SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Silvio Berlusconi condannato a sette anni nel processo Ruby

Interdizione a vita dai pubblici uffici per concussione e prostituzione minorile. Ressa fuori dall'aula

I giudici del processo Ruby in cui è stato condannato Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi è stato condannato a sette anni di carcere e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici. E’ questo il verdetto dei giudici della quarta sezione del tribunale di Milano, riunitisi in camera di consiglio per decidere in merito al processo Ruby dove l’ex premier era accusato di concussione e prostituzione minorile.

I togati, assente Ilda Boccassini, sono dunque andati oltre ciò che aveva chiesto l’accusa, sei anni per la costituzione di un sistema di prostituzione a favore di Berlusconi.

Ressa fuori dal tribunale di giornalisti e fotografi, nonostante l’assenza delle stesse parti interessate, Silvio Berlusconi, difeso dal legale Niccolò Ghedini, e di Kharima el Maroug, in arte Ruby Rubacuori: diversi i corrispondenti di tv e quotidiani stranieri importanti come The Guardian, CNN, Al Jazeera, oltre a emittenti di tutta Europa.

Applausi davanti al Palazzo di Giustizia di Milano sono arrivati da diversi manifestanti, alcuni di loro avrebbero anche intonato l’Inno d’Italia. Altri invece, a sostegno dell’ex premier, hanno contestato la condanna affermando un accanimento giudiziario perché Berlusconi venga eliminato politicamente.
L’avvocato Ghedini ha annunciato ricorso, mentre Ruby è in vacanza in Messico: al suo rientro però troverà un’ordinanza di confisca dei beni già sequestrati in passato a lei e al suo compagno Luca Rizzo.

Commenti
Ci sono 5 commenti
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2013-06-24 18:40:00
Per quel poco che me ne intendo, Appello e Cassazione ben difficilmente potranno confermare questa sentenza....i concussi non ci sono, quindi dove sta la concussione? Tra le tante testimonianze non una ha confermato il sesso con i minorenni o con prostitute....la stessa Ruby ha dichiarato che non c'è stato sesso tra lei e Berlusconi....il tribunale non ha ritenuto attendibili le testimonianze, quindi le ha ritenute false...e dove sono le prove dell'incontrario di quello che hanno dichiarato le testimonianze? Perchè non sono state indagate per falsa testimonianza? Per me questo teorema non regge e nei due gradi successivi finirà a tarallucci e vino, perchè fino a prova contraria a casa mia servono le prove per condannare, e non i "sentito dire" i "forse" o i "mi pare"....
O. Manni
Paul Manoni 2013-06-25 05:11:23
@Marcello, io un bel "chissenefrega" dei giudizi della Boccassini, o dei tanti processi e sentenze che riguardano Berlusconi, a titolo puramente personale ce l'ho sempre messo. A mio avviso, se anche lo condannassero a 30 anni, sconterebbe comunque tutto quanto in una delle sue case, che è grande ed attrezzata quanto un quartiere della nostra città...Anzi, forse è attrezzata anche meglio e sicuramente più lussuosa. Gli fanno un favore anche con l'interdizione perpetua, visto che a quell'età e con tutto quel patrimonio che si ritrova, io al pensionamento dall'intero mondo, ci avrei pensato già da tempo...Tu no? Ad ogni modo, il giudizio che si dovrebbe esprimere, non è tanto sulle sentenze, o sui guai e processi di Berlusconi (o di qualunque altro politico). Il giudizio andrebbe espresso sul fatto che in qualsiasi altro paese civile del "pianeta papalla", un qualsivoglia personaggio politico, si sarebbe dimesso dalla vita pubblica per molto, ma molto meno. Quindi, a prescindere dai giudici o dalle sentenze, qui il problema è nel comportamento del soggetto...Insomma, non diciamoci la balla che sia una cosa "normale" che un Presidente del Consiglio 70enne, organizzi feste per essere attorniato da un esercito di 20enni, che paga fior fiori di quattrini. Quale immagine politica e soprattutto pubblica può essere determinata da un simile comportamento etico, se non nei cittadini italiani assuefatti alle sue cazzate, quantomeno all'estero? Se vogliamo dire che la sentenza sia ingiusta, per me possiamo dirlo senza problemi. Forse lo è davvero. Ma agli italiani tutti, compreso chi lo ha votato e scelto come rappresentante, fino a che punto può piacere un personaggio simile, che in 20 anni ha collezzionato più figure barbine di "Pippo&Pluto" messi insieme? Dal dare del "kapò" a Shultz al Parlamento europeo, ai "bubusettete" alla "culona" della Merkel, passando per l'abbronzatissimo Obama Barack appena eletto, le corna al G8, e le 100 escort a lezione di Corano dal dittatore Gheddafi, nella tenda berbera installata a Villa Pamphili con i cammelli. Suvvia Marcello...C'è un limite alla decenza per chiunque, e lui, in qualità di rappresentante politico, quel limite lo aveva superato da un bel pezzo. Se avesse avuto a cuore l'immagine del nostro paese, ci avrebbe risparmiato almeno 15 anni su 20 di titoli di giornale, e avrebbe lasciato che la politica si concentrasse su questioni ben più importanti della nipote di Mubarak. Detto ciò mi risparmio qualsiasi ulteriore commento, per una questione di pietà, nei confronti dei suoi attuali alleati di governo, che fino a ieri parlavano di lui come dell'orco cattivo delle favole, e sono stati eletti, proprio perchè almeno 1/3 degli italiani si volevano liberare di lui. Pietà pure per una certa stampa e per certi giornalisti, che se da domani scomparisse di scena Berlusconi (cosa di cui dubito senza l'ausilio di "madre natura"), dovranno per forza di cose cominciare a lavorare davvero.
Cornelio 2013-06-25 09:31:57
Per la concussione esistono le registrazioni delle telefonate alla questura. Più "prova" di questa non so cosa volete... Sapete qual'è stata la difesa dei suoi avvocati in merito? Che è stato un gesto da "uomo di cuore".... perchè era una minore e la nipote di mubarak... poverina... poverino...
Claudio 2013-06-25 21:35:24
Concordo con Paul Manoni, ma vorrei aggiungere una riflessione sulla frase "io al pensionamento dall'intero mondo ci avrei pensato già da tempo". Ricordo ancora lo scorso autunno, quante volte Silvio ha detto vado, no resto, e alla fine è rimasto !! Per il bene dell'Italia, dicono i suoi fedelissimi, ma visto quello che sta succedendo, è solo per il SUO BENE !!!!!
Paul Manoni 2013-06-26 09:19:23
@Claudio, io ho la fortissima sensazione che B. sia uscito dalla porta, e rientrato dalla finestra dopo un lungo silenzio mediatico, perché altrimenti il suo partito o la sua parte politica, si sarebbe praticamente estinta, e sarebbe stata inghiottita dal nulla e dal vuoto cosmico dei suoi eredi politici (Alfano, Gasparri, Capezzone, Quagliariello, Santanché, Gelmini e via dicendo). Con lui invece, visto che ha sempre avuto la capacita di riuscire a vendere perfino biciclette alle balene, qualche possibilità l'avevano e l'hanno sfruttata. Peraltro il suo lungo silenzio dopo l'insediamento di Monti, in termini di "par condicio" gli é servito per occupare mediaticamente tutti gli spazi che si potevano occupare, generando un bombardamento di propaganda elettorale senza eguali. Un paio di promesse difficilmente mantenibili per ingrassare le illusioni e le speranze degli italiani, ed il gioco é fatto.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura