamatoDuane Eddy, leggenda del rock and roll, pioniere della twang guitar, che i fan hanno potuto ascoltare in esclusiva e per la prima volta in Italia, proprio grazie al Summer Jamboree. Così come i Big Six, Deke Dickerson, Charlie Thompson, The Ranch Girls e tantissimi altri artisti applauditissimi. “Volevo ringraziarvi per tutto, la disponibilità, l’aiuto, ma soprattutto per aver dato vita a questo grande festival. È stato un piacere per noi suonarci e ha significato moltissimo. Continuate così!Siete i migliori!”, ha commentato Thomas dei 5 in Love.

I ringraziamenti riempiono l’atmosfera del Festival: “energia pazzesca e magica atmosfera! Non delude mai ed è sempre superiore a ogni aspettativa!”; “absolutely brilliant”; “evento mondiale, unico, stratosferico, magico”; “emozione irripetibile”, scrivono i fan.

L’emozione è anche quella di poter vedere, ascoltare e magari incontrare il proprio idolo rock dna roll, come nel caso di Duane Eddy quest’anno: “vederlo cosi da vicino… dargli la mano..quasi non ci credo ancora, il suono era quello dei dischi, il mio preferito. Grande Duane!”, scrive un fan su facebook. Tantissime le presenze in ambiente virtuale con 55 mila amici su Facebook (26mila nel 2012). Dal primo all’11 agosto compreso, sono stati oltre 77 mila gli accessi al sito summerjamboree.com (nello stesso periodo del 2012 erano stati 60 mila), mentre nel luglio 2013, sono stati 58.819 (7000 in più dello stesso mese 2012).

Italiani, tedeschi in testa, seguiti da britannici, statunitensi, francesi. Oltre che da tutta Europa, visitano il sito anche dalla Russia, da Australia, Cina, Brasile, Sud America, Emirati Arabi, Sud Africa. Accessi che testimoniano anche il crescente international flavour del Festival. Hanno lasciato commenti sui social network in tutte lingue, compreso il cirillico, così come tante sono le sonorità ascoltate in giro per le strade di Senigallia durante il Festival: inglese, francese, tedesco, olandese, svedese, greco, giapponese, slavo. Sia gli artisti ospiti, sia il pubblico arrivato da ogni parte del mondo hanno dato vita alla più colorata, vivace e “hottest rockin’ holiday on earth”.

Non è un caso che la Lonely Planet (edizione Umbria e Marche 2013) da poco uscita, posizioni la città di Senigallia tra le top 20 esperienze da fare in quest’area, proprio per il Summer Jamboree, riproponendo poi il Festival nella sezione degli eventi e scrivendo: “Ormai da anni il più festoso, rockeggiante, popolare evento di Senigallia: decine e decine di migliaia di persone arrivano qua da mezzo mondo per ascoltare i miti del rock anni ’40 e ’50 e non solo (ci sono stati Jerry Lee Lewis, Chuck Berry, Dita Von Teese e tanti altri). Le piazze centrali si riempiono di musica, gli alberghi anche: prenotate con anticipo. Uno degli eventi più amati da Renzo Arbore”. E in inglese, giapponese, francese vengono realizzati i tantissimi reportage dedicati all’evento che da 14 anni caratterizza la spiaggia di velluto marchigiana

A proposito di testate giornalistiche, tra le oltre 160 che hanno parlato o seguito il Summer Jamboree quest’anno, ci sono servizi su Linea blu, andato in onda sabato 10, del Tg2 e de La Vita in diretta (Rai 1). “Milwaukee 1950? No, Senigallia 2013”, intitola la rivista “TU Style” in edicola, nel bel servizio sul Festival con tante foto rappresentative. Una delle manifestazioni “più caratterizzanti del panorama estivo musicale italiano”, scrive il rollingstonemagazine.it.

Ci incontriamo al Summer Jamboree! Il Festival si è rivelato anche un punto di incontro per iniziative alternative. È il caso del 6° meeting degli Instagramer Marche, che hanno richiamato anche colleghi di altre regioni, o di associazioni come Greenpeace e la Lega del Filo d’oro, per il secondo anno consecutivo straordinario partner etico.

Il SUMMER JAMBOREE, Festival Internazionale di musica e cultura dell’America anni ’40 e ’50, è organizzato dall’Associazione Culturale Summer Jamboree e promosso dal Comune di Senigallia con la partecipazione di Regione Marche e di alcuni sponsor. Partner etico: Lega del Filo d’Oro.

Info per il pubblico: www.summerjamboree.com Facebook: Summer Jamboree Official Page

