SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, Liverani: “Perso ogni residuo di dignità”

"Invece di tagliare le spese assurde i 'nostri' fenomeni politici tagliano i pannoloni per gli incontinenti"

1.846 Letture
commenti
Netservice - Web design, costruzione siti internet
Marcello Liverani

Invece di tagliare le spese vere e vive, ossia quelle assurde e dei privilegi, cosa tagliano i “nostri” fenomeni politici o manager? I pannoloni per gli incontinenti!!!

Ebbene si, così recita la circolare a firma del Direttore Ciccarelli e inviata a tutti i direttori di AREA VASTA invitandoli ad applicarla. Subito una prima considerazione di natura “tecnica”: ma il Dott. Ciccarelli lo sa che prima o poi anche lui cadrà, come tutti gli uomini, sotto il problema incontinenza? Quindi anche lui avrà necessità e bisogno del “pannolone tamponatore”…già, ma il Dott. Ciccarelli non avrà sicuramente problemi economici visti i lauti compensi dei “manager”, i problemi rimangono a chi deve campare con 500 euro di pensione al mese!

E questa è l’ennesima dimostrazione di come la politica continui imperterrita a punire i cittadini senza nessunissima vergogna! 60 pannoloni al mese e niente più, così recita la circolare. Questo vuol dire che non se ne potranno usare più di due al giorno e per chi purtroppo ha il problema dell’incontinenza dovrà ricorrere alle proprie tasche per salvaguardarsi o a un bel catetere per risparmiare!

E questa sarebbe la spending review? No, questa è la follia di chi non è in grado di far quadrare i conti operando i tagli sulle spese pazze e folli della sanità, sugli sprechi, sui privilegi e sui stipendi dorati. Mettere un tetto sul consumo dei pannoloni è scandaloso e vergognoso. In più non si è neanche capaci a guardare un pochino più in là del proprio naso, perché limitare l’uso dei pannoloni creerà altre problematiche mediche che, alla resa dei conti, costeranno molto di più alla sanità pubblica. Perché sicuramente insorgeranno altre patologie che andranno poi curate a spese dello stato, quindi dove sarebbe il risparmio? Un po’ di lungimiranza no, eh!

Possibile che non si riesca mai ad operare in maniera intelligente, aiutando il cittadino e non penalizzandolo come in questo ennesimo caso? E di questa “meravigliosa” trovata cosa ne dice e cosa ne pensa l’Assessore alla Sanità Fabrizio Volpini? Ne era stato preventivamente informato o non ne sapeva nulla? Se era stato informato come mai non abbiamo letto nulla? Come mai non lo abbiamo sentito sbattere i pugni sul tavolo per respingere questa decisione ignobile nei confronti di chi ha bisogno e necessità di assistenza? Come mai non lo abbiamo sentito prendere le difese dei cittadini tutti? E se invece non è stato neanche informato e reso edotto ci domandiamo a cosa possa servire l’avere un Assessore alla Sanità se nessuno gli comunica nulla.

Cosa vorrà fare ora la nostra amministrazione? Perché qui non c’entra nulla la destra o la sinistra, qui c’entra come sempre l’ennesimo disservizio nei confronti del cittadino bisognoso, sia che sia di destra che di sinistra! La nostra amministrazione si farà sentire in maniera seria e produttiva o lascerà tutto così? Per una volta sola riusciremo a vedere una amministrazione in difesa dei diritti dei più deboli o dovremo continuare ad ascoltare “l’assordante loro silenzio”?

Invece di prendere carta e penna per scrivere a Berlusconi chiedendo di fare un passo indietro, prendete carta e penna, incavolatevi per bene in difesa dei cittadini, perché siete stati eletti proprio per amministrare in favore del popolo, quindi dovreste smuovere mari e monti sia scrivendo che sui giornali, coinvolgendo tutte le amministrazioni e scendere sul “piede di guerra”, perché è così che si amministra, e non con i silenzi!

E come ho iniziato concludo, prima o poi tutti avranno bisogno del “pannolone”, anche i politici e i manager…quindi fate un po’ voi egregi signori, ma rendetevi conto che questa è l’ennesima vergogna che un cittadino onesto deve subire.

Commenti
Ci sono 4 commenti
aaa 2013-03-05 10:39:41
I TAGLI VENGONO FATTI DA (...omissis...) CHE NON SANNO NEANCHE COME FUNZIONA UN OSPEDALE O SE LO SANNO FANNO FINTA DI NON VEDERE DOVE SONO GLI SPRECHI VERI!!!

BASTEREBBE PRENDERE DUE O TRE PERSONE CHE LAVORANO ALL'INTERNO DELL'OSPEDALE, DI QUELLI CHE NON SI LASCIANO INTIMIDIRE DAL POLITICO O DAL SUO PRIMARIO O DIRETTORE, E E FARSI INDICARE QUALI SONO I VERI SPRECHI !!!
Francesco Marchini 2013-03-05 12:19:28
ma Liverani quando taglia la sua di pensione da baby-pensionato? Cominci lui a dare l'esempio di spending review personale altrimenti sono solo chiacchiere.
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2013-03-06 12:02:24
Caro Francesco, i "baby pensionati" in Italia sono quelli che grazie ad una vecchia legge sono potuti andare in pensione dopo 14, o 19 anni sei mesi e un giorno di lavoro. Il sottoscritto è andato in pensione con la legge che prevedeva i 35 anni di contributi, ed avendo lavorato per 32 anni, sei mesi e tre giorni effettivi (più militare e altro), sarei un baby pensionato?
MISTER X 2013-03-06 19:01:06
No. Liverani è veramente un baby mentale.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno