SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il Comune di Senigallia: “nessun ridimensionamento della biblioteca”

L'ente snocciola le cifre sulle presenze, ma intanto dal consigliere Romano arriva un'interrogazione

Biblioteca Antonelliana, sala conferenze

Il Comune di Senigallia replica alle voci di un ridimensionamento della biblioteca comunale dopo la riduzione degli orari in vigore per il periodo estivo già dal 1° giugno.


Per farlo, fornisce alcune cifre su iniziative, presenze e prestiti di libri, relative agli ultimi anni.

Intanto però, dal consigliere comunale di maggioranza Dario Romano (Vivi Senigallia) arriva un’interrogazione scritta all’assessore alla cultura Stefano Schiavoni: Romano – alla luce della riduzione degli orari (con chiusura nei pomeriggi di lunedì, venerdì e nell’intera giornata di sabato) – chiede in particolare “conoscendo la situazione relativa alla carenza di personale, se sia possibile riorganizzare il servizio da un punto di vista delle risorse umane in modo da recuperare quantomeno l’apertura nei due pomeriggi, compatibilmente alle disponibilità economiche dell’Ente“.

Questo invece il testo integrale di replica ai timori di ridimensionamento da parte del Comune di Senigallia.

La notizia di un presunto ridimensionamento della biblioteca comunale apparso sulla stampa non corrisponde in alcun modo alla realtà dei fatti e propone un quadro della nostra struttura non veritiero.
Le cifre  possono essere molto più eloquenti delle parole. Negli ultimi 4 anni nella nostra biblioteca il prestito librario ha avuto un aumento prossimo al 300 % grazie anche alle iniziative intraprese per l’incentivo alla lettura. La sala delle conferenze della biblioteca ospita ogni anno circa 200 incontri di vario interesse culturale, quali la rassegna “Sognalibro” e i numerosi incontri a tema organizzati in collaborazione con le varie realtà culturali cittadine. Dal 2011 è stato aperto un nuovo spazio dedicato ai ragazzi che conta circa 6000 libri. Questo servizio, che ha destato molto interesse in città, registra una notevole partecipazione. Ogni anno tra i 1000 e i 1200 bambini prendono parte ai diversi laboratori, visite guidate e letture animate. Gli incontri con le scuole sono ogni anno frequentati da circa 950 ragazzi tra elementari e medie con i loro insegnanti per un totale di oltre 2000 presenze negli ultimi due anni.

Dal 2011 si organizzano annualmente 4 o 5 appuntamenti con l’autore a cui partecipano ogni volta tra 100 e 150 ragazzi. Molto apprezzato da cittadini e turisti il servizio della “Bibliomobile” per il prestito di libri per ragazzi in spiaggia.

La Biblioteca, insieme all’ufficio cultura, ha ideato ed organizzato il festival del Giallo “Ventimila righe sotto i mari” che lo scorso anno ha registrato circa 2000 presenze con alcuni dei più importanti scrittori noir italiani e la Regione Marche ha giudicato i progetti di servizio civile attivati in Biblioteca talmente interessanti da finanziarli per ben due anni consecutivi.

La recente partenza per pensionamento di una dipendente e quelle, due anni or sono, di altri due addetti in servizio presso la Biblioteca, non hanno prodotto la diminuzione dei servizi che anzi sono aumentati in qualità e quantità. Da questi dati emerge chiaramente che la Biblioteca di Senigallia è tutt’altro che una realtà ridimensionata.

La proposta di una riduzione dell’orario di apertura nel periodo estivo si è resa necessaria per garantire l’espletamento di alcuni servizi che sono svolti all’esterno, come la “Bibliomobile” dei libri in spiaggia e il festival del Giallo che interessa varie location della città tra cui la Rotonda a Mare.

Per quanto riguarda infine gli orari di apertura al pubblico della struttura, questi sono generalmente superiori a quelli di quasi tutte le biblioteche più importanti della provincia e non solo (basta avere la pazienza di consultare sul web gli orari di strutture anche più grandi della nostra).

In ogni caso, l’Amministrazione Comunale intende tener conto delle necessità particolari manifestate in questi giorni dai numerosi studenti che frequentano la Biblioteca. Proprio a tale scopo si sta lavorando per trovare soluzione organizzative in grado, anche nel periodo estivo, di soddisfare le esigenze funzionali complessive della struttura comunale.

Commenti
Ci sono 4 commenti
Spigolature 2013-06-06 06:11:10
Interessante come la risposta dell'amministrazione metta sul piatto tante cifre ma non quelle in questione sulle ore di apertura della biblioteca. Fino a qualche anno fa, la biblioteca era aperta anche d'estate con orario continuato lunedì-venerdì dalle 8:30 alle 19:00 e il sabato dalle 8:30 alle 12:00, per un totale di 56 ore settimanali. Con il nuovo orario in vigore dal 1° giugno al 31 agosto, l'orario di apertura al pubblico passa a 37 ore settimanali. Questo non è un ridimensionamento? No, si chiama riduzione di un terzo dell’orario di apertura. In mezzo ci sono gli studenti che hanno bisogno della biblioteca e dei suoi servizi soprattutto in questo periodo, per preparare gli esami, tesine o la tesi, ma si trovano di fronte a orari spezzati e a incomprensibili chiusure pomeridiane. Se per offrire più servizi all’esterno bisogna tagliare il servizio che fino a qualche anno fa è stato fondamentale per tanti ragazzi, questa non mi sembra proprio la strada giusta. Marco Cassani
Studente universitario 2013-06-06 09:26:01
Salve sono uno studente universitario, studio in ancona e uso spesso la biblioteca, ma con questi nuovi orari mi trovo in difficoltà. Ho sentito di alcuni amici che studiano fuori dove è la stessa università in accordo con alcuni studenti a gestire la biblioteca a volte fino le 22. Senigallia non è una città universitaria ma sono molti gli studenti che ne usufruiscono. Penso che alla fine si potrebbe provare anche qua qualcosa di simile, magari solo per i pomeriggi di chiusura ed il sabato. Gli studenti interessati danno la loro disponibilità per la gestione della sola area lettura e la gestiscono, tutto in forma gratuita.
Elena 2013-06-06 09:29:46
Il servizio della biblioteca con questi orari è ridicolo, per non parlare poi di come viene gestita, girando nelle altre città non si è mai vista una biblioteca dove le persone tengono cellulari accesi, rispondono ai tavoli, persone che parlano a voce alta (personale compreso a volte), forse andando a studiare al bar ci sarebbe più silenzio!!!!Vogliamo offrire un servizio?allora facciamolo con una decenza!!!
NIKOL 2013-06-06 14:31:16
Il personale nn è stato ridotto negli anni se nn erro,anzi sono arrivati 4 ragazzi del servizio civile. Xké invece di tenere più dipendenti in orari x così dire "morti",nn si organizza meglio l'orario di chi ci lavora?Ci sono se ricordo bene 4 bibliotecari,4 servizi civili,una volontaria,altri 2 signori (nn ho capito con che ruolo),una "bidella" più una ragazza disabile e Roberto che lavorano tanto quanto gli altri ed infine il direttore. Direi che di pessoajd ce ne é.E bisogna ridurre l'orario?!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura