SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

XXXV Contesa del Pozzo della Polenta: evento di “alta qualità” a Corinaldo

Massimo Tarsi, neo presidente dell'Associazione presenta edizione 2013 e palio creato da Massimo Nesti

Contesa del Pozzo della Polenta 2013: presentazione

C’è un’edizione con davanti un numero importante, il 35, c’è un nuovo presidente dell’Associazione Pozzo della Polenta, ci sono tanti sodalizi che lavorano fianco a fianco per l’evento clou di Corinaldo e c’è un nuovo artista che presenta il palio che ha ideato e dipinto per la XXXV Contesa del Pozzo della Polenta.

Questi gli ingredienti della conferenza stampa che ha dato il via ad una settimana che vedrà il paese di Corinaldo impegnato al massimo, negli ultimi preparativi e poi nello svolgimento, il 18-19-20-21 luglio 2013 della rievocazione storica più antica delle Marche.

Quella Contesa del Pozzo della Polenta che ripercorre l’assedio del 1517, portato senza successo per 23 giorni dal Duca di Urbino Francesco Maria I Della Rovere alle mura di Corinaldo, che si difese strenuamente, ebbe la meglio e si guadagnò così il titolo di Città, conferitole da Papa Leone X.

Contesa del Pozzo della Polenta: Montesi, Principi, Porfiri, NestiIl leit-motiv della presentazione dell’edizione 2013 è stato sicuramente la sinergia che a Corinaldo si è creata e continua da anni tra le realtà associative. Questa forte collaborazione viene sottolineata dall’Amministrazione, con il Sindaco Matteo Principi e gli Assessori Rosanna Porfiri e Mauro Montesi, ma anche dalla stessa Associazione Pozzo della Polenta, che per bocca del presidente uscente Eros Gregorini e di quello appena entrato in carica Massimo Tarsi, ringraziano più volte la Pro Loco, l’Avis Pallavolo, le 2 Acli, la Pubblica Assistenza, il Moto Club, i gruppi sportivi e il Gruppo StoricoCombusta Revixi.

Il frutto di questo coinvolgimento è una rievocazione storica che parte da uno studio che da anni viene condotto quando si vanno a pianificare i tanti aspetti dell’evento: dalla cucitura dei vestiti dell’epoca, coordinato dalle prezione Lina e Virginia, alle composizione di cortei storici, taverne, esibizioni dei gruppi storici, alla riproposizione dei giochi che vanno ad assegnare il palio, al palio stesso, che come ogni anno è stato affidato ad un artista che lo ha donato a Corinaldo e alla Contesa.

Contesa del Pozzo della Polenta: il palio 2013Per il 2013 la scelta è ricaduta su Massimo Nesti, che a Senigallia gestisce insieme a Cristina Verdelli lo studio d’arte NV.art e che è anche uno dei collaboratori di Senigallia Notizie, con la rubrica illustrata diSegniGallia.

Lo stesso Nesti, pur in tempi stretti, ha condotto uno studio artistico che lo ha condotto ad ideare e dipingere una verosimile scena dell’assedio del 1517, o meglio della fine dell’assedio: il momento in cui il Duca di Urbino, pur a terra e seminudo, tenta comunque di lanciare un ultimo, vano, attacco dei suoi che saranno però destinati a soccombere.

Il Sindaco Principi e gli Assessori Porfiri e Montesi hanno tenuto a sottolineare la valenza turistica e sociale della Contesa del Pozzo della Polenta, evento di massimo richiamo nel cartellone estivo corinaldese, per promuovere il quale la comunicazione si spinge dalla costa agli Appennini.

La Contesa, come spiega Principi, valorizza il territorio, i luoghi e il buon cibo servito nelle taverne, offre spunti culturali e la possibilità di trascorrere momenti di tranquillità alle famiglie che arriveranno. Verranno garantite anche accoglienza e ricettività grazie ad ampi parcheggi nelle vicinanze del centro e uffici informazioni (IAT) sempre a disposizione. “Un evento di alta qualità” afferma il Sindaco.

Un evento che, intervengono Montesi e Porfiri, attiva centinaia di corinaldesi che di anno in anno ritrovano senso sociale nella rievocazione storica: chiedono di partecipare e lo ricominciano a percepire non più come una festa che si ripete da 35 anni, ma come un evento e un appuntamento che ogni anno si rinnova.

Contesa del Pozzo della Polenta: Gregorini, Tarsi, Montesi, Principi, PorfiriL’Associazione Pozzo della Polenta, che come detto ha parlato “a due voci” attraverso Gregorini e Tarsi, ha espresso la sua soddisfazione per i segnali che arrivano da un’Amministrazione in ascolto ma anche dai giovani di Corinaldo, che stanno man mano fornendo forze e ricambi all’interno delle strutture organizzative.

Massimo Tarsi, divenuto Presidente dell’Associazione a ridosso della Contesa, cercherà di ripagare la fiducia riposta in lui offrendo un riferimento ai più di 300 cittadini coinvolti nell’organizzazione durante i 4 giorni dell’evento, ma anche nei 15 giorni prima e dopo la Contesa, quando uomini e mezzi saranno impegnati nell’installazione e smontaggio degli allestimenti.

Una Contesa del Pozzo della Polenta, dunque, che dà appuntamento a tutti da giovedì 18 luglio, con l’apertura che sarà anche il “rodaggio” per i tre giorni successivi, quando saranno man mano attive le quattro taverne e si svolgeranno giochi storici, cortei in costumi d’epoca e numerose esibizioni dei Gruppi Storici provenienti da Jesi, Filottrano, Roncitelli di Senigallia, Montefalco, fino allo sparo del Cannone di Fico che domenica 21 prima di mezzanotte chiuderà la rievocazione dando appuntamento al 2014.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura