SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

A Senigallia i Portici Ercolani diventano “da collezione”

Dal 31 luglio, ogni mercoledì torna "Chi cerca trova"

Music Network
Mercatino 'Chi cerca trova'

Portici Ercolani zeppi di curiosità d’altri tempi, pezzi unici da collezione più un tocco vintage. Senigallia ricca di cose belle e rare.  Mercoledì 31 luglio dalle 15 alle 24 appuntamento con Chi cerca trova, il mercatino di artigianato, piccolo antiquariato e collezionismo, organizzato dalla Confartigianato, la Mecca per chi va a caccia di oggetti particolari o non si accontenta di accessori standardizzati e “piatti” per personalizzare la propria casa. Tra i banchi espositivi ci si perde in un mondo parallelo viaggiando a ritroso nel tempo.

Ci sono gli utensili di una volta, le vecchie macchine da cucire, macinini, cesoie, strumenti dei mestieri passati, gli oggetti della vita quotidiana, gli orologi e le pendole, i servizi “buoni” in porcellana per il tè, le ceramiche decorate, specchi, cornici, mobili e mobiletti, stampe e pezzi raffinati come penne stilografiche da collezione, monete, medaglie. Perfino bambole e riviste vintage.

Oltre a questo “tesoretto” di oggetti antichi o curiosi, trovano posto nel mercatino anche le creazioni originali di artisti artigiani, dalle borse fatte all’uncinetto, alle penne intagliate nel legno, dalla bigiotteria, alle casette porta candela. E la fantasia prende il volo. Chi cerca trova da più di 15 anni è un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati del settore  e contribuisce ogni anno a ravvivare l’estate senigalliese.

Diverse le finalità, tra cui “Far conoscere la produzione artistica propria del nostro territorio” – spiega Giacomo Cicconi Massi, Segretario Confartigianato Senigallia – e rendere omaggio alla produzione “in loco” figlia diretta dell’abilità, del gusto, dei mestieri storicamente tramandati. Oggetti unici, proprio perché fatti a mano, irriproducibili, belli a vedersi e preziosi per i collezionisti e gli amanti dell’arte.

E poi, il turismo. “Confartigianato crede nella fusione tra il turismo nella sua veste tradizionale e le emozioni che è capace di suscitare la bellezza dell’artigianato artistico – dichiara Giovanni Angelini, Presidente Confartigianato Senigallia – La rassegna rappresenta perciò un momento importante e collaudato che richiama visitatori nel centro storico di Senigallia. Dopo il bagno e la tintarella, si va ai Portici, per curiosare alla ricerca di qualcosa di “bello”. Non solo spiaggia, Senigallia racchiude tante bellezze: oltre alla Rocca Roveresca, l’area archeologica, i Musei, il Palazzetto Baviera, la Pinacoteca Diocesana. Grazie a iniziative come il mercatino di “Chi cerca trova” Confartigianato porta i bagnanti anche in centro e contribuisce a creare un ponte diretto tra il turismo balneare e il cuore storico della città. “

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!