INFOLINE: 331.2800555

Commenti
Ci sono 14 commenti
samy 2013-08-12 02:57:12
Finalmente e`finito . Ci vorra` un mese per ripulire e disinfettare la citta` e` diventanto uno scarico a cielo aperto. Vergogna, per voi i cittadini non contano niente ,quello che conta per voi secondo me e solo il Dio denaro
Sono arrivato al limite.
Dave Stirling 2013-08-12 09:55:14
Nei giorni del Jamboree ti consiglio una passeggiata a Marcelli, la riviera del Conero è affascinante, tranquilla, gelaterie, negozi, al massimo un karaoke.
E su!!! E mica è lo slum di Calcutta! La città stamattina sarà bella che pulita, al limite nel pomeriggio. Tipo dopo la Fiera. Fatti un giro in centro stasera e "riassapora la libertà" (e poi ci dici se è ancora una "discarica a cielo aperto" come l'hai vista tu)...
Dave Stirling 2013-08-12 10:21:09
Quello che non capisco è come calcolino le presenze... la gente è in continuo movimento disordinato, tipo formicaio. Non è una piazza, un corteo... Boh! Misteri della statistica.
Comunque è innegabile che di gente ce n'era "un polverone".
Catlo 2013-08-12 10:54:30
Bellissima manifestazione.
Senigalliese purosangue 2013-08-12 11:10:53
Ai senigalliesi che si lamentano ho da dire una sola cosa: ridicoli.
Abito in centro, e chi è di Senigallia consce bene strategie e modi di "sopravvivenza" ad eventi simili. (vedi fiera)
Per il resto, Senigallia è una città di turismo oppure no?
Se si è fatta la scelta del turismo, è solo un bene avere eventi del genere.
E questa manifestazione, probabilmente salva l' econonomia di tutto il comparto turistico per quest' anno.
Senza Jamboree, la stagione, complice maltempo e crisi violenta in atto sarebbe stata da suicidio economico per buona parte degli operatori. (nota bene, NON MI OCCUPO DI TORISMO, NE LA MIA FAMIGLIA)
Basti pensare alle presenze alberghiere la settimana precedente e quella sucessiva.......(chiedete a qualsiasi albergatore)
Sò ciò semplicemente perchè ho dei famigliari ospiti presso un 4 stelle qui a Senigallia. Un 4 stelle che quando ho chiesto informazioni e prenotazioni per due camere la settimana di ferragosto, senza nulla chiedere, mi ha fatto uno sconto che nemmeno io pensavo possibile. ( e a mia domanda la risposta è stata disarmante. Siamo mezzi vuoti....)
renzo 2013-08-12 11:26:13
Per una volta devo dare ragione a @senigalliese purosangue. Miracoli del jamboree.
Gabriele 2013-08-12 12:34:48
Samy inorridisco dalla tua prosa, che ben venga questo festival
Luca 2013-08-12 12:45:14
non sono un appassionato del Summer e non sono un albergatore ecc.. ma Senigallia è una città turistica e di un evento cosi importante di livello internazionale che ha protagonista la nostra città non ne ho memoria altrimenti cambiate residenza, dicono che Fabriano sia molto tranquilla in Agosto...
Gaia Pesaresi 2013-08-12 14:19:38
Decisamente l'edizione del Summer Jamboree che mi sono goduta di più.
Essendo molto refrattaria alla calca ho evitato accuratamente le ultime due serate (fortunatamente di eventi alternativi a cui partecipare, a Senigallia ed in tutte le Marche, ce ne sono una marea) ma per il resto nessuna critica da fare!
Ottima l'idea di espandersi in Via Carducci, come quella di aggiungere una serata in più alla festa hawaiana in spiaggia, grazie alla quale la città era sì affollata, ma non sovraccarica e le piste da ballo erano abbastanza libere, permettendoci di fare quattro salti.
Michele 2013-08-12 14:28:24
Le cose possono essere fatte e progettate in diversi modi, magari basterebbe conciliare la festa con il buon senso per mettere tutti d'accordo? Mettere bagni pubblici per non trasformare la spiaggia in una latrina. Controllare e multare chi vende alcolici ai minori. Controllare ed evitare inutili schiamazzi di gente ubriaca "al di fuori della festa" E cosi difficile da attuare e da capire? Ma forse e proprio questo che attira la gente, per una sera sentirsi fuori dalle regole poter pisciare ovunque, guidare ubriachi senza temere di incappare nella legge assopita dai mega incassi. Per esempio dalle notizie ho letto che solo poche persone sono state fermate in stato d'ebrezza, volete dirmi che su 300.000 presenze c'erano 5-10 ubriachi alla guida? Facciamo i seri , in queste occasioni conta solo il soldo altro che cultura anni 40-50.
Matteo 2013-08-12 14:38:10
Sono senigalliese di nascita e mi piace quando la mia città carbura con eventi simili, è un vanto e mi piace, poi se si vuole discutere sulla gestione di pulizia, sorveglianza (i parcheggi per i disabili mai rispettati) e quant'altro se ne parla, ma Senigallia si basa anche sul turismo e ben venga la permanenza del Summer Jamboree
Gabriele 2013-08-12 18:00:50
Bravo Matteo
Luca 2013-08-12 22:46:11
A chi critica il Summer consiglio la prossima volta di non fermarsi alle apparenze, di farsi contagiare dalla gioia di vivere delle migliaia di persone che ballano con maestria musiche decisamente più orecchiabili delle hit che vanno adesso in discoteca. Se in eventi del genere c'è sempre una seppur minima percentuale di ragazzi disadattati che approfittano di qualunque evento per dar sfogo alla loro nullità interiore dobbiamo per prima cosa guardare nelle nostre famiglie (una percentuale minima su questi numeri è comunque purtroppo decisamente evidente). A me resta negli occhi l'allegria dei ballerini, la bellezza delle donne esaltate dall'abbigliamento anni 50, la marea festosa di gente in cerca di divertimento sano e lascio alla loro pochezza chi cerca di sporcare la festa con comportamenti da troglodita (che comunque si potrebbe provare a contrastare più efficacemente).
JEYJEY 2013-08-13 11:12:43
Per me è un evento unico! Ogni anno sempre più bello!! Sono venuto da Milano APPOSTA, e ha ragione chi dice che contribuisce all' economia locale! Oltretutto ho notato -con mio gran piacere!- che attira sempre più ogni tipologia di persone, non solo gli appassionati come me!! Giovani e giovanissimi vestiti " a tema", famiglie, anziani.... Tornando alle "polemiche", ovviamente chi vive in una bellissima cittadina come Senigallia può anche non apprezzare tutto il caos che un evento simile comporta! Ma in fondo si tratta di pochi giorni... Ed il servizio di nettezza urbana ho visto che lavorava incessantemente e come si deve!
Ci vediamo l' anno prossimo alla 15° edizione!!!!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